In evidenza

CINA INVESTE NEL PIANO UE DA 315 MLD DI EURO, INTESA SUL 5G

CINA INVESTE NEL PIANO UE DA 315 MLD DI EURO, INTESA SUL 5G


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 28 set. - La Cina sarà il primo Paese non europeo a contribuire al piano per gli investimenti strategici nell'Unione Europea. La decisione è arrivata oggi, a Pechino, durante il Quinto Dialogo di Alto Livello Economico e Commerciale tra Cina e Unione Europea a cui hanno preso parte il vice presidente della Commissione Europea, Jikry Katainen, e il vice primo ministro cinese, Ma Kai. Durante l'incontro tra gli alti funzionari, Pechino e Bruxelles si sono detti d'accordo nel creare un gruppo di lavoro congiunto per aumentare la cooperazione tra Cina e Unione Europea in tutti gli aspetti di investimento del quale faranno parte esperti del Fondo per la Via della Seta, della Commissione Europea e della Banca Europea per gli Investimenti.
 
Cina e Ue hanno poi firmato un memorandum d'intesa per la piattaforma di connessione tra le due parti, con l'obiettivo di aumentare la collaborazione nelle aree delle infrastrutture, delle tecnologie e degli standard tra l'iniziativa cinese della "One Belt One Road" e la linea europea del Trans-European Transport Network che avrà come scopo quello di "creare molteplici opportunità di affari e promuovere l'impiego, la crescita e lo sviluppo di entrambe le parti", in collaborazione con la Banca Europea per gli Investimenti. Quest'ultimo punto è stato anche tra gli argomenti di discussione che il vice presidente della Commissione ha avuto oggi con il primo ministro cinese, Li Keqiang. L'Unione Europea ha poi incoraggiato la collaborazione tra la Cina e la European Bank for Reconstruction  and Development. "Questo è il momento opportuno per investire in Europea - ha sottolineato Katainen dopo l'incontro con il vice premier cinese, Ma Kai - e sono lieto che la Cina abbia annunciato l'intenzione di contribuire al piano di investimenti".
 
Cina e Ue hanno poi firmato oggi una partnership sulla ricerca e sull'accesso al mercato per lo sviluppo della tecnologia 5G, la nuova generazione di network per le comunicazioni. L'accordo è stato firmato dal Commissario Europeo per l'Economia e la Società Digitale, Gunther Oettinger, e dal ministro dell'Industria e dell'Information Technology cinese, Miao Wei. Le due parti si impegnano a raggiungere un'intesa sul concetto, le funzionalità di base, le tecnologie e  suun piano di tempistica per il 5G.Cina e Ue si impegnano, poi, a esplorare le possibilità di ricerca congiunte e a promuovere un standardizzazione globale del 5G. Pechino e Bruxelles collaboreranno nell'area dell'Internet of things, l'industria che si occupa della connessione degli oggetti per favorire il risparmio e l'ottimizzazione delle risorse, un'area che in Cina vale oggi 580 miliardi di yuan, circa novanta miliardi di dollari, secondo gli ultimi calcoli ufficiali diffusi settimana scorsa.

 

 

28 OTTOBRE 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci