Politica internazionale

Politica Internazionale

XI-OBAMA, UN INCONTRO STORICO
Fratello e madre attivista Chen ottengono visto

XI-OBAMA, UN INCONTRO STORICO <br />Fratello e madre attivista Chen ottengono visto


di Antonia Cimini


Pechino, 07 giu. - Gli occhi della Cina sono oggi puntati sulla California, dove l'incontro tra Xi Jinping e il presidente Americano Barack Obama sta per diventare un evento storico, se  non nei contenuti almeno nei modi.

 

"E' un'occasione molto importante perche' la riunione avviene in un contesto cosi' informale, candido e casual che credo appaia evidente ad entrambi che si sta creando un episodio senza precedenti" spiega ad AgiChina24 il professor Pang Zhongying dell'Universita' Renmin di Pechino. Nella residenza privata messa a disposizione da un magnate Americano Xi e Obama potranno gettare le basi per un rapporto personale basato su fiducia e amicizia, suscettibile di cambiare l'impostazione delle relazioni tra i due paesi.

 

Dalla Cina gli analisti sono convinti che un cambiamento nello stile personale dei politici e' di gran beneficio alla risoluzione di questioni spinose di commercio, sicurezza e diplomazia. "Nei summit tutto e' pianificato minuziosamente, l'agenda, il cerimoniale e persino le risposte in conferenza stampa – spiega ad AgiChina24 il professor Xie Tao dell'Universita' di Lingue Straniere di Pechino – ma in un incontro personale come questo, due capi di stato si conoscono personalmente, decidono se possono fidarsi l'uno dell'altro e lavorare insieme. Per esempio i leader americani ed europei sanno come agire in queste occasioni, si pensi a come fanno battute tra di loro, si danno pacche sulle spalle e scherzano. Ma se guardiamo ai rapporti tra leader cinesi e americani in passato, non c'e' mai stato uno scherzo. Se si distende l'atmosfera e si crea un'aria piu' amichevole e' sicuramente meglio per costruire un legame".

 

In cio' la personalita' del nuovo presidente cinese sembra giocare un ruolo importante e fuori dagli schemi che in Cina pare essere molto apprezzato. "Il fatto che Xi abbia scelto un'occasione cosi' informale mostra che sta diventando molto sicuro di se'. E' un vero leader, il primo che in Cina ha uno stile e una personalita' da molti anni a questa parte" dice Xie Tao.

 

Anche la gente comune e' dello stesso avviso. "Il presidente Xi sta contribuendo in maniera eccezionale allo sviluppo della Cina" si entusiasma il signor Xu, residente della capitale. "Mi piace tantissimo, e' forte e attivo. Da quando e' arrivato lui le regole si mettono in pratica molto meglio" dice la signora Ye.

 

Al di la' della forma, pero', i contentuti dell'incontro Xi-Obama in California non destano grandi aspettative ne' negli esperti ne' nella popolazione. "I problemi di cui discuteranno non sono facili da risolvere, per questo le aspettative non sono molto grandi, almeno da parte cinese" secondo Xie Tao. Cio' perche' le questioni come le dispute territoriali nel Pacifico, la sicurezza in Asia, il pivot Americano e il terrorismo virtuale sono problemi di lunga data che ricorrono sull'agenda dei colloqui sino-cinesi e sono presi in considerazione nel quadro di una strategia piu' ampia. "La politica estera cinese e' una continuazione del passato, specialmente quella verso gli Stati Uniti, non e' un'invenzione di Xi Jinping – dice Pang Zhongying – Deng Xiaoping aveva gia' stabilito che la Cina non sfida la posizione dominante degli Stati Uniti; poi negli anni abbiamo anche delineato una politica di collaborazione con Washington. Questi due concetti oggi guidano ancora le relazioni bilaterali".

 

La natura e la brevita' dell'incontro fanno immaginare che, sebbene Obama abbia preparato materiale per 72 ore di discussioni, come ha scritto la stampa cinese, i due presidenti potrebbero anche lasciarsi andare ad altro. "Gli Americani corrono troppo. Lo disse gia' Mao Zedong a Nixon: bisogna prima discutere di questioni filosofiche, specialmente i presidenti devono parlare di filosofia, e lasciare le questioni pratiche ai ministri" racconta il professor Pang, scondo il quale i due dovrebbero approfittare di questa occasione per definire il cosiddetto 'nuovo corso' delle relazioni bilaterali. Un concetto tutto cinese, il 'nuovo corso' esige che la Cina venga trattata da grande potenza alla stregua degli Stati Uniti e su un piano di parita'.

 

Bando alla filosofia, in strada i cinesi hanno un'idea ben chiara dei temi caldi tra Cina e Stati Uniti. "Spero che piu' turisti americani vengano in viaggio in Cina" dice la signore Ye, che lavora in un'agenzia turistica. "Bisogna che si rafforzi il dialogo scientifico e tecnologico, che ci sia piu' scambio a livello accademico" secondo il signor Liu, uno scenziato dei materiali. "Soprattutto mi auguro che gli Stati Uniti allentino un po' la politica dei visti e chediventi piu' facile andare in America" e' invece il sogno del signor Xu.

 

MADRE E FRATELLO ATTIVISTA CHEN OTTENGONO VISTO

di Alessandra Spalletta

 

Pechino, 07 giu. – La madre e il fratello maggiore di Chen Guangcheng, l'attivista cieco che l'anno scorso con la sua fuga all'ambasciata americana di Pechino aveva rischiato di innescare un incidente diplomatico tra Usa e Cina, hanno ottenuto il passaporto per andare negli Stati Uniti. Lo ha riferito il fratello Chen Guangfu. Si tratta forse di un segnale di disgelo, alla vigilia dell'atteso summit tra Xi e Obama in California, che parte direttamente dalle autorita' di Pechino. La decisione permettera' ai familiari di Guangcheng di recarsi a New York, per fargli visita.

 

La famiglia di Chen dopo il suo trasferimento negli Usa con una borsa di studio, è al centro dei riflettori da mesi per i maltrattamenti subiti da uomini 'non identificati'.  Di recente Chen aveva accusato la polizia di un inasprimento delle persecuzioni a danno dei suoi familiari. Il nipote Chen Kegui è agli arresti senza un reale processo con una condanna a 3 anni e 3 mesi con l'accusa di aver ferito un agente di polizia, nelle ore convulse successive alla fuga dell'attivista, quando i poliziotti avevano fatto irruzione nelle abitazioni dei parenti. L'uomo, che soffre  di appendicite acuta, alcune settimane fa si è sentito rifiutare le cure mediche. Da Pechino nessun commento o smentita. 

 

Oggi, forse un segnale di ammorbidimento.  Chen Guangfu si dichiara sorpreso, il visto è arrivato dopo mesi di ambiguità da parte dei funzionari locali. Al telefono con i giornalisti della Reuters dalla sua casa di Dongshigu, nella provincia meridionale dello Shandong, ha aggiunto: "Sono felice, ci hanno consegnato i documenti stamattina. E' un giorno che aspettavo da tempo. Vogliamo andare a trovare Guangcheng negli Stati Uniti, dobbiamo parlare di molte cose".

 

Chen Guangcheng, cieco da bambino e avvocato autodidatta, si è battuto per anni contro gli aborti forzati e le sterilizzazioni coatte imposte dall'amministrazione dello Shandong per rispettare le quote sul figlio unico, decise dal governo centrale. Condannato a quattro anni di reclusione con un pretesto, Chen era stato successivamente sottoposto agli arresti domiciliari senza alcuna accusa formale insieme alla moglie e alla figlia, fino alla rocambolesca fuga presso l'Ambasciata Usa di Pechino dell'aprile scorso. L'impasse diplomatico tra Pechino e Washington fu risolto concedendo a Chen di recarsi negli Usa con un visto di studio.



ARTICOLI CORRELATI

 

Cina-Usa, il 'Nuovo Corso'

 

Summit Xi-Obama: Michelle snobba first lady cinese. Senatori bipartisan contro la moneta cinese


Incontro Obama-Xi: linea dura su cyberspionaggio

 

Xi Jinping a Trinidad e Tobago prima di incontro con Obama

 

Xi Jinping parte per l'America

 

"Hacker in azione", Usa accusa Cina per spionaggio armi

 

Xi-Obama, si prepara il vertice del disgelo

 

Media cinesi: prossimo "summit Cina-Usa un bene"

 

 

 

ALTRI ARTICOLI


Vino: Italia preoccupata, Federvini: troppo allarmismo

 

Recchi: Eni partner ideale per investimenti in tecnologia

 

Dopo dazi sul solare, Pechino contrattacca su vino

 

TIANANMEN, OGGI 4 GIUGNO LA CINA NON DIMENTICA Parla l'attivista Ai Xiaomin: "Chiediamo giustizia"

 

Tiananmen, muore sindaco Pechino ai tempi della strage 

 

Rogo azienda avicola, fermato rappresentante

 

Ludovico Einaudi a Pechino  presenta "In a time of lapse"

 

IL FUTURO DEL LAVORO IN CINA, PARLA HAN DONGFANG

 

Xi Jinping a Trinidad e Tobago prima di incontro con Obama

 

Azienda avicola in fiamme, almeno 119 i morti e 54 i feriti

 

Pmi manifatturiero torna negativo a maggio

 

Imprese Ue in Cina, cala ottimismo sul futuro

 

Cercasi marito (occidentale), corso spopola a Shanghai

 

Quando il leader va in pensione

 

Abusi su minori in crescita, protesta anche Ai Weiwei

 

Restituito alla madre il neonato finito nello scarico

 

Imprese Ue in Cina, cala ottimismo sul futuro

 

Cercasi marito (occidentale), corso spopola a Shanghai

 

Quando il leader va in pensione

 

Abusi su minori in crescita, protesta anche Ai Weiwei

 

Restituito alla madre il neonato finito nello scarico

 

Fmi taglia previsioni di crescita a 7,7%

 

Al via a giugno prime esercitazioni militari 'digitali'

 

Ice a imprese italiane: puntate a 20 città cinesi

 

Huawei: la città smart è digitalizzata

 

Neonato nella toilette: spunta fuori la mamma

 

Scandalo passaporti stranieri dietro l'esame della vita

 

Niente più stravizi per funzionari anticorruzione

 

Il ritorno della sinistra, nel mirino Mao Yushi

 

Salvato il neonato gettato nella toilette

 

Le e Merkel chiedono fine dispute sui pannelli solari

 

Profitti industriali in crescita ad aprile

 

Turisti cinesi vandali, la Cina perde la faccia

 

Xi-Obama, si prepara il vertice del disgelo

 

Cina-Pakistan: cooperazione su crisi energetica

 

Il sogno del costituzionalismo

 

Aviaria: confermato contagio aereo

 

Manifatturiero cala a maggio, prima volta in 7 mesi
Tonfo con Benarnke e Pmi Cina, crolla Tokyo

 

Cina-Pakistan: cooperazione su crisi energetica

 

Chen a giugno a Taiwan, Pechino: "misuri le parole"

 

Versalis punta sull'innovazione

 

Media cinesi: prossimo "summit Cina-Usa un bene"

 

Coree, un emissario di Kim Jong-un in Cina

 

Il singolo di Ai Weiwei, la parodia del carcere

 

Lavoro: peggiora la situazione delle donne. AgiChina24 lo ha chiesto al direttore del China Labour Bulletin

 

Li Keqiang: mercato più aperto agli indiani

 

Lavoro: peggiora la situazione delle donne

 

Versalis 2013, previso+20% di vendite in Cina

 

Cina-India: "stretta di mano sull'Himalaya"

 

E scoppia lo scandalo del riso al cadmio

 

Premier vola in Sud Asia e Eu, economia in cima all'agenda

 

Il bivio delle riforme (economiche)

 

 


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci