Politica internazionale

Politica internazionale

GENTILONI IN CINA, 4 INTESE RINSALDANO PARTNERSHIP

GENTILONI IN CINA, 4 INTESE RINSALDANO PARTNERSHIP


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 28 apr. - Quattro accordi rinsaldano la partnership strategica tra Italia e Cina. Nella prima giornata di missione in Cina, il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha siglato quattro intese di cooperazione bilaterale, durante i lavori del Comitato Governativo Italia-Cina che si è tenuto ieri alla Diaoyutai State Guesthouse, sul versante occidentale della capitale cinese. Scienza, tecnologia, cultura e sicurezza sono gli oggetti di nuovi accordi e memorandum d'intesa firmati oggi alla presenza dello stesso Gentiloni e del ministro degli Esteri cinese, Wang Yi. I due ministri hanno poi parlato di economia e degli scambi tra i due Paesi. Gentiloni ha sottolineato l'importanza del riequilibrio della bilancia commerciale, oggi a vantaggio della Cina. "A questo fine - ha spiegato il ministro degli Esteri italiano - bisognerà perseguire iniziative concrete di ulteriore potenziamento degli scambi", a cominciare dalle intese raggiunte sui cinque pacchetti di collaborazione che riguardano i settori dell'agricoltura e della sicurezza alimentare, dell'urbanizzazione sostenibile, della salute, dell'aviazione e della tecnologia aerospaziale "in un quadro di pieno accesso al mercato e di adeguata tutela della proprietà intellettuale.


Wang Yi ha confermato il momento positivo delle relazioni Italia-Cina, che quest'anno compiono 45 anni dall'inizio delle relazioni diplomatiche. Il ministro degli Esteri cinese ha sottolineato come in questo momento i rapporti tra Roma e Pechino siano "entrati in un'età dell'oro" con interscambi che lo scorso anno hanno raggiunto i 48 miliardi di dollari. Tra i momenti più interessanti della cooperazione bilaterale ci sono gli scambi nel settore delle tecnologie e nel settore della cultura, un campo in cui Italia e Cina sono potenze mondiali, "con il maggiore numero di siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'Umanita'" a livello internazionale, come sottolineato dallo stesso Gentiloni. Oltre alle intese siglate durante il Comitato Governativo, a segnare la giornata di oggi ci sono i temi che uniscono Italia e Cina, a cominciare dalla partecipazione cinese all'Expo di Milano, che si apre ufficialmente venerdi' prossimo, e l'adesione dell'Italia alla nuova banca asiatica di investimenti a guida cinese, la Asian Infrastructure Investment Bank. Su quest'ultimo versante, l'Italia, ha dichiarato Gentiloni, "lavorerà per standard di governance più elevati a livello finanziario" e perché la nuova banca mantenga una natura "complementare" alle istituzioni finanziarie internazionali esistenti, e "non ostile" rispetto a organismi come la Asian Development Bank e la Banca Mondiale, viste da alcuni analisti come concorrenti al nuovo soggetto finanziario di marca cinese.
Il ministro degli Esteri italiano ha poi parlato dell'Expo, che conta una massiccia presenza cinese nei sei mesi in cui si terra' la manifestazione. L'interesse cinese, non solo per l'Esposizione Universale, ma anche per le realta' industriali del nostro Paese, e' un segnale incoraggiante per l'Italia, un Paese "che merita attenzione e investimenti" da parte di Pechino. L'appuntamento più ravvicinato, e su cui la Cina ha investito molto, è però l'Expo. L'Italia, ha spiegato Gentiloni, "è pronta ad accogliere le delegazioni nazionali, imprenditoriali e di turisti cinesi, che auspichiamo davvero elevate". La Cina, ha spiegato il ministro degli Esteri, considera l'Expo "una grande opportunita' di presentare le proprie imprese e i propri territori, e di trovare occasioni di business". La visita in Cina del ministro degli Esteri è stata anche l'occasione per inaugurare la Scuola Italiana d'Ambasciata d'Italia di Pechino, la prima istituita in Cina che si avvale del metodo educativo Reggio Children - voluta dall'ambasciatore d'Italia, Alberto Bradanini - e per incontrare il numero due di Huawei, Wang Shengli, con cui ha parlato degli investimenti in Italia nel settore Ricerca e Sviluppo del gigante dell'informatica cinese.


La visita di Gentiloni in Cina è stata segnata anche dalla tragedia del Nepal, colpito da un terremoto di magnitudo 7.9 nel pomeriggio di sabato scorso, ora locale, che ha provocato - secondo gli ultimi dati ufficiali diffusi da Kathmandu in serata - oltre quattromila vittime. Entrambi i ministri degli Esteri hanno fatto riferimento alla tragedia nei loro discorsi. Wang Yi ha fatto appello in mattinata alla comunità internazionale per portare aiuto alle popolazioni colpite dal sisma. "Il Nepal ha urgente bisogno dell'aiuto della comunità internazionale - ha detto il ministro degli Esteri cinese - e il governo cinese farà tutto il possibile per portare soccorso al popolo del Nepal". Anche alcune aree del Tibet vicino al confine sono state colpite dalle scosse che si sono prodotte dal pomeriggio di sabato scorso. Attualmente, le vittime cinesi sono almeno ventiquattro (quattro delle quali in Nepal) mentre altri quattromila cittadini cinesi sono ancora bloccati nel Paese himalayano. Anche il ministro degli esteri italiano ha parlato della vicenda e ha fatto riferimento alla scomparsa, che si è accertata con il passare delle ore, di due italiani che si trovavano nel Paese. In questo momento, ha spiegato il ministro, "bisogna occuparsi soprattutto di feriti e dispersi e dei tanti italiani che sono lì e che fanno fatica a tornare perché la situazione dei collegamenti è complicata, e anche chi non ha avuto particolari danni si trova in una condizione di disagio".


 

28 aprile 2015

 

 

LEGGI ANCHE

 

GENTILONI IN CINA, FIRMATI 4 ACCORDI SU SCIENZA, CULTURA E SICUREZZA

 

EXPO, GENTILONI: 'ITALIA PRONTA PER TURISTI E IMPRENDITORI CINESI'

 

CINA: MINISTRO GENTILONI IN VISITA DAL 27 AL 29 APRILE

 

ALTRI ARTICOLI

 

GENTILONI IN CINA, FIRMATI 4 ACCORDI SU SCIENZA, CULTURA E SICUREZZA

 

NEPAL: IN CINA 12MILA EVACUATI, CONDOGLIANZE XI A KATHMANDU

 

MEDIA: CONGLOMERATI DI STATO VERSO IL TAGLIO

 

PREMIER: STRUMENTI DI MACROECONOMIA CONTRO RALLENTAMENTO

 

CINA-TAIWAN: INCONTRO AL VERTICE PCC-KMT A MAGGIO

 

STORICA SENTENZA, NO PENA MORTE A UXORICIDA PER ABUSI

 

BANCA CENTRALE: OLTRE 300 MLD EURO PER LOTTA A SMOG


CARTE DI CREDITO STRANIERE POTRANNO APRIRE UFFICI CLEARING

 

XI JINPING INCNTRA ROHANI: "ACCORDO GIUSTO SUL NUCLEARE"

 

XI JINPING IN PAKISTAN: PRIMO ACCORDO
DA 2 MILIARDI DI DOLLARI PER GASDOTTO

 

HONG KONG: PROPOSTA NUOVA LEGGE ELETTORALE

 

XI E ABE A COLLOQUIO, SECONDA VOLTA IN 2 ANNI

 

ECONOMIA CINESE RALLENTA, GERACI:"EFFETTI MANOVRE A BREVE TERMINE"

 

CINA: 62 MILIARDI DI DOLLARI PER PROGETTO VIA DELLA SETA

 

XI IN PAKISTAN, DA ICBC 4,3 MLD DLR PER PROGETTI ENERGETICI

 

CINA: MINISTRO GENTILONI IN VISITA DAL 27 AL 29 APRILE

 

BORSE IN CALO DOPO TAGLIO REQUISITI RISERVA BANCHE

 

XI JINPING STRINGE PARTNERSHIP STRATEGICA CON PAKISTAN

 

FTZ, 122 ARTICOLI NELLA "NEGATIVE LIST"

 

ALLO SHANGHAI AUTO SHOW DEBUTTA FERRARI 488 GTB

 

CINA: I TAVIANI INAUGURANO QUINTO PECHINO FILM FESTIVAL

 

YUAN OFFSHORE AI MASSIMI DA UN MESE
DOPO INTERVISTA FT A PREMIER LI KEQIANG

 

TIME: XI JINPING, LEI E CHAI TRA I 100 PIU' INFLUENTI AL MONDO

 

PRESIDENTE XI DA LUNEDI' IN PAKISTAN E INDONESIA

 

SVELO' SEGRETI DI STATO, CONDANNATA A 7 ANNI

 

LI AL FT: "DIFFICILE RAGGIUNGERE IL 7% DI CRESCITA"

 

CIELO GIALLO A PECHINO, SMOG RECORD PER TEMPESTA SABBIA


 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci