Real estate

Real Estate

OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO NELL'IMMOBILIARE ITALIANO

OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO NELL IMMOBILIARE ITALIANO


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Pechino, 28 gen. - Il settore immobiliare italiano è stabile e offre grandi prospettive per gli investitori cinesi. E' il messaggio del "Seminar on real estate investment in Italy", evento organizzato dal gruppo World Capital, attivo nel realestate, in collaborazione con l'ambasciata italiana in Cina sulle possibilità di investimento da parte di potenziali acquirenti cinesi nel settore immobiliare in Italia. Durante l'incontro sono stati analizzati anche gli aspetti legali, di imposizione fiscale, e legati all'immigrazione per l'acquisto di un immobile da parte di investitori cinesi nel nostro Paese. Tra i presenti all'incontro c'erano l'ambasciatore d'Italia presso la Repubblica Popolare Cinese, Alberto Bradanini, il coordinatore degli uffici per l'Istituto del Commercio Estero, Antonino Laspina, la vice presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina, Sara Marchetta, e il manager per il settore marketing e vendite di World Capital Italia, Marco Clerici.

"L'Italia è un Paese con una moneta forte -ha dichiarato l'ambasciatore Bradanini nel discorso di introduzione del seminario- ed è in grado di assicurare garanzia e protezione agli investimenti. Il mercato immobiliare è uno dei più stabili e non è soggetto a movimenti ondivaghi che possono suscitare preoccupazioni negli investitori". L'ambasciatore ha poi ricordato i vantaggi di un investimento immobiliare nel nostro Paese. "Se si cerca un appartamento in una città storica, con monumenti vicino a casa, l'investitore cinese potrà trovare queste caratteristiche solo in Italia". Da non dimenticare, poi, per gli investitori del Dragone, le agevolazioni che ci sono nell'ottenimento dei visti per chi deicide di investire in una proprietà nel nostro Paese. "Il cittadino cinese che dichiara di volere  acquistare in Italia e lo può dimostrare -ha proseguitoBradanini- può ottenere agevolazioni nei visti e ottenere un visto di residenza elettiva che dopo dieci anni può diventare una cittadinanza vera e propria".

Non solo arte e cultura, un investimento immobiliare in Italia può rappresentare una possibilità di investimento per l'acquirente cinese. "Il real estate non è solo per i cinesi ricchi -ha affermato Antonino Laspina, il coordinatore degli uffici ICE in Cina- ma anche per le imprese cinesi che vogliono insediarsi in Italia". Laspina ha poi ricordato la storia dei rapporti commerciali tra i due Paesi, che nasce negli anni Sessanta con "il contributo italiano all'industrializzazione cinese tramite l'introduzione di macchinari per l'industria" e prosegue negli anni Ottanta con la creazione di joint venture e la crescita di interscambi. "Nonostante il calo del 2011 e 2012 -ha concluso Laspina- l'interscambio tra i due Paesi rimane sempre attorno ai quaranta miliardi di euro".

Sul valore dell'investimento nel real estate si concentra, invece, l'intervento di Marco Clerici, di World Capital Italia. "In Italia la proprietà è per sempre -spiega Clerici- e il mercato immobiliare è stabile. Rispetto al settore immobiliare spagnolo o statunitense, la l'andamento dell'immobiliare italiano presenta un basso rischio e una costante rivalutazione dell'immobile". Clerici ha poi sottolineato la convenienza dell'acquisto in Italia in questo momento in cui il cambio Euro-Yuan è favorevole all'acquirente cinese e i "rendimenti costanti degli immobili rappresentano una garanzia di buona rivendibilità" degli stessi in futuro.

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci