" /> agiChina - Pechino ammette esistenza <br />"villaggi del cancro"<br />

Sanità

Sanità

Pechino ammette esistenza
"villaggi del cancro"

Pechino ammette esistenza <br /> villaggi del cancro <br />


di Martina Ferrone

 

Pechino, 22 feb. - Anni dopo le prime denunce, il governo di Pechino ha riconosciuto l'esistenza in Cina dei cosiddetti 'villaggi del cancro', aree così inquinate da registrare una maggiore incidenza di tumori.  L'utilizzo del termine in un documento ufficiale, probabilmente una 'prima volta' assoluta, arriva mentre aumenta il malcontento popolare per lo smog crescente, il precario smaltimento dei rifiuti industriali e le conseguenze spesso devastanti del rapido sviluppo industriale del gigante asiatico.

 

Materiali chimici tossici e nocivi hanno creato una seria di emergenze nell'acqua e nell'atmosfera e certi luoghi sono considerati 'villaggi del cancro'", si legge in una relazione del governo che delinea il piano quinquennale di sviluppo. Nel documento, il ministero dell'Ambiente non spiega né dà una definizione tecnica del termine, ma riconosce che la Cina utilizza "prodotti chimici tossici e nocivi" vietati nei Paesi sviluppati e che "costituiscono un danno potenziale e di lungo termine per la salute umana e l'ambiente".

 

Nel 2009 un giornalista cinese diffuse su Internet una mappa che indicava decine di 'villaggi del cancro'. Venerdì, Wang Canfa, avvocato ambientalista, che gestisce un centro di assistenza a Pechino per le vittime dell'inquinamento, ha affermato che questa è la prima volta che l'espressione "villaggi del cancro" appare in un documento ministeriale. " Questo testimonia che il ministero dell'ambiente ha riconosciuto che l'inquinamento ha causato il cancro", ha dichiarato, "inoltre, dimostra che il problema dell'inquinamento ambientale che causa danni alla salute, ha ricevuta la giusta attenzione".

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Nuotata da 30mila yuan nel fiume inquinato

 

Esperto: "Smog di Pechino più spaventoso della Sars

 

Pechino si ammanta ancora di grigio, cancellati i voli

 

Inquinamento: Pechino non respira più 

 

Inquinamento killer: 8.600 morti nel 2012

 

Wwf, ambiente: la Cina è a un bivio

 

Vittoria ambientalista a Shifang, no alla fabbrica

 

 

 

 

ARTICOLI PRECEDENTI

 

22 febbraio


I cento giorni (e i due volti) di Xi Jinping

 

Cina sconvolta da parole di Abe al Washington Post

 

Pechino ammette esistenza "villaggi del cancro"



Elezioni italiane viste dall'Esquilino
GLI ELETTORI CINESI STRIZZANO L'OCCHIO AL CENTRO-DESTRA

 

Elezioni italiane viste dal Pechino
IL NUOVO GOVERNO ITALIANO? PURCHE' PIACCIA ALL'EUROPA


21 Febbraio


Foxconn congela assunzioni, "calo ordini iPhones5"

 

Bo Xilai in sciopero della fame, non collabora

 

Mosca, prima tappa da neo presidente per Xi Jinping

 

Usa: lotta a spionaggio, Cina nel mirino

 

Il futuro della Banca Centrale. Dopo Zhou ancora Zhou

 

20 febbraio

 

Investimenti esteri, a gennaio ai minimi dal 2009   

 

 Nuotata da 30mila yuan nel fiume inquinato

 

Ministero difesa: infondate accuse di spionaggio

 

Il punto sull'economia - CINA AL BIVIO

 

19 febbraio

 

Usa, esercito cinese dietro attacchi hacker

 

Salpa nel 2016 il Titanic Made in China

 

Calciopoli, 33 radiati per partite truccate

 

18 febbraio

 

Cina auspica futura intesa con Vaticano

 

Auto "speciali" nel mirino di Weibo 

 

Jester: il casino senza soldi di Hainan

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci