Politica internazionale

Politica internazionale

MA, INCONTRO CINA-TAIWAN NON RIGUARDA ELEZIONI

MA, INCONTRO CINA-TAIWAN NON RIGUARDA ELEZIONI


Di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest


Pechino, 5 nov. - L'incontro tra i presidenti di Cina e Taiwan di sabato prossimo a Singapore sarà l'occasione per normalizzare i rapporti tra i due lati dello Stretto, e non avrà a che vedere con le elezioni che si terranno a Taiwan, il 16 gennaio prossimo. Lo ha dichiarato il presidente dell'isola, Ma Ying-jeou, oggi, in conferenza stampa. "Questo incontro è per il futuro della Repubblica di Cina - ha dichiarato Ma, riferendosi a Taiwan con il nome ufficiale del Paese - e per il futuro delle relazioni tra lo stretto. Non riguarda le elezioni, ma riguarda la felicità delle prossime generazioni". Ma ha poi espresso la speranza che l'incontro tra i leader di Cina e Taiwan, possa diventare un appuntamento regolare dopo il colloquio con Xi, il primo tra le massime autorità dei due lati dello stretto dal 1949.

Obiettivo dell'incontro, per Ma, sarà quello di spiegare lo status dell'isola suo interlocutore "perché Taiwan possa essere compresa e presa in considerazione quando vengono formulate politiche sullo stretto", ha detto Ma. Ieri si erano levate voci dall'opposizione sull'eventualità che l'incontro potesse essere sfruttato dal partito del presidente, il Kuomintang, per risollevare le sorti della campagna elettorale, che vede il partito nazionalista di Taiwan indietro nei sondaggi rispetto al Partito Democratico Progressista, più critico rispetto alle aperture verso Pechino. Prima dell'annuncio, dato dall'ufficio presidenziale di Taipei nella notte tra martedì e mercoledì, Ma ha dichiarato di avere informato gli Stati Uniti dell'incontro, e di avere ricevuto riscontri positivi da Washington.

Positivo da parte di Ma, anche il giudizio sul protocollo dell'incontro che vedrà i due presidenti salutarsi utilizzando soltanto l'appellativo di "signore". Per il presidente di Taiwan, è una decisione che indica "uguaglianza e dignità" tra i due leader, e che riflette "flessibilità e pragmatismo" nella conduzione delle relazioni bilaterali. Durante l'incontro non sono previsti al momento riferimenti alle dispute di sovranità territoriali nei mari della Cina, che riguardano anche alcune rivendicazioni di Taiwan nel Mare Cinese Meridionale, ma sulle quali Taipei mantiene generalmente un basso profilo.

 

05 NOVEMBRE 2015

 

LEGGI ANCHE


INCONTRO XI-MA: STORICA SVOLTA
Proteste a Taipei, dubbi opposizione

 

ALTRI ARTICOLI

 


INCONTRO XI-MA: STORICA SVOLTA
Proteste a Taipei, dubbi opposizione

 

CAIXIN, SETTORE SERVIZI AI MASSIMI DA TRE MESI

 

BANCA AIIB RATIFICATA A PECHINO

 

CINA VERDE, SANA E AL 6,5% DI CRESCITA


CINA-FRANCIA: ACCORDO SUI CONTROLLI ANTI-EMISSIONI


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci