Economia

Economia

LOU JIWEI: CRESCITA STABILE, NO A ULTERIORI STIMOLI

LOU JIWEI: CRESCITA STABILE, NO A ULTERIORI STIMOLI


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest


Pechino, 22 set. - La Cina non cambierà la propria linea di politica economica per qualche indicatore economico in ribasso e non verranno approvati investimenti su larga scala nelle infrastrutture, come accaduto negli anni immediatamente successivi all'inizio della crisi economica globale. Lo ha dichiarato il ministro delle Finanze cinese, Lou Jiwei, a margine di un summit dei ministri dell'economia  e dei governatori delle banche centrali del G20 che si è tenuto a Cairns, in Australia. La notizia è apparsa sul sito web della People's Bank of China, la banca centrale cinese.

Gli ultimi dati economici hanno mostrato un protrarsi del rallentamento dell'economia cinese, in particolare nella produzione industriale, scesa al 6,9% ad agosto, ai minimi da sei anni. Anche l'aggregato finanziario sociale, che include prestiti e rifornimenti monetari, è sceso ai livelli più bassi degli ultimi sei anni, ad agosto scorso, dopo un altro calo a luglio, a quota 273,1 miliardi di yuan, (34,6 miliardi di euro) ai minimi da ottobre 2008. La banca centrale ha iniettato, la scorsa settimana, 500 miliardi di yuan (63,3 miliardi di euro) attraverso le cinque maggiori banche cinesi, ma la fiducia delle imprese verso la situazione dell'economia e la richiesta di prestiti da parte dei privati sono ancora deboli.

In base a un sondaggio periodico compiuto dalla stessa banca centrale, la fiducia delle imprese è in calo di 1,3 punti rispetto al secondo trimestre 2014, e la richiesta totale di prestiti è in calo del 4,9%, ai minimi dal terzo trimestre 2012. In parte, scriveva ieri il Financial Times, il calo nella domanda di prestiti è da ricercare nell'aumento del rapporto tra il debito e il prodotto interno lordo, cresciuto al 251% a fine giugno, secondo le stime di Standard Chartered, e in costante aumento rispetto al dato del 2008, quando era del 147%.

A ridare alcuni segnali di ripresa è la valuta cinese. Dopo le dichiarazioni dall'Australia del ministro delle Finanze lo yuan guadagnava terreno a metà seduta a Shanghai, scambiato a 6,1384 contro il dollaro, dopo avere ceduto lo 0,11% settimana scorsa. In lieve aumento anche a Hong Kong, dove lo yuan è a quota 6,1410 sul biglietto verde. Gli obiettivi principali nelle linee di macro-economia, ha assicurato Lou Jiwei, rimangono quelli della crescita stabile del tasso di impiego e il contenimento dell'inflazione.

 

22 settembre 2014

 

ALTRI ARTICOLI

 

DEBUTTO RECORD A WALL STREET PER ALIBABA


XI JINPING IN INDIA, FIRMATI 12 ACCORDI

 

TIFONE KALMAEGI COLPISCE LO YUNNAN, 395 INTRAPPOLATI

 

ALIBABA PUNTA A IPO RECORD, MA POCO CONOSCIUTA IN USA

 

PBoC IMMETTE 500 MLD YUAN IN GRANDI BANCHE

 

POSSIBILE VISITA DI KIM JONG UN IN CINA


IL CONFUCIO COMPIE 10 ANNI, A ROMA UNA SERIE DI EVENTI

 

ALIBABA PUNTA A IPO RECORD, MA POCO CONOSCIUTA IN USA

 

XI NELLE MALDIVE: MODERNA "VIA DELLA SETA MARITTIMA" PER UNIRE EUROPA ASIA E CINA

 

FTZ SHANGHAI, A UN ANNO DELUSE LE ASPETTATIVE

 

CHATTARE SENZA SCONTRARSI, CORSIA PER MALATI DA SMARTPHONE

 

ESODO DI MILIARDI CINESI ENTRO 5 ANNI

 

ATTENTATO DI KUNMING, AL VIA PROCESSO


PECHINO SVELA NUOVO SISTEMA MISSILISTICO

 

XI JINPING: "NECESSARIO DIALOGO IN UCRAINA"

 

EX ALLEATO DI ZHOU YONGKANG ESPULSO DAL PCC

 

DAVOS: PREMIER LI DELUDE I DELEGATI

 

AL VIA I LAVORI DEL FORUM DI DAVOS A TIANJIN

 

ALLO STUDIO UN'APP ANTI-SUICIDIO

 

TERMINA VISITA RICE, POLEMICHE SU SORVEGLIANZA MARITTIMA

 

I SIMPSON ARRIVANO IN CINA, IN STREAMING SU SOHU

 

EUROSAM IN VANTAGGIO SU CPMIEC PER SISTEMA DI DIFESA AEREA TURCO

 

CINA E RUSSIA PIU' VICINE DOPO LE SANZIONI USA

 

CAMBI: YUAN AI MASSIMI DA 6 MESI

 

NOZZE GAY PER CONSOLE BRITANNICO A SHANGHAI

 

LA CRESCITA DELL'AVANZO MERCANTILE CINESE

 

SURPLUS COMMERCIALE DA RECORD AD AGOSTO, +77,8%

 

SUSAN RICE A PECHINO, OBAMA A NOVEMBRE IN CINA

 

CAMERA COMMERCIO UE: ATTUARE RIFORME CRUCIALI

@ Riproduzione riservata

 

 

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci