Politica interna

Politica Interna

Diritti umani, Xi non convince
platea internazionale

Diritti umani, Xi non convince<br />platea internazionale


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 15 lug. - Xi Jinping non riscuote successo generalizzato a livello internazionale, e la Cina, secondo molti è ancora indietro su temi come il rispetto dei diritti umani. E' il risultato dell'ultimo sondaggio condotto dal Pew Research Center sulla figura del presidente cinese, che ha assunto la carica nel marzo dello scorso anno, e sull'immagine che il Paese proietta di se stesso all'estero. A meno di diciotto mesi da quando è diventato presidente della Cina, Xi Jinping non ha però deluso le attese degli osservatori più attenti all'economia cinese, che seppure in rallentamento, tocca tassi di crescita tra i più alti al mondo. La crescita economica cinese rimane un fattore positivo tra la maggioranza dei Paesi interpellati dall'istituto di Washington.

Il tasso più alto di fiducia in Xi Jinping si riscuote in Cina, con il 92% della popolazione pro-Xi, mentre il più basso in Giappone, con un magro 6% di consensi. Solo il 28% degli statunitensi interpellati sono poi favorevoli al presidente cinese, che sta conducendo una campagna contro la corruzione per riportare la moralità dentro il Partito Comunista Cinese, ma che ha colpito in diverse occasioni dissidenti e voci del web cinese con leggi che ne limitano la libertà di espressione. Sostanzialmente negativo il giudizio sul presidente cinese tra i Paesi del Sud America, mentre tra quelli africani, Xi Jinping resta una figura positiva.

L'immagine della Cina viene vista con favore dal 49% delle 43 nazioni selezionate per il sondaggio; non favorevoli, il 32%. Per quanto riguarda l'economia, invece, gli interpellati del 53% dei Paesi selezionati per il sondaggio ha dichiarato che la crescente economia cinese è una buona cosa per la loro economia, mentre il 27% pensa, all'opposto, che la crescita economica del Drago danneggi il proprio Paese. In Europa, solo la Gran Bretagna dà un giudizio tendenzialmente favorevole alla Cina, mentre tra i Paesi dell'Unione Europea il rating rimane sostanzialmente negativo. Molto diverso, invece, il giudizio dei Paesi del sud e sud-est asiatico, che in generale ritengono la crescita cinese un fattore positivo. "Mentre l'economia cinese ha continuato a crescere negli anni passati - spiega il rapporto del Pew Research Institute - la Cina ha sviluppato vasti legami economici con le nazioni di tutto il mondo, generando sia una buona reputazione di sé che ansie per la competizione economica".

Contrastato il giudizio generale sui diritti umani nel Paese. Il 36% degli interpellati sostiene che il governo di Pechino rispetti le libertà individuali, contro un 39% che pensa invece il contrario. Questi ultimi sono soprattutto in Occidente, dove vige un sostanziale consenso attorno alla mancanza di diritti nel Paese, mentre molto più a favore sono gli abitanti dei Paesi dell'Asia meridionale e del sud-est. Il 49% degli interpellati ritiene che la Cina possa rimpiazzare in futuro gli Stati Uniti come superpotenza globale, contro il 34% di chi non lo ritiene possibile. Solo per il 29% degli interpellati la Cina è oggi la potenza economica mondiale di riferimento, mentre il 45% ritiene che siano ancora gli Stati Uniti il Paese con lo sviluppo economico maggiore.


15 luglio 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 

 

USA: DA INDUSTRIALE CINESE FURTO INFORMATICO


XI IN SUD AMERICA, ALLA CINA 25 AEREI BRASILIANI

 

INDAGATI DUE ALLEATI EX ZAR DELLA SICUREZZA


PASSA DA MALTA VIA DELLA SETA MARITTIMA DI PECHINO


BANCA CENTRALE INDAGA SU BANK OF CHINA PER RICICLAGGIO DOPO INCHIESTA CCTV


CINA-USA, BANCA CENTRALE PROMETTE YUAN PIU' FLESSIBILE

 

COLOSSO JIHUA GUIDERA' COLOSSO PMI ITALIANE IN CINA

 

DAGONG EUROPE: AREE LIBERO SCAMBIO
UN AIUTO PER IMPRESE STRANIERE

 

YUAN E PROPRIETA' INTELLETTUALE NEI COLLOQUI CINA-USA

 

BANK OF CHINA CONTRO CCTV, NO RICICLAGGIO NEI NOSTRI UFFICI

 

BAIDU TRA LA CINA E SILICON VALLEY

 

INFLAZIONE RALLENTA AL 2,3% A GIUGNO

 

TRA CINA E USA PROVE DI NORMALIZZAZIONE

 

FORTUNE: CINESI 100 SU 500 SOCIETA' TOP AL MONDO

 

SACE IN MISSIONE A SUZHOU PER AIUTARE IMPRESE ITALIANE

 

STATE GRID TRA INNOVAZIONE E INDAGINI ANTI-CORRUZIONE

 

SICUREZZA ALIMENTARE, AL VIA FORUM CINA-ITALIA

 

TROPPA BUROCRAZIA PER EXPORT LATTE ITALIANO

 

DIRITTI UMANI, MERKEL A CINA: "DIALOGO SIA LIBERO"

 

MERKEL IN CINA, ACCORDO PER DUE NUOVI IMPIANTI VW

 

PREMIER, ECONOMIA MODESTA MA IN CRESCITA

 

ANNUS HORRIBILIS PER LA STAMPA DI HONG KONG


MERKEL IN CINA DA SABATO PER INVESTIMENTI

 

COMMERCIO: A SEUL XI RINSALDA L'ALLEANZA

 

YUAN CAMBIO CN DOLLARO PIU' FLESSIBILE

 

F.1: FERRARI INAUGURA SITO UFFICIALE IN CINESE

 

NASCE IL TRIBUNALE SPECIALE PER L'AMBIENTE

 

A DALIAN ZONA SPERIMENTAZIONE RIFORME ECONOMICHE

 

HUAWEI ELETTA NEL BOARD UE PER IL 5G

 

XI A SEUL PER COLLOQUI SU NUCLEARE NORD-COREANO


CNPC-GAZPROM: NESSUNA CONSEGUENZA PER EUROPA

 

ITALIA-CINA RATIFICANO TRATTATO DI COOPERAZIONE GIUDIZIARIA


HK: OLTRE 500 ARRESTI DOPO MANIFESTAZIONI ANTI-CINA

 

PYONGYANG LANCIA DUE MISSILI, XI DOMANI A SEUL

 

CINA-SVIZZERA, OPERATIVO ACCORDO ZONA DI LIBERO SCAMBIO

 

WELCOME CHINESE, CERTIFICAZIONE DI ACCOGLIENZA PER IL TURISTA CINESE

 

AMBASCIATA CELEBRA INIZIO SEMESTRE PRESIDENZA ITALIA UE

 

A PECHINO -10% DI TURISTI, COLPA DELLO SMOG


MILITARI SOSTENGONO EPURAZIONE DI XU CAIHOU


ESPULSO DAL PCC EX NUMERO DUE DELL'ESERCITO

 

YUAN: DUE CLEARING BANKS IN FRANCIA E LUSSEMBURGO

 

XI: LA CINA NON FLETTE I MUSCOLI IN MODO AGGRESSIVO


CINA-TAIWAN: DELEGATO CINESE, "CINA RISPETTA SISTEMA SOCIALE DI TAIWAN"

 

SHANGHAI, PBOC LIBERALIZZA TASSI SU DEPOSITI VALUTA ESTERA

 

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci