Politica internazionale

Politica internazionale

Li chiede cooperazione
anti-terrorismo a leader Sco

Li chiede cooperazione <br />anti-terrorismo a leader Sco


Di Eugenio Buzzetti


Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 16 dic. - Cooperazione economica e sull'anti-terrorismo. Tra questi due temi si è svolto, in questi giorni il vertice dei primi ministri Shanghai Cooperation Organization (Sco) di Zhengzhou, nella Cina centrale. Il primo ministro cinese, Li Keqiang, ha chiesto ai primi ministri dei Paesi membri maggiore cooperazione nel contrasto agli estremismi a fronte di "interconnesse minacce convenzionali e non convenzionali alla sicurezza" e di sfide a livello globale "scena precedenti". La Sco è l'alleanza che riunisce Cina, Russia e le repubbliche centro-asiatiche di Uzbekistan, Tagikistan, Kazakistan e Kyrghizistan. A luglio scorso, in occasione del vertice del gruppo a Ufa, in Russia, erano stati ammessi a pieno titolo come membri anche India e Pakistan.

Al vertice c'è stato spazio anche per gli affari. Tra gli accordi raggiunti, il più importante è quello che lega Cefc China con il gruppo kazako del greggio KazMunayGas. Il gruppo privato cinese di servizi per l'energia controlla oggi il 51% del braccio internazionale di KazMunayGas, Kmg International, ma a essere protagonista delle intese è soprattutto la strategia di espansione cinese lungo i Paesi che si stendono sul percorso di investimenti infrastrutturali della nuova Via della Seta che Pechino intende sviluppare per aumentare la connettività tra Asia orientale ed Europa.

Nella serata di ieri, il presidente cinese, Xi Jinping, si è incontrato con il primo ministro russo, Dmitry Medvedev, a Wuzhen, dove oggi si è aperta con un discorso dello stesso Xi la seconda World Internet Conference. I due leader hanno parlato dei comuni progetti di sviluppo dell'area centro-asiatica: Xi e Medvedev si sono impegnati ad allineare le rispettive strategie per lo sviluppo dei Paesi un tempo nell'orbita dell'Unione Sovietica (la Nuova Via della Seta cinese e la Eurasian Economic Union russa) e per aumentare la cooperazione nei campi degli investimenti, degli scambi commerciali, delle infrastrutture e dell'agricoltura. Il primo ministro russo ha poi sottolineato la necessità di aumentare le comunicazioni tra Russia e Cina e il coordinamento negli affari internazionali.

 

16 DICEMBRE 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci