Finanza

Banca centrale taglia tassi
e tetto riserve banche

Banca centrale taglia tassi <br />e tetto riserve banche


Pechino, 23 ott. - La banca centrale cinese ha tagliato dello 0,25% i tassi di interesse a un anno sui prestiti e sui depositi, portandoli rispettivamente al 4,35% e all'1,50%. Le misure avranno effetto a partire da domani. L'istituto ha inoltre abbassato di mezzo punto percentuale il tetto di riserva obbligatorio per le banche, che passa cosi' al 17,50% per gran parte delle maggiori societa'. La misura mira ad ampliare la liquidita' delle banche. Sia il taglio dei tassi che quello delle riserve obligatorie delle banche sono misure di allentamento della politica monetaria che mirano ad aiutare l'economia, che e' in rallentamento. Il taglio dei tassi è il sesto da novembre, mentre la riduzione delle riserve bancarie è la quarta da un anno.


La Cina intende fare un uso "ragionevole" del taglio dei tassi di interesse e della riduzione delle riserve obbligatorie delle banche per aiutare l'economia, ha assicurato in un'intervista alla radio, il premier, Li Keqiang, lasciando intendere che Pechino vuole allentare ulteriormente la sua politica monetaria.


Sulla scia delle manovre cinesi e dopo che ieri la Bce ha lasciato intendere di essere pronta a varare nuovi stimoli a dicembre, il prezzo del petrolio torna in rialzo.Sul circuito elettronico i future sul Light crude Wti crescono di 28 cent a 45,67 dollari e quelli sul Brent avanzano di 39 cent a 48,47 dollari. Intanto le
borse europee svettano: Londra avanza dell'1,43%, Francoforte corre a +3,07%. Piu' lenta Milano che sale solo dell'1,13%, appesantita da Unicredit e Luxottica. Parigi cresce del 2,86% e Madrid dell'1,67%.


L'euro scende sotto quota 1,10, ai minimi da due mesi, dopo il taglio del costo del denaro in Cina e sulla scia della Bce, che ha aperto la porta a una revisione al rialzo del Qe a dicembre. La moneta europea passa di mano a 1,1049 dollari, dopo aver toccato un minimo da due mesi di 1,1026 dollari. Euro/yen a 133,53 e dollaro/yen a 120,85.


Wall Street apre invece in rialzo, con il Nasdaq che svetta, in aumento del 2,06% a 5.021 punti.A fare da traino ai titoli Usa è la mossa di Pechino che ha tagliato i tassi e le riserve delle banche. Il Dow Jones avanza dello 0,33% a 17.546 punti e lo S&p guadagna lo 0,77% a 2.068 punti.


23 OTTOBRE 2015

 

 

ALTRI ARTICOLI

 


LONDRA APPOGGIA PATTO DI LIBERO SCAMBIO CINA-UE


BCE: DRAGHI, ESPOSIZIONE UE VERSO CINA NON E' SIGNIFICATIVA

 

XI A LONDRA, NUCLEARE IN AGENDA

 

ALIBABA APRE UFFICIO A MILANO, CIPRIANI FORESIO ALLA GUIDA


FILIPPINE: UCCISI DUE DIPLOMATICI CINESI A CEBU

 

ESPLOSIONE IN IMPIANTO CHIMICO, TUTTI MORTI I NOVE DISPERSI


TESORO USA, YUAN NON PIU' SOTTOVALUTATO

 

XI IN GRAN BRETAGNA, ACCORDI PER 46 MILIARDI DI DOLLARI

 

CHINA ENTREPRENEUR CLUB, "L'ITALIA CONOSCE POCO IL MERCATO CINESE"

 

RALLENTA PIL III TRIMESTRE, +6,9%, AL MINIMO DAL 2009

 

ICBC: DOPO MILANO SBARCA ANCHE A ROMA

 

FCA, AL VIA LA PRODUZIONE DI JEEP CHEROKEE A CHANGSHA

 

IMPRENDITORI CINESI, «GOVERNO RENZI CI HA CONVINTI»

 

XI PARTE PER LA GRAN BRETAGNA,
MA (ALIBABA) CONSIGLIERE DI CAMERON

 

PREVISIONI CRESCITA AL RIBASSO


SICUREZZA ALIMENTARE, A PECHINO DIALOGO SINO-ITALIANO

CINA-INDONESIA: 5,5 MLD DI DOLLARI PER ALTA VELOCITA'

INVESTIMENTI ALL'ESTERO IN SALITA

 

NUOVI PRESTITI IN RMB, 9900 MILIARDI NEI PRIMI TRE TRIMESTRI

 

XU ZHONG NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DELL'ARENA DI VERONA

 

CINA PERDE APPELLO WTO CONTRO UE E GIAPPONE SU ACCIAIO

VERSO IL QUINTO PLENUM DEL PCC
I temi e i protagonisti

 

CRESCE L'INFLAZIONE A SETTEMBRE, +1,6%

 

GLOBAL WEALTH REPORT: CLASSE MEDIA CINESE LA PIU' NUMEROSA


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci