Politica internazionale

Zanonato, Cina piu' grande    
mercato al mondo

Zanonato, Cina piu 
grande     <br />mercato al mondo


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Pechino, 17 gen. - La Cina è il più grande mercato oggi esistente e per troppi anni la nostra presenza non è stata sistematica, né sufficientemente organizzata. Ora non possiamo più permettercelo. A dirlo è il ministro per lo Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, al termine della missione in Cina in cui sono stati firmati due memorandum d'intesa con il governo cinese per rilanciare i rapporti bilaterali con Pechino e riequilibrare la bilancia commerciale tra Italia e Cina. "Mi ritengo molto soddisfatto di questa missione - ha dichiarato Zanonato al termine dei quattro giorni di permanenza a Pechino - perché ha raggiunto l'obiettivo di rilanciare la presenza industriale e commerciale del nostro sistema Paese in Cina e favorire l'attrazione di investimenti cinesi".

 

Durante la permanenza in Cina, Zanonato ha incontrato il ministro cinese per il Commercio, Gao Hucheng, e il ministro dell'Industria e dell'Information Technology, Miao Wei. Con Gao, Zanonato ha firmato un memorandum d'intesa per la creazione del Business Forum Italia/Cina, e ha raggiunto un accordo con la controparte cinese per l'aumento dell'export italiano in Cina, con particolare attenzione alla fascia di prodotti di alta qualità. Con il ministro dell'Industria, invece, Zanonato ha firmato un memorandum per la cooperazione nelle politiche industriali tra i due Paesi, che darà vita a un comitato congiunto per lo sviluppo di quattro temi di interesse comune: ambiente, urbanizzazione, settore agroalimentare e della sicurezza alimentare, e sanità. Mercoledì mattina, Zanonato ha incontrato anche Xie Zhenhua, responsabile della Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme, l'agenzia governativa che si occupa della pianificazione economica e del finanziamento dei progetti di sviluppo cinesi, che ha confermato l'interesse cinese alla proposta italiana di collaborazione nei settori di cooperazione industriale.

 

Durante la missione, il ministro alla Sviluppo Economico ha illustrato agli investitori cinesi le opportunità del piano Destinazione Italia, per l'attrazione degli investimenti stranieri attraverso Invitalia, l'agenzia che si occupa dell'attuazione del piano e della selezione degli investitori. Zanonato ha poi presentato l'appuntamento di Milano Expo 2015 presso Spazio Italia, centro pechinese del made in Italy. La visita del ministro ha dato il via al forum sino-italiano per la cooperazione economico-commerciale tra Pechino e Roma, al quale hanno partecipato oltre 400 aziende tra italiane e cinesi e che si terrà ogni anno. Assieme a Zanonato erano presenti in Cina, tra gli altri, il direttore dell'Agenzia ICE per il Commercio Estero, Riccardo Monti, l'ad di Invitalia, Domenico Arcuri, l'ad del Fondo Strategico Italiano, Maurizio Tamagnini, l'amministratore unico dell'ENAV, Massimo Garbini, il presidente della Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini, e una delegazione di Confindustria guidata dal vice direttore generale, Daniel Kraus.

 

Zanonato ha poi voluto sottolineare la prossima visita del presidente del Consiglio Italiano, Enrico Letta, per consolidare il rapporto tra i due Paesi. "Ho registrato la forte aspettativa cinese - ha concluso il ministro - per un nostro ruolo propulsivo durante il semestre italiano di guida dell'Unione Europea, soprattutto per rilanciare con convinzione i già buoni rapporti tra Bruxelles e Pechino". Zanonato ha sottolineato, infine, l'impegno del Ministero dello Sviluppo Economico per favorire le iniziative di internazionalizzazione delle imprese italiane, con particolare menzione per le PMI.

17 gennaio 2014

 

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci