Politica interna

Politica Interna

Attentato Kunmimg, plauso
da gruppo separatista Xinjiang

Attentato Kunmimg, plauso <br />da gruppo separatista Xinjiang


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

 

Pechino, 19 mar. - L'attentato  alla stazione di Kunming di sabato 1 marzo, che ha provocato 29 morti e 143 feriti tra i passeggeri in attesa, ha suscitato il plauso del Turkestan Islamic Party (TIP) sigla separatista dello Xinjiang, la vasta regione autonoma del nord-ovest cinese. In un video diffuso dalla società di intelligence statunitense SITE, focalizzata sulle organizzazioni jihadiste, Abdullah Mansour, leader del TIP, ha parlato dell'attentato come di una "offerta molto costosa" indirizzata a Pechino perché riveda le "crudeli" politiche in atto nei confronti della minoranza uighura dello Xinjiang, a cui Mansour si riferisce chiamandolo Turkestan Orientale, nome originario del territorio nord-occidentale cinese di cui i separatisti uighuri rivendicano l'indipendenza dal governo centrale.

Non si tratta di un vero e proprio video di rivendicazione, secondo quanto traspare dalle immagini, ma di sostegno a chi ha commesso l'attentato. "Se i combattenti del Turkestan Orientale stanno combattendo con spade, coltelli e mazze - ha detto Mansour - il nostro caro Allah ci darà l'opportunità di combattere i cinesi usando armi automatiche". I sospetti delle autorità locali di Kunming si erano concentrati sui gruppi separatisti uighuri fin dalle prime ore dopo l'attentato. Quattro degli otto assalitori erano rimati uccisi nel conflitto a fuoco con le forze dell'ordine giunte alla stazione di Kunming, capoluogo della provincia meridionale dello Yunnan. Altri tre membri erano stati catturati della polizia, mentre l'ottavo, una donna, è stata ricoverata in ospedale per le ferite subite. Secondo i primi riscontri, a capo del gruppo di attentatori c'era un cittadino cinese di etnia uighura, Abdurehim Kurban.

SITE, la società di intelligence che ha diffuso il video di Mansour, è la stessa organizzazione che a novembre aveva diffuso il video in cui Mansour elogiava l'attentato in piazza Tian'anmen del 28 ottobre scorso, quando un Suv con a bordo tre cittadini cinesi di etnia uighura aveva travolto 40 passanti che si trovavano nella piazza, uccidendone due, prima di prendere fuoco di fronte all'ingresso della Città Proibita, l'antica sede imperiale cinese. "Sappiate che il sangue di coloro che si stanno uccidendo non è versato invano - ha continuato Mansour nel messaggio diffuso oggi - e il loro sangue porterà altre decine di persone a combattere il jihad".

Lo Xinjiang è territorio di grandi conflitti etnici in Cina. La popolazione originaria, gli uighuri di lingua turcofona e fede musulmana, sono diventati minoranza nel corso degli anni dopo le massicce migrazioni di cinesi han, l'etnia maggioritaria nel Paese, e lamentano forti discriminazioni linguistiche, culturali e religiose e sul loro territorio. Lo scorso anno sono state oltre 110 le vittime accertate degli scontri con le forze dell'ordine nella regione autonoma occidentale cinese. Quest'anno due attentati di grandi dimensioni sono avvenuti in zone di confine con il Kirghizistan, e finora sono morte 23 persone negli scontri etnici che affliggono la regione. L'ultimo scontro risale a due giorni fa: secondo quanto riportato da fonti del governo locale dello Xinjiang, un uomo di etnia uighura che aveva ucciso un poliziotto è stato a sua volta colpito a morte da un agente di polizia locale in uno scontro a fuoco.

 

14 marzo 2014

 

 

LEGGI ANCHE:

 

ATTENTATO KUNMING: UIGHURI CECENI DELLA CINA?

Ambasciata: "Cina vittima di terrorismo" 

 

 

ALTRI ARTICOLI:


MH370, NESSUN TERRORISTA TRA PASSEGGERI CINESI

 

 

 

MICHELLE OBAMA IN CINA TRA DUE GIORNI, FOCUS SU SCUOLA


PARIGI BATTE PECHINO PER SMOG

 

LA SVOLTA DEL CICLO CINESE

 

AMBASCIATORE LI RUIYU: "CINA E ITALIA INSIEME PER SOSTENIBILITA'"

 

MH370, CINA: MALAYSIA ESTENDA RICERCHE
Dai media piogge di critiche al governo malese

 

CRIMEA VOTA SECESSIONE, USA E UE: ILLEGALE, CINA NEUTRALE

 

PBOC RIALZA DA 1% A 2% BANDA OSCILLAZIONE YUAN

 

TWITTER: AD COSTOLO A SHANGHAI, PRIMA MISSIONE IN CINA

 

NORD COREA LANCIA 25 MISSILI NEL MARE DEL GIAPPONE

 

ALIBABA PRONTA PER WALL STREET

 

MUORE IL VESCOVO DI SHANGHAI

 

PECHINO: NEL 2020 POPOLAZIONE URBANA AL 60%

 

MH370: SETTE GIORNI DI IPOTESI, TEORIE ED ERRORI

 

CENSURA WECHAT, WEIBO PRONTA PER QUOTAZIONE IN BORSA

 

BANCA CENTRALE BLOCCA PAGAMENTI DA CELLULARI
In allarme i colossi dell'e-commerce Alibaba e Tencent

 

IN MANETTE LEADER DI WUKAN, ATTIVISTA: ARRESTO SOSPETTO

UOMO ACCOLTELLA 5 PERSONE. POLIZIA: "NON E' TERRORISMO"

NECESSARIO AFFRONTARE IL MALCONTENTO
CHE ALIMENTA IL TERRORISMO

 

B-777 VOLO' PER ALTRE CINQUE ORE,
SATELLITI RAFFORZANO TESI

MALAYSIA: ERRORE IN FOTO SATELLITARI
Pechino insiste: "possibili detriti"

 

CHIUSA L'ANP: PREMIER LI OTTIMISMO SU ECONOMIA

 

ANP, PUGNO DI FERRO CONTRO INQUINAMENTO

 

MAXI ESPLOSIONE IN TUNNEL, 31 MORTI E 9 DISPERSI

 

LI HEJUN: IL MISTERIOSO MILIARDARIO DELLE RINNOVABILI

 

CAPO AVIAZIONE NEGA AEREO SEGUITO FINO A MALACCA

 

UE-CINA: PRESIDENTE XI JINPING A BRUXELLES IL 31 MARZO

 

APRE A PECHINO IL PARCO A TEMA DEGLI UNIVERSAL STUDIOS

 

RENZI IN CINA AD APRILE

 

YU'E BAO, FONDO ALIBABA IN 9 MESI VOLA A 81 MLN DI DEPOSITI

 

ANP: A VIA ISTITUZIONE DI CINQUE BANCHE PRIVATE

 

IBM: 20 LICENZIATI, MA SCIOPERO PROSEGUE


FUKUSHIMA: CINA, “GIAPPONE DIA SPIEGAZIONI SULLA VICENDA”


UCRAINA CINA NO A SANZIONI, ESPERTI "PRENDA POSIZIONE"


CHAORI SOLAR IN BANCAROTTA, PRIMO DEFAULT DAL 1997


APRE IL FONDO MASI, 2500 VOLUMI SULLA CINA


LOU JIWEI, CRESCITA PIL AL 7,5% E' FLESSIBILE

 

CNOOC PUNTA ALL'ARTICO, PRIMA LICENZA IN ISLANDA

 

CRISI UCRAINA: CINA INSISTE SU DIALOGO

 

ATTACCO A KUNMING, CONTROLLO SUI MEDIA

 

MERKEL: NO A VISITA DI XI AI SITI DELL'OLOCAUSTO

 

ANP: OBIETTIVO CRESCITA 7,5% PER IL 2014, +12,2% BUDGET DIFESA E GUERRA A INQUINAMENTO


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci