Politica internazionale

Politica internazionale

Wang negli Usa, Pechino
difende Mar Cinese

Wang negli Usa, Pechino<br />difende Mar Cinese <br />


Di Eugenio Buzzetti

 


Pechino, 23 feb. - Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi è in arrivo in visita negli Stati Uniti per discutere della posizione cinese nel Mare Cinese Meridionale assieme al segretario di Stato statunitense, John Kerry. Pechino non intende indietreggiare sulla sovranità delle isole contese con altri Paesi della regione e ieri il Ministero degli Esteri aveva paragonato lo spiegamento di armi in corso a quello degli Stati Uniti nelle Hawaii. “Gli Stati Uniti non sono coinvolti nelle dispute del Mare Cinese Meridionale - aveva affermato ieri la portavoce del Ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying - e questo non dovrebbe diventare un problema tra Cina e Stati Uniti”.  

Nuove immagini satellitari, intanto, mostrano che Pechino potrebbe installare nuovi sistemi radar ad alta frequenza nelle isole che rivendica come proprie: un servizio di Fox News ha mostrato le immagini di un sistema di radar già installato sull’isola di Woody, alle Paracel, dove si trovano anche due batterie di missili. Secondo nuove immagini diffuse dal Washington Center for Maritime and Strategic Studies, i lavori di costruzione di due torri che potrebbero essere utilizzate come postazioni radar sulla Cuarteron Reef sarebbero quasi terminati e la nuova isola artificiale occuperebbe circa 210mila metri quadrati.

Pechino e Washington si sono scambiati accuse reciproche di militarizzazione del Mare Cinese Meridionale dopo la diffusione delle immagini delle batterie di missili cinesi Hq-9 sull’isola di Woody e la seconda incursione di un cacciatorpediniere statunitense all’interno delle dodici miglia marittime di un arcipelago di isole rivendicate dalla Cina. Per gli Stati Uniti, le incursioni rientrano nei diritti di “libertà di navigazione”, mentre per Pechino si tratta di “deliberate provocazioni”.

Oltre alle dispute di sovranità sulle isole contese, in agenda per gli incontri di Wang negli Usa c’è anche la polemica tra Pechino e Washington per il possibile spiegamento del sistema anti-missilistico Thaad (Terminal High Altitude Area Defense) in Corea del Sud, dopo l’ultimo lancio di un missile da parte di Pyongyang. Secondo quanto riportano i media sud-coreani, l’accordo tra Washington e Seul potrebbe essere firmato già questa settimana: Pechino si oppone invece allo spiegamento del sistema di difesa, che considera contrario alla pace e alla stabilità regionale.

 

23 FEBBRAIO 2016

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci