Politica internazionale

Politica internazionale

XI ALL'ONU: DA CINA AIUTI AI PAESI IN VIA DI SVILUPPO
Impegno sui diritti delle donne, critiche da Clinton

XI ALL ONU: DA CINA AIUTI AI PAESI IN VIA DI SVILUPPO<br />Impegno sui diritti delle donne, critiche da Clinton


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 28 set. - La Cina promette aiuti economici ai Paesi in via di sviluppo e si impegna in primo piano per le donne durante la prima visita all'Onu del presidente cinese, Xi Jinping. Un fondo da due miliardi per aiutare i Paesi in via di sviluppo e una nuova iniziativa, quella dei "sei cento" per ridurre la povertà. Alle Nazioni Unite, Xi Jinping promette l'aiuto cinese dopo la promessa di un fondo da tre miliardi di dollari per aiutare i Paesi più poveri a ridurre le emissioni inquinanti. Entro il 2030, ha dichiarato il presidente cinese durante il summit sullo Sviluppo Sostenibile all'Onu, la Cina si impegna poi a investire fino a dodici miliardi di dollari per aiutare i Paesi in via di sviluppo, partendo da una base di due miliardi. La Cina, ha poi annunciato Xi, esenterà dal pagamento del debito dovuto entro fine 2015 dai Paesi meno sviluppati.

L'iniziativa dei "sei cento" riguarda gli interventi nei settori della lotta alla povertà, del commercio, dell'agricoltura, dell'ambiente, dell'educazione e della sanità e si svolgerà su un arco di tempo di cinque anni, durante i quali la Cina promuoverà cento progetti in ognuno dei sei campi interessati dall'iniziativa. Per promuovere la formazione di professionisti nei Paesi in via di sviluppo, Xi Jinping ha poi promesso la formazione in Cina di cinquecentomila tecnici provenienti dalle aree meno sviluppate del pianeta e un aiuto di due milioni di dollari all'Organizzazione Mondiale della Sanità. L'aiuto cinese ai Paesi meno sviluppati riguarda poi anche i Paesi dell'Africa occidentale colpiti dall'epidemia di Ebola: la Cina sta lavorando a un piano per aiutare nella ricostruzione i Paesi in cui è scoppiata l'epidemia, ha promesso Xi in un incontro con il presidente della Sierra Leone, Ernest Bai Koroma.

L'impegno finanziario della Cina non ha ricevuto soltanto applausi. Le parole di Xi hanno subito anche contestazioni, come nel caso del discorso pronunciato sull'uguaglianza di diritti tra uomini e donne. Durante la sua prima visita alle Nazioni Unite, il presidente cinese alle Nazioni Unite ha parlato anche dell'importanza da lui stesso definita vitale dell'avanzamento dei diritti delle donne. La Cina, ha spiegato Xi "farà di più per aumentare l'eguaglianza di genere" tra uomini e donne, sottolineando che "in molte parti del mondo esistono ancora diseguaglianze tra uomini e donne sul piano dei diritti, delle opportunità e dell'accesso alle risorse". Nel discorso ha citato la famosa frase di Mao Zedong sulle donne, che "sostengono la metà del cielo" e ha promesso dieci milioni di dollari all'agenzia dell'Onu che si occupa dei diritti delle donne.

Il discorso di Xi sull'uguaglianza tra uomini e donne ha subito diverse critiche negli Stati Uniti per i recenti arresti delle femministe, nel marzo scorso. Tra queste, ci sono le critiche di Hillary Clinton, candidata alle primarie con i democratici, che ha definito in un tweet il presidente cinese "senza vergogna" per avere parlato al summit sui diritti delle donne, dopo gli arresti alle attiviste che avevano protestato contro la violenza tra le mura domestiche. Le donne sono state rilasciate dopo 37 giorni, anche se sono sottoposte a una rigida sorveglianza che durerà un anno, durante il quale dovranno essere a disposizione delle forze dell'ordine per eventuali nuovi interrogatori. La vicenda delle attiviste detenute a Pechino, Hangzhou e Canton aveva già attratto le critiche di Hillary Clinton nell'aprile scorso. All'incontro è stato assente il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che in una nota ha spiegato di lavorare "indefessamente" per un mondo in cui "ogni donna e bambina possano godere dei diritti e delle libertà che sono il loro diritto dalla nascita". Tra i leader donne presenti invece all'incontro c'erano, invece, il cancelliere tedesco Angela Merkel e la presidente brasiliana, Dilma Rousseff

 

28 SETTEMBRE 2015

 

LEGGI ANCHE

 

XI E OBAMA, ACCORDO SUL CLIMA


SVOLTA VERDE DELLA CINA
"Riduzione gas serra dal 2017"

 

IL VERTICE OBAMA-XI, I SOSPETTI E LE INTESE

 

XI ALLA CASA BIANCA, OBAMA: "NI HAO"

 

XI L'AMERICANO, TUTTE LE CITAZIONI DEL PRESIDENTE

 

CINA-USA: XI OGGI DA OBAMA "Apriti sesamo" alle multinazionali Usa in Cina


XI A SEATTLE CHIEDE COOPERAZIONE
Guerra Cina e Usa porterebbe al "disastro"
 

 

AL VIA VIAGGIO DI XI JINPING NEGLI USA : LE TAPPE, L'INTERVISTA AL WSJ

 

DOSSIER: IL VIAGGIO DI XI NEGLI USA

 

PIU' AFFARI CHE POLITICA NEL VIAGGIO DI XI IN USA

 

ALTRI ARTICOLI

 

XI E OBAMA, ACCORDO SUL CLIMA


SVOLTA VERDE DELLA CINA
"Riduzione gas serra dal 2017"

 

FERRERO, INAUGURATO IL PRIMO STABILIMENTO IN CINA

 

IL VERTICE OBAMA-XI, I SOSPETTI E LE INTESE

 

XI ALLA CASA BIANCA, OBAMA: "NI HAO"

 

XI L'AMERICANO, TUTTE LE CITAZIONI DEL PRESIDENTE


CINA-USA: XI OGGI DA OBAMA "Apriti sesamo" alle multinazionali Usa in Cina

 

PECHINO PROGETTA AEROPORTO A STELLA

 


XI A SEATTLE CHIEDE COOPERAZIONE
Guerra Cina e Usa porterebbe al "disastro"

 

CALO PMI, MANIFATTURIERO TRASCINA MERCATI AL RIBASSO

 

XINJIANG, ALMENO 5 MORTI IN ATTACCO A MINIERA

 

CACCIA CINESE SFIORA AEREO SPIA AMERICANO

 

MEDIA: FIRMATO ACCORDO SU COOPERAZIONE PERMANENTE

 

AL VIA VIAGGIO DI XI JINPING NEGLI USA : LE TAPPE, L'INTERVISTA AL WSJ

 

LICENZIATO NUMERO DUE AUTORITA' VIGILANZA MERCATI

 

XI E PAPA FRANCESCO IN USA A DISTANZA DI POCHE ORE


PIU' AFFARI CHE POLITICA NEL VIAGGIO DI XI IN USA

 

MIGRANTI: GLOBAL TIMES ELOGIA GERMANIA, UE IMPREPARATA

 

 

@Riproduzione riservata

 

 

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci