Finanza

Finanza

Cina osserva crisi greca
ma no accenno a interventi

Cina osserva crisi greca<br /> ma no accenno a interventi


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 
Pechino, 23 giu. - La Cina guarda con attenzione alla gestione della crisi del debito greco e auspica per Atene un'uscita rapida dalla crisi del debito. Lo ha dichiarato oggi il portavoce del Ministero degli Esteri di Pechino, Lu Kang. "Dal punto di vista della Cina - ha spiegato il portavoce - speriamo che la Grecia esca presto dalla crisi in modo da permettere uno sviluppo equilibrato del processo di integrazione dell'Ue". Nessun commento, invece, sulla possibilità che Pechino possa venire in soccorso di Atene con un prestito d'emergenza o con l'acquisto di asset nel caso di un default greco.

Lu Kang ha poi annunciato la presenza del primo ministro cinese, Li Keqiang, al prossimo vertice tra Cina e Unione Europea a Bruxelles, il 29 giugno prossimo. Quella di LI Keqiang sarà la prima visita nell'Unione Europea dopo il cambio della guardia al vertice della Commissione Europea, oggi guidata da Jean-Claude Juncker. Li Keqiang sarà in visita in Europa dal 28 giugno al 2 luglio prossimo, con un tappa anche in Francia, dove è atteso un incontro con i vertici dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) a Parigi. Il meeting dei leader di Cina e Unione Europea sarà anche l'occasione per discutere delle opportunità di investimenti cinesi nel nuovo fondo europeo per gli investimenti strategici da 315 miliardi di euro, che secondo le intenzioni cinesi, potrebbe creare opportunità di investimento nell'Ue nei prossimi anni.

 

23 giugno 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci