Finanza

Finanza

Fmi: yuan più flessibile,
via alle riforme

Fmi: yuan più flessibile,<br />via alle riforme <br />


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 7 mag. - Il Fondo Monetario Internazionale chiede "maggiore flessibilità" allo yuan e "niente ritardi" sulle riforme varate nel novembre 2013 durante il Terzo Plenum del Pcc. E' questo il giudizio contenuto nell'ultimo Regional Economic Outlook per l'Asia e il Pacifico pubblicato oggi. L'istituto diretto da Christine Lagarde chiede al governo di Pechino di ridurre gli interventi sul tasso di cambio del Renminbi e analizza il rallentamento dell'economia cinese, su cui grava "l'eccessiva dipendenza dal settore immobiliare, dall'industria pesante e dalla domanda esterna".

Il richiamo all'apprezzamento dello yuan arriva a poche settimane dall'ultimo appello del Dipartimento del Tesoro statunitense. Nel dibattito sull'apprezzamento dello yuan, da molti analisti considerato sottovalutato, era intervenuto lo stesso premier cinese Li Keqiang che aveva spiegato la posizione di Pechino in un'intervista rilasciata il mese scorso al Financial Times: la Cina, aveva detto, non intende innescare una guerra valutaria, che produrrebbe uno scenario di corsa la ribasso tra le principali valute globali. Sul piano delle politiche per lo sviluppo, il Fmi chiede l'attuazione "senza ritardi" delle riforme approvate nel 2013, durante il Terzo Plenum del Pcc per uno sviluppo sostenibile, soprattutto nelle aree del fisco, della finanza, delle imprese di Stato e della registrazione familiare, lo hukou. Per il 2015, il Fmi conferma l'aspettativa di crescita del 6,8%, e del 6,3% per il 2016, mentre la prospettiva per il 2017 è fissata al 6%, stima confermata anche per gli anni successivi.

"La sfida per la Cina - scrive il Fmi nel rapporto - è quella di trovare nuovi motori per la crescita e contemporaneamente gestire le vulnerabilità generate dalle precedenti politiche". Per raggiungere una crescita sostenibile, la Cina deve permettere al mercato di giocare un ruolo decisivo nell'allocazione delle risorse ed evitare i rischi del settore finanziario, cominciando dal contenimento del settore bancario ombra. L'obiettivo è quello di "assicurare un percorso di crescita stabile, anche se a ritmi inferiori rispetto agli anni passati". Nell'analisi regionale, l'Asia nel suo insieme continuerà al crescita a ritmi sostenuti, con un'espansione della propria economia del 5,5% nei prossimi due anni. Più contenuta la crescita a livello mondiale, con una stima del 3,5% nel 2015 e del 3,7% per l'anno prossimo.

7 maggio 2015

 

ALTRI ARTICOLI:

 

CINA-UE, MOGHERINI: AUMENTARE COOPERAZIONE IN AREE DI CRISI

 

INDICE PMI SERVIZI AL TOP DEL 2015

 

STOP RISCALDAMENTI CARBONE IN CITTA' ENTRO IL 2020


CINA-UE: PARTNERSHIP GLOBALE SEMPRE PIÙ VICINA

 

CINA-UE, MOGHERINI: "MEDITERRANEO E MIGRANTI IN DIALOGO STRATEGICO"

 

AL VIA LIBERALIZZAZIONE PREZZI FARMACI DA GIUGNO

 

MODI IN VISITA IN CINA DAL 14 AL 16 MAGGIO

 

CINA APRE MERCATO BOND AGLI STRANIERI

 

AVVICENDAMENTI AL VERTICE PER 'GIGANTI' DELL'ENERGIA

 

CINA-TAIWAN: XI JINPING INCONTRA ERIC CHU (KMT)

 

EXPO: XI JINPING, NUTRIRE E' LA MISSIONE DELLA CINA

 

EXPO MILANO 2015: CINA FRA TRADIZIONE CULINARIA E PROGRESSO TECNOLOGICO

 

MC DONALD'S: MAXI MULTA PER INQUINAMENTO A SIMPLOT

 

TIBET: OLTRE 4MILA EVACUATI DOPO TERREMOTO NEPAL

 

GENTILONI A CHONGQING, POLO "CRUCIALE" SU VIA DELLA SETA

 

GENTILONI IN CINA, 4 INTESE RINSALDANO PARTNERSHIP

 

IL GLORIOSO MARCHIO DE TOMASO NELLE NANI DEI CINESI DI IDEAL

 

TERREMOTO NEPAL, SALGONO A 25 LE VITTIME CINESI IN TIBET

 

GENTILONI IN CINA, FIRMATI 4 ACCORDI SU SCIENZA, CULTURA E SICUREZZA

 

NEPAL: IN CINA 12MILA EVACUATI, CONDOGLIANZE XI A KATHMANDU

 

MEDIA: CONGLOMERATI DI STATO VERSO IL TAGLIO

 

PREMIER: STRUMENTI DI MACROECONOMIA CONTRO RALLENTAMENTO

 

CINA-TAIWAN: INCONTRO AL VERTICE PCC-KMT A MAGGIO

 

STORICA SENTENZA, NO PENA MORTE A UXORICIDA PER ABUSI

 

BANCA CENTRALE: OLTRE 300 MLD EURO PER LOTTA A SMOG


CARTE DI CREDITO STRANIERE POTRANNO APRIRE UFFICI CLEARING

 

XI JINPING INCNTRA ROHANI: "ACCORDO GIUSTO SUL NUCLEARE

 

 


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci