Politica interna

Politica Interna

Alleato di Zhou Yongkang
espulso dal PCC

Alleato di Zhou Yongkang <br />espulso dal PCC


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Pechino, 9 apr. - È stato espulso dal Partito Comunista cinese e destituito delle cariche pubbliche che ricopriva uno degli uomini politici più vicini all'ex capo degli apparati di Pubblica Sicurezza cinesi, Zhou Yongkang. Lo ha annunciato oggi la Commissione Disciplinare del PCC. L'accusa è quella di "serie violazioni della disciplina e della legge", una delle formule utilizzate per indicare il reato di corruzione. Guo ha ricoperto in passato le cariche di membro del Comitato Permanente provinciale della provincia del Sichuan, nel sud della Cina, di cui è stato anche vice governatore. L'ex funzionario ha lavorato a stretto contatto per almeno dodici anni con Zhou Yongkang, che aveva nel Sichuan la sua base di potere.

Guo si trovava sotto indagine dal giugno scorso, quando ricopriva la carica di presidente dei circoli letterari e artistici della provincia. In base ai riscontri investigativi, scrive l'agenzia Xinhua, Guo "ha utilizzato il suo potere per estorcere profitti da altri, ha accettato una grande quantità di tangenti e regali sia in prima persona che tramite il figlio". Guo avrebbe poi sfruttato il suo potere per aumentare i guadagni dell'attività del figlio, e viene accusato di corruzione morale. Oltre alla rimozione dai pubblici uffici e all'espulsione dal partito, la Commissione Disciplinare ha confiscato i guadagni illeciti dell'ex funzionario del Sichuan.

Quella di Guo Yonxiang è l'ultima epurazione in ordine di tempo di un uomo politico vicino all'ex capo della Pubblica Sicurezza cinese. Tra gli altri nomi di spicco che sono stati di recente defenestrati per i legami con Zhou, ci sono l'ex vice ministro della Pubblica Sicurezza, Li Dongsheng, e l'ex presidente della SASAC, la commissione statale di vigilanza sugli asset delle imprese di Stato, Jiang Jiemin, che ha condiviso assieme a Zhou una lunga carriera nell'industria petrolifera nazionale, fino a ricoprire la carica di presidente di China National Petroleum Corporation (CNPC) il gigante degli idrocarburi cinese.

Zhou Yongkang è stato fino al novembre 2012 membro del Comitato Permanente del Politburo, il massimo organo decisionale della Cina. La sua sorte è ancora ignota dal momento che non ci sono accuse formali nei suoi confronti, anche se alcune voci confermate a dicembre scorso alla Reuters e al New York Times danno l'ex zar degli apparati di sicurezza agli arresti domiciliari. Nell'ultimo periodo le indagini si sono concentrate soprattutto sugli asset a disposizione di circa 300 tra familiari, alleati e amici politici dello stesso Zhou: gli inquirenti, scriveva la Reuters nei giorni scorsi, avrebbero confiscato beni per 90 miliardi di yuan ai suoi protetti, circa 10,5 miliardi di euro, investiti in azioni e obbligazioni su mercati esteri, proprietà immobiliari, automobili e oggetti preziosi.


09 aprile 2014

 


ALTRI ARTICOLI:


HAGEL IN CINA: "MAGGIORE SICUREZZA INFORMATICA"


NAPOLITANO CONFERISCE PREMIO AI VERTICI DI MANDARIN CAPITAL


EX FEDELISSIMO DI BO XILAI SI SUICIDA A CHONGQING


NUOVO ACCORDO AGI-XINHUA SU INFORMAZIONE ECONOMICA

SEGRETARIO DIFESA USA IN VISITA ALLA LIAONING

 

RICERCHE AEREO MALAYSIA, SEGNALI "PROMETTENTI"

 

BANCA MONDIALE RIDUCE PREVISIONI DI CRESCITA CINESE

 

AL VIA PARTNERSHIP ITALO-CINESE PER STUDIO TERREMOTI

 

BERTUCCIOLI-MASINI, "ITALIA E CINA"

 

CHIESA A RISCHIO DEMOLIZIONE, I FEDELI LOTTANO PER SALVARLA


AUTHORITY BANCARIA PIANIFICA STRESS TEST

 

USA A CINA:NO AD AZIONI STILE CRIMEA

 

PROTESTE A MAOMING: 18 FERMI E 26 INDAGATI

 

LE AMBIZIONI RIDIMENSIONATE DI QIANHAI

VARATO PRIMO MINI STIMOLO PER LA RIPRESA DEL 2014

 

K4A E CHANGXING AVIATION, JOINT VENTURE PER 32 MLD DI DOLLARI


MAXI PROCESSO MAFIA, LIU HAN NEGA LE ACCUSE

 

 

MAOMING, LE PROTESTE SI ESTENDONO A CANTON


CINA E FILIPPINE VICINE A CRISI DIPLOMATICA

 


AUTORITA' MALAYSIA: "BUONO INCONTRO CON I CINESI"

 

BENE MERCATI ASIATICI DOPO AUMENTO INDICE PMI

 

BUONANOTTE MALAYSIA 370, LE ULTIME PAROLE DEL PILOTA


WUKAN, RIELETTO LEADER DELLE PROTESTE, SOSPETTA INTERFERENZA

 

XI JINPING IN EUROPA, MOLTI ACCORDI E POCA POLITICA

 

AL VIA IL PROCESSO CONTRO LA MAFIA DEL SICHUAN

 

XI JINPING IN GERMANIA, DAGONG EUROPE:
ECONOMIA CINESE SEMPRE PIÙ APERTA

 

COREA DEL SUD INVIA RESTI VITTIME CINESI GUERRA DI COREA


ONLY ITALIA SIGLA STORICO ACCORDO CON BALLETOWN

 

MH370, NUOVA PISTA PER MALAYSIA E AUSTRALIA

 

IL PRESIDENTE XI JINPING IN EUROPA E LE DIVISIONI TRA BRUXELLES E PECHINO

 

WTO, CINA PERDE DISPUTA SU TERRE RARE

 

 

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci