Diritto

Diritto

HK: transessuale ottiene
l'ok a sposare compagno

di Giulia Giannasi

Roma, 13 mag.- La sentenza emessa oggi dalla Corte Suprema segna un punto di non ritorno per il diritto e per la società di Hong Kong: la signorina W., 37 anni, transessuale, è a tutti gli effetti considerata una donna e in quanto tale ha il pieno diritto di sposare il suo compagno.

Il verdetto della corte manda un messaggio forte e chiaro: nella Hong Kong multiculturale di oggi il matrimonio, inteso come istituzione sociale, deve evolversi per stare al passo con i cambiamenti della società. E se un tempo procreare era il fine ultimo dell'unione tra due persone, oggi ha "significativamente perso d'importanza"; viene meno, dunque, la motivazione principale che spingeva a considerare il matrimonio come possibile solo tra persone di sesso opposto.

La rivoluzionaria sentenza prosegue affrontando il problema del consenso popolare: "il fatto che ci sia o meno, nell'opinione pubblica di Hong Kong, il consenso al matrimonio per i transessuali non è rilevante", perché una decisione presa basandosi sul consenso popolare su un argomento di questo tipo, che rientra nell'ambito della tutela dei diritti delle minoranze, sarebbe "ostile in linea di principio".

Il verdetto è stato raggiunto con 4 voti a favore ed un solo voto contrario, quello del giudice Patrick Chan Siu-Oi, che ha giustificato la sua decisione adducendo proprio la motivazione del consenso popolare: "permettere ad un transessuale di sposarsi comporterebbe un cambiamento radicale della concezione tradizionale di matrimonio," ha dichiarato, aggiungendo che non ci sono prove che la società sia pronta per un cambiamento del genere e che una simile decisione dovrebbe giungere dopo una pubblica consultazione.

La vittoria in appello della signorina W. arriva dopo due sconfitte. La sezione 21 dell'Ordinanza sul Matrimonio stabilisce infatti che esso è da considerarsi esclusivamente come unione tra un uomo e una donna, e la richiesta era stata respinta sulla base del fatto che sul certificato di nascita (che, secondo le leggi di Hong Kong, non può essere cambiato) la signorina W. risulta di sesso maschile. "Da quando mi sono sottoposta all'operazione, cinque anni fa, sono stata trattata come una donna e come tale ho vissuto sotto tutti gli aspetti tranne che per uno: non potevo sposarmi," ha dichiarato W., e la sentenza le ha dato ragione: "pensiamo che sarebbe fondamentalmente ingiusto impedire ad una persona transessuale come W. di sposarsi secondo il proprio nuovo genere, classificandola così come una pseudo-donna". La sezione dell'Ordinanza sul matrimonio è stata dichiarata "anticostituzionale".

La Corte ha deciso di lasciar passare dodici mesi prima che l'ordinanza entri effettivamente in vigore, così che il governo abbia il tempo di decidere se legalizzare o meno il matrimonio per le persone transgender e transessuali. Stupisce il fatto che nella Cina continentale,  tradizionalmente considerata meno al passo coi tempi rispetto all'ex colonia britannica, i matrimoni di questo tipo sono legali già dal 2003.


E a questo proposito, su Weibo, la penna sarcastica di Liu Shengjun, cronista di Caixin ed editorialista del Financial Times, ha voluto andare in soccorso dei "poveri funzionari di nuova era" con un "manuale di sopravvivenza nel quale insegna loro a nascondere le prove della loro corruzione. In primo luogo, sostiene il giornalista, i funzionari dovranno imparare a parlare a braccio in pubblico, poi devono assicurare la solidarietà tra le amanti. Non meno importante è stare attenti alla trappola delle proprietà, intestando gli immobili alle persone giuste, ovvero quelle non riconducibili all'interessato. I giornalisti sono dei nemici e, dunque, la migliore arma è "mantenere il sangue freddo di fronte a loro". Ultimi due consigli per i 'perfetti funzionari di nuova era': imparare a navigare in incognito sul web  e pregare ogni giorno.

 

 

ALTRI ARTICOLI


I dubbi cinesi su Okinawa, monta l’ira del Giappone

Ai Weiwei: incidente latte in polvere ispira ultima fatica

Caso Chen Guangcheng: sotto attacco i familiari

La misteriosa morte di Yuan Liya

Xi Jinping a Netanyahu, riprendere processo di pace

Cina, nuovo arbitro nel Medioriente?

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci