Politica interna

Politica Interna

Shenzhen inaugura
la più grande statua di Mao

Shenzhen inaugura <br />la più grande statua di Mao


di Antonia Cimini

 

Pechino, 13 dic. - La più grande statua in oro di Mao Zedong è stata presentata oggi alla fiera della città di Shenzhen, pochi giorni prima dell'anniversario dei 120 anni dalla nascita del Grande Timoniere che è al centro di celebrazioni in tutto il paese.

 

L'opera è stata realizzata in otto mesi da un gruppo di venti artisti, guidati dal professor Zhang Mingjuan dell'accademia centrale di Pechino e da Zeng Yibing dell'accademia di Shenzhen. Usando tecniche della tradizione cinese, gli artisti hanno creato un oggetto del peso di 50 chili, interamente realizzato in oro, giada e pietre preziose. Alto quasi un metro, la statua è la più grande al mondo in metallo pregiato dedicata all'effige del primo presidente della Repubblica Popolare cinese fondatore del Partito Comunista cinese ancora saldamente al potere dopo più di nove decenni.

 

Gli artisti offriranno la preziosissima statua al museo della città di Shaoshan, nello Hunan, che il 26 dicembre 1893 diede i natali al grande Timoniere. I festeggiamenti per marcare quella data sono ormai all'apice, dopo mesi di preparativi e allusioni fin dalle più alte sfere del partito. La piccola Shaoshan, che sorge sulle risiere a terrazza a un centinaio di chilometri dal capoluogo regionale Changsha, ha quest'anno speso più di due miliardi di yuan per rifare le strade, abbellire il paesaggio attorno alla casa natale del grande leader, ammodernare i musei e aprire nuovi percorsi turistici.

 

Nei giorni scorsi il dipartimento di studi sul socialismo con caratteristiche cinese i dell'Università di Pechino ha indetto una conferenza internazionale sul ruolo e l'eredità di Mao Zedong e del maoismo. Alla conferenza hanno partecipato più di sessanta studiosi provenienti dalla Cina e dal resto del mondo. Il museo di Suzhou ha invece inaugurato all'inizio della settimana una mostra dedicata al primo presidente con tributi dei maggiori artisti del paese, che a Mao hanno dedicato pitture tradizionali e composizioni in calligrafia.

 

Molte aspettative per le celebrazioni del centoventesimo anniversario riguardano la nuova leadership e la posizione che il presidente Xi Jinping prenderà in occasione ufficiale. Più di una volta dall'ascesa al potere Xi ha riconosciuto l'importanza del contributo di Mao Zedong allo sviluppo del paese e del Partito, ha esortato i quadri a fare di Mao il loro esempio e i cittadini a tenere a cuore la lezione del timoniere.  A novembre durante un viaggio nello Hunan, però, Xi Jinping ha evitato di recarsi a Shaoshan, la città natale dell'illustre predecessore. Sebbene gli osservatori ritengano che il presidente vi si recherà nella fase finale delle celebrazioni, in molti vi hanno visto un segnale dell'atteggiamento contraddittorio della nuova leadership sulla questione della legittimità.

 

"Xi Jinping ha finora oscillato pericolosamente verso il maoismo, non ha una visione chiara della linea che intende intraprendere e sceglie ora una posizione ora un'altra sulla questione dell'eredità di Mao, che è in realtà dannosissima per il paese" ha dichiarato in precedenza ad AgiChina24 l'economista Mao Yushi, autore di una feroce critica contro l'adulazione di Mao due anni fa.

 

Le voci di critica ad una ricorrenza ideologicamente sorpassata si levano da tutti i campi. Se i neomaoisti propongono di fare del 26 dicembre una festa nazionale, l'opinione pubblica vuole tagliare corto con Mao Zedong e concentrarsi su questioni più urgenti. Su Sina Weibo un utente scrive "Mao certamente non avrebbe apprezzato tanto lusso dei dirigenti di oggi", e un altro "al giorno d'oggi siamo ancora a celebrare il culto della personalità"?

 

Un calendario delle celebrazioni ufficiali degli alti gradi del partito non è ancora stato diffuso.

 

13 dicembre 2013

 

ALTRI ARTICOLI:

 

SMOG, PILOTI MIGLIORINO ATTERRAGGIO NELLA NEBBIA
Tabacco nel mirino: Pechino discute norma anti-fumo

 

TV: 365 SOGNI CINESI, ULTIMA FATICA DELLA PROPAGANDA

 

DEMOLIZIONI: PETIZIONISTI SI AVVELENANO PER PROTESTA

 

INQUINAMENTO, MULTE NEL NORD-EST 

 

A SHENZHEN UNA BABY BOX PER ABBANDONARE I NEONATI

 

ZHOU YONGKANG AGLI ARRESTI DOMICILIAR

 

KERRY: "LIBERATE IL PREMIO NOBEL LIU XIAOBO"
Pechino: Usa fuori dalle questioni cinesi
 

 

SEUL AMPLIA ZONA DI DIFESA AEREA, CINA RAMMARICATA

 

CAMBIAMENTI CLIMATICI, CINA IMPREPARATA ALLE CONSEGUENZE

 

NIENTE PIÙ INGLESE PER ENTRARE ALL'UNIVERSITÀ

 

SMOG COME DIFESA, GLOBAL TIMES CANCELLA L'ARTICOLO

 

TROVARE LA CINA NEL GANDHARA

 

SOGNO CINESE, STUDIOSI A CONFRONTO

 

MANDELA: LA CINA DICE ADDIO AL SUO "VECCHIO AMICO"

 

AIR-POCALYPSE A SHANGHAI, AVVOLTA NELLA NEBBIA

 

HUBEI DCE NO A ONG GAY, OMOSESSUALITA' CONTRO MORALE

 

DEMOLITO IL VILLAGGIO DEGLI ARTISTI, GOVERNO: "EDIFICI ILLEGALI"


SICUREZZA ALIMENTARE: FIRMATO ACCORDO TRA ITALIA E CINA

 

BIDEN, "FERMA POSIZIONE USA SU ZONA DI DIFESA"

 

CINA VIETA A BANCHE OPERAZIONI IN BITCOIN

 

CENTRO RICERCA, PRESTO CINA FERMERÀ PROGRAMMA SPAZIALE

 

NUOVO ESPROPRIO FINISCE IN TRAGEDIA

 

CAMERON DIFENDE MISSIONE IN CINA, CRITICHE DA WEIBO

 

ZONA LIBERO SCAMBIO SHANGHAI, IN TRE MESI LE RIFORME

 

CHIUDE RISTORANTE 'EVANGELICO',ACCETTAVA OFFERTE INVECE DEL CONTO

 

NUOVO PIANO DI URBANIZZAZIONE PARTIRÀ NEL 2014

 

 

@ Riproduzione riservata


每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci