Politica interna

Politica Interna

Aumenta del 10,7%
il budget per la difesa

Aumenta del 10,7% <br />il budget per la difesa<br />


di Sonia Montrella

Twitter@SoniaMontrella

 

Roma, 5 mar.- Alla fine, la cifra che la Cina riserva alla difesa e che genera ansia e timore a un folto gruppo di Paesi, è stata rivelata. Dopo un primo rifiuto di ieri della portavoce dell'Assemblea Nazionale del Popolo, il governo ha annunciato oggi che il budget per il 2013 verrà incrementato del 10,7% rispetto allo scorso anno, il che equivale a un totale di 720,2 miliardi di yuan. Fedele dunque a quel trend a doppia cifra che ha scandito il ritmo dell'ammodernamento militare cinese degli ultimi due decenni.
 
Di pari passo cresce anche la spesa destinata alla sicurezza intera che sale al +8,7% rispetto al 2012 e si attesta a 769,1 miliardi di yuan, superando per il terzo anno consecutivo il budget della difesa oltre la Muraglia. Segno che più che il fronte esterno, è quello interno a far dormire sonni agitati ai leader di Pechino, legittimati a governare secondo il modello monopartitico in cambio di benessere e stabilità. Ma questo ovviamente, resta nel campo del non detto.

Esplicita è invece l'intenzione di rendere le forze armate cinesi competitive con quelle delle altre grandi potenze mondiali: "Dobbiamo accelerare il processo di ammodernamento dell'apparato militare al fine di rafforzare le capacità di difesa della Cina" ha detto il premier uscente Wen Jiabao commentando le cifre del budget di fronte agli oltre 2.900 delegati che prendono parte oggi e per prossimi 11 giorni all'Assemblea Nazionale de Popolo, massimo organo legislativo cinese. "Dobbiamo essere in grado di difendere la sovranità e l'integrità territoriale del Paese".

Il riferimento va naturalmente alle controversie territoriali nel Mar Cinese Meridionale - dove Pechino è in lizza con Filippine, Vietnam, Malesia  e Taiwan -  e in quello Orientale in cui il Dragone è in rotta con il Giappone con forti conseguenze sulle rispettive economie per il controllo delle Diaoyu/Senkaku, gruppo di isole disabitate ma – secondo alcune analisi – ricche di risorse energetiche e collocate in posizione geostrategica. In questo Risiko, l'ascesa militare della Cina preoccupa non solo i vicini-concorrenti, ma anche Washington che già da due anni ha reso palese il suo interesse ad affermarsi nell'Asia Pacifico, area in cui si collocano alcune delle rotte commerciali più fruttuose in assoluto.

Caccia invisibili, portaerei di ultima generazione, fregate invisibili ai radar: sono questi i fiori all'occhiello delle forze armate cinesi. Ma Pechino rassicura da tempo che l'ammodernamento ha il solo scopo difensivo. E lo ha ribadito anche ieri la portavoce dell'ANP Fu Ying: "Rafforziamo la nostra capacità di difesa per garantire la nostra sicurezza e non per minacciare le altre nazioni". "Non e' una cosa buona per nessuno al mondo se un grande Paese come la Cina non può proteggere se' stessa" aveva aggiunto Fu, vice ministro degli Esteri e ex ambasciatore in Gran Bretagna, dopo aver seccamente fatto presente che "l'impressione e' che la Cina ogni anno debba rendere noto al mondo come intende rafforzare il suo apparato di difesa e se ha intenzione di aumentare il suo budget". "Rafforzando la sua capacità di difesa – aveva poi continuato - Pechino assicurerà più stabilità nella regione e portare più pace nel mondo". Parole che, forse oggi stridono con quelle del premier Wen Jiabao sulla sovranità territoriale.


 

ARTICOLI CORRELATI


IL 'MANUALE DEI SOGNI' DI XI JINPING


 

ARTICOLI PRECEDENTI

 

05 marzo

 

Anp: crescita nel 2013 al 7,5%, focus su occupazione

 

Aumenta del 10,7% il budget per la difesa

 

Cina sorpassa Usa come importatore di petrolio 

 

04 marzo 

 

Inflazione al 3% nel 2013, prezzi sotto controllo

 

Anp: nessuna indiscrezione sul budget militare

 

Chen Kaige: smog un male per l'umore 

 

01 marzo

 

RALLENTA LA CRESCITA, ECONOMIA STABILE
Indice Pmi manifatturiero ai minimi da settembre

 

Signore della droga,esecuzione in diretta

 

Licenziato Wang Keqing, firma del giornalismo d'inchiesta

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci