Politica internazionale

Politica internazionale

Protesta contro India per visita
di Modi in Arunachal Pradesh

Protesta contro India per visita <br />di Modi in Arunachal Pradesh


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 23 feb. - La Cina ha presentato protesta formale nei confronti dell'India per la visita del primo ministro, Narendra Modi, in Arunachal Pradesh, di venerdì scorso, per l'inaugurazione di una ferrovia e di altri progetti infrastrutturali. Il vice ministro degli Esteri cinese, Liu Zhenmin, ha convocato sabato scorso l'ambasciatore indiano in Cina, Ashok Kantha, per esprimere "forte insoddisfazione e convinta opposizione" all'iniziativa del primo ministro di New Delhi. La visita, secondo Liu Zhenmin, ha "danneggiato la sovranità territoriale, i diritti e gli interessi della Cina" e ha "amplificato le divergenze tra i due Paesi nelle dispute di confine" esistenti. Il vice ministro degli Esteri ha, però, sottolineato con l'ambasciatore indiano anche l'importanza della cooperazione tra Cina e India nelle relazioni bilaterali.

"Il governo cinese non ha mai riconosciuto il cosiddetto Arunachal Pradesh" ha dichiarato in conferenza stampa la portavoce del Ministero degli Esteri, Hua Chunying. Già durante un'altra visita nella regione di confine con la Cina, Modi si era espresso con toni duri nei confronti della disputa di sovranità con il vicino, accusato di "politiche espansioniste" nell'area. "L'Arunachal Pradesh è parte integrante dell'India e lo rimarrà sempre", aveva dichiarato. Ad abbassare i toni della polemica è intervenuto oggi il presidente indiano Pranab Mukherjee che secondo quanto scrive l'agenzia Xinhua, ha ricordato importanza della visita nel Paese del presidente cinese, Xi Jinping, nello scorso mese di settembre. Narendra Modi sarà in visita in Cina nel prossimo mese di maggio, come annunciato nelle scorse settimane.

India e Cina sono divise da una lunga diffidenza reciproca, come emerso anche nelle scorse settimane, durante il vertice trilaterale a Pechino (assieme alla Russia) in cui la ministro degli Esteri indiano, Sushma Swaraj, aveva ribadito le perplessità di New Delhi sullo sviluppo della via della Seta marittima, per il rischio che la rete di connessione di infrastrutture marittime potesse mirare a contenere lo sviluppo dell'India nel subcontinente. A fine gennaio, c'era stata la visita in India del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama - la seconda dall'inizio del suo mandato - che aveva destato perplessità a Pechino, secondo cui il viaggio del presidente Usa aveva come scopo quello di stringere un'alleanza per contenere la Cina in Asia.

 

23 febbraio 2015

 

ALTRI ARTICOLI:


LA GRECIA SI ALLONTANA DALL'UE PECHINO STRIZZA L'OCCHIO AD ATENE


TERRORISMO, AL JAZEERA: CINA AL LAVORO PER RIMPATRIO UIGHURI


MAR CINESE MERIDIONALE: TRA PROVE DI DISGELO E CACCIA AL GREGGIO

 

GALA DI CAPODANNO, POLEMICA SU SKETCH ANTI-CORRUZIONE

 

WSJ: ALLO STUDIO FUSIONE TRA I GIGANTI DELL'ENERGIA

 

AL VIA ESERCITAZIONI NAVALI CONGIUNTE CON GRECIA

 

DAL SOCHUAX AL MILANO, LA CINA PUNTA AL CALCIO EUROPEO

 

ANNO DELLA CAPRA, IL PRIMO DELLA "NUOVA NORMALITA'"

MIGLIAIA DI PROFUGHI BIRMANI NELLO YUNNAN, ALLERTA A PECHINO


NDRC CHIEDE CRESCITA AL 6,5% FINO AL 2020

 

RFC: KAMIKAZE NELLO XINJIANG FA 7 MORTI

 

WANG YI IN IRAN, "SPRINT FINALE" SU NUCLEARE

 

MILITARI IN SOVRAPPESO A RISCHIO DEGRADAZIONE


DA PBoC FONDO PER LA VIA DELLA SETA

 

RIFORME: CRESCITA RALLENTATA, MA DI QUALITA'

 

CINA PERDE PRIMATO SU CONSUMO DI ORO, SORPASSO DELL'INDIA

 

CINA VERSO UNA POLITICA MONETARIA ESPANSIVA

 

XI JINPING IN USA A SETTEMBRE
Cybersicurezza e nucleare in cima all'agenda

 

PECHINO SMENTISCE ATENE, NON ABBIAMO OFFERTO AIUTI

 

TAIWAN: SI DIMETTE MINISTRO AFFARI CON CINA

 

BANCA CENTRALE OTTIMISTA SU ECONOMIA PIU' SOSTENIBILE

 


VIA DELLA SETA MARITTIMA: AL VIA VIAGGIO INAUGURALE

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci