In evidenza

DA BRADANINI PREMIO GILLO PONTECORVO A ZHANG XUN

DA BRADANINI PREMIO GILLO PONTECORVO A ZHANG XUN


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 1 dic. - E' stato consegnato questa mattina, ora locale, il premio Gillo Pontecorvo a Zhang Xun, ex presidente della China Film Co-production Corporation (CFCC), l'ente cinese che si occupa del coordinamento delle co-produzioni cinematografiche con i Paesi stranieri, tra i quali Stati Uniti, Australia e i Paesi dell'Ue, compresa l'Italia. Tra i film più famosi prodotti da Zhang Xun c'è anche "La tigre e il dragone", per la regia di Ang Lee. Nel suo discorso di ringraziamento e di accettazione del premio, come esempio di collaborazione tra Cina e Italia, Zhang Xun ha citato "L'ultimo imperatore" per la regia di Bernardo Bertolucci.

La cerimonia è avvenuta presso l'ambasciata d'Italia a Pechino. Il premio è stato consegnato a Zhang dall'ambasciatore d'Italia in Cina, Alberto Bradanini, che in un breve discorso ha ricordato la figura di Gillo Pontecorvo e la genesi del premio a lui dedicato. "Zhang Xun si è caratterizzata per un impegno continuo nella produzione delle collaborazioni tra la Cina e diversi altri Paesi - ha commentato l'ambasciatore a motivazione della scelta - e oggi potrà aggiungere il premio Gillo Pontecorvo al suo palmares di riconoscimenti ottenuti".

Zhang Xun si è detta commossa per il premio, sfiorando le lacrime in alcuni momenti del discorso, e ha ringraziato l'ambasciata per il riconoscimento. "Quando si fanno film di co-produzione internazionale - ha spiegato Zhang - occorre fare film che abbiano un certo livello, e per riuscire a creare questo livello occorre fare del proprio meglio. Ognuno dei film che ho prodotto è come se fosse un figlio mio, perché lo seguo dall'inizio, da quando ricevo lo script, e in tutti i vari passaggi successivi". Zhang ha poi dedicato il premio ricevuto a tutto il cinema cinese, e ai colleghi che hanno lavorato con lei per anni negli uffici della CFCC. Zhang Xun è oggi presidente dello Yunnan Film Group, che ha sede nella provincia meridionale cinese dello Yunnan.

"Sono rimasta molto impressionata dall'architettura italiana e dalla sua storia profonda - ha dichiarato ad Agichina, Zhang Xun - Tra i film italiani che mi sono piaciuti di più c'è Nuovo Cinema Paradiso, di Giuseppe Tornatore, un regista che assieme a Gillo Pontecorvo ha influenzato molto il cinema cinese. Abbiamo avuto una cooperazione di successo ai tempi dell'Ultimo Imperatore di Bertolucci, ma ora dobbiamo trovare nuove forme di cooperazione per il futuro". Le co-produzioni per la produzione di film storici devono oggi lasciare spazio a un nuovo tipo di film da realizzare congiuntamente tra Italia e Cina, ha spiegato ancora Zhang Xun. "Ora dobbiamo trovare storie che abbiano più a che vedere con la vita quotidiana della persone, storie improntate al realismo narrativo - conclude Zhang Xun - Attraverso la cooperazione riusciamo a comprenderci meglio a vicenda e possiamo realizzare una fusione tra le due culture e accettare le differenze culturali".

01 dicembre 2014
 
  

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci