Dossier

TENSIONI CINA-GIAPPONE

GUARDIA COSTIERA CINESE IN ACQUE CONTESE, ABE VUOLE COLLOQUIO CON PECHINO

GUARDIA COSTIERA CINESE IN ACQUE CONTESE, ABE VUOLE COLLOQUIO CON PECHINO


Aggiornamento 29 giugno


CINA-GIAPPONE: VICE MINISTRO ESTERI TOKYO VOLA A PECHINO


Roma, 29 giu.- Il vice ministro degli Esteri giapponese vola a Pechino per distendere i rapporti. Akitaka Saiki sarà nella capitale cinese lunedì e martedì per incontrare a colloquio alcuni funzionari giapponesi e abbassare i toni tra le due potenze asiatiche diventati forti a causa delle dispute territoriali che vedono Pechino e Tokyo scontrarsi per il controllo dell'arcipelago delle isole Diaoyu. Nessun dettaglio sull'agenda di Saiki è stato reso noto dal portavoce del ministero degli Esteri nipponico. Il primo ministro Shinzo Abe ha di recente espresso il desiderio di aprire un dialogo, sebbene nel frattempo il Giappone abbia aumentato la sua assertività nelle acque.

 


 di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 26 lug. - Il governo giapponese chiede colloqui ad alto livello con Pechino, dopo che questa mattina una nave della Guardia Costiera cinese è entrata nelle acque territoriali delle isole contese tra i due Paesi, a soli 73 chilometri di distanza dall'arcipelago disabitato nel Mare Cinese Orientale. Il primo ministro di Tokyo Shinzo Abe ha chiesto che il dialogo tra i ministri degli Esteri sia "senza precondizioni" e che avvenga "il prima possibile".

 

Le schermaglie tra i due Paesi si sono intensificate nei giorni scorsi, con due novità sostanziali: mercoledì scorso, un aereo militare cinese aveva solcato i cieli tra l'Okinawa e l'isola di Miyako, violando per due volte lo spazio aereo di Tokyo. In risposta, l'aeronautica giapponese aveva alzato in volo i suoi caccia. Il giorno dopo un portavoce del ministero della Difesa di Pechino aveva minimizzato l'incidente spiegando che il sorvolo dello spazio aereo giapponese faceva parte di una normale esercitazione e che non erano state violate regole. sempre mercoledì, quattro navi della Guardia Costiera cinese si erano avvicinate, ma senza entrarvi, alle acque territoriali delle isole Senkaku, sotto amministrazione giapponese, ma rivendicate anche da Pechino con il nome di Diaoyu.

 

Quella di oggi, è la prima volta che una nave della Guardia Costiera cinese entra nelle acque territoriali dell'arcipelago nel Mare Cinese Orientale: fino ad ora, tutte le incursioni cinesi sono avvenute ad opera di motovedette della sorveglianza marittima. Abe ha voluto sottolineare nel suo discorso anche i legami economici dei due Paesi e la volontà di potere avere un dialogo sincero con i leader cinesi, a poche ore dai dubbi sollevati dal ministero della Difesa sulle intenzioni di Pechino. In un rapporto di oggi, il ministero della Difesa giapponese propone di aumentare la capacità di deterrenza delle proprie forze armate e di rispondere ad attacchi di missili balistici con la possibilità di colpire le basi nemiche, anche se mai in funzione preventiva. L'annuncio avviene a tre giorni dalla creazione di una nuova agenzia per il coordinamento delle forze navali cinesi, che si occuperà della sorveglianza marittima e di altre funzioni, come quella di assistenza ai pescherecci e la lotta al contrabbando.

 

Negli ultimi giorni, anche per motivi elettorali, Abe aveva mantenuto un profilo severo nei confronti delle mire territoriali cinesi sulle Senkaku/Diaoyu. Nei giorni scorsi aveva incontrato i marinai di stanza all'isola Ishigakijima, avamposto meridionale del Mare Cinese Orientale e aveva detto che il Giappone non avrebbe fatto concessioni alla Cina sulle dispute di sovranità territoriale. La tensione tra Cina e Giappone sul'arcipelago disabitato è tornata a salire nel settembre scorso, dopo che Tokyo aveva annunciato la nazionalizzazione delle isole contese, provocando la reazione indignata di Pechino e numerose proteste in molte città cinesi.


ARTICOLI CORRELATI

 

Aereo sopra Giappone, Cina: "Solo normale esercitazione"

 

Aereo cinese sopra spazio Tokyo, decollano caccia

 

Cina-Giappone: Abe, nessuna  concessione isole contese


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci