Politica internazionale

Politica internazionale

PECHINO PROMETTE 60 MLD AIUTI PER L'AFRICA

PECHINO PROMETTE 60 MLD AIUTI PER L AFRICA


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 04 dic. - La Cina fornirà sessanta miliardi di dollari all'Africa per la realizzazione di dieci grandi progetti di sviluppo infrastrutturale da realizzare in cooperazione nei prossimi tre anni, e punta a realizzare una partnership strategica complessiva e cooperativa con il continente. Lo ha annunciato oggi il presidente cinese, Xi Jinping, durante il China-Africa Cooperation Forum di Johannesburg. Di fronte ai capi di Stato del continente, giunti in Sudafrica per partecipare al summit, Xi ha spiegato che i dieci piani di cooperazione che Pechino intende sviluppare serviranno per affrontare i tre temi che rallentano lo sviluppo del continente elencati dallo stesso Xi Jinping in "infrastrutture inadeguate, mancanza di personale qualificato e professionale e carenza di fondi".

Oltre all'impegno economico, nel discorso del presidente cinese sono state citate anche altre forme di cooperazione tra il gigante asiatico e i Paesi del continente. L'impegno cinese verso l'Africa è stato sottolineato da Xi con l'annuncio della formazione di duecentomila tecnici africani in Cina e con l'invito a proseguire gli studi in Cina per quarantamila studenti. Per contrastare la povertà, uno dei temi toccati nei giorni scorsi in Cina dallo stesso presidente cinese, Pechino fornirà aiuti in cibo per un miliardo di yuan ai Paesi colpiti da El Nino. "L'impeto del rapido sviluppo dell'Africa è inarrestabile", ha dichiarato il presidente cinese sottolineando gli sforzi dei Paesi verso l'industrializzazione e lo sviluppo sostenibile e ha parlato di "un percorso di sviluppo in linea con le sue condizioni", corroborato da un "african way" per affrontare i temi africani. Oltre ai prestiti per le infrastrutture, Xi ha poi promesso anche aiuti al settore manifatturiero locale per aumentare le esportazioni dei Paesi africani, nonostante il rallentamento economico di Pechino abbia di recente colpito anche l'Africa con una diminuzione degli investimenti cinesi del 40% nei primi sei mesi del 2015 rispetto ai volumi dello stesso periodo dello scorso anno.

 

Xi in Sudafrica sigla accordi per 6,5 miliardi di dollari, oggi al via il summit Cina-Africa

 

La cooperazione riguarderà anche l'anti-terrorismo nel continente, tema di forte attualità e che ha riguardato anche la Cina nelle scorse settimane. Xi ha promesso cooperazione nella lotta contro l'estremismo violento e ha rinnovato il principio di non interferenza negli affari interni di nessun Paese da parte della Cina. Il 20 novembre scorso, un attentato compiuto da un gruppo estremista al Radisson Blu Hotel di Bamako, in Mali, aveva provocato anche tre vittime cinesi - tutti dirigenti di China Railway Construction che si trovavano nel Paese per progetti infrastrutturali - tra le 19 persone rimaste uccise dagli attentatori durante la presa d'assalto dell'albergo. Per il contrasto ai crimini violenti e alle emergenze, Xi ha annunciato un aiuto da sessanta milioni di dollari all'Unione Africana per rafforzare le unità di risposta rapida del continente.

 

Pechino, 4 dic. - Valgono 6,5 miliardi di dollari gli accordi siglai in Sudafrica dal presidente cinese, Xi Jinping, che nelle prossime ore parteciperà al China-Africa Forum di Johannesburg. Molti dei 26 accordi siglati assieme al suo omologo sudafricano, Jacob Zuma, riguardano i settori dell'energia e delle infrastrutture. Tra questi, 2,5 miliardi provenienti da Pechino andranno al settore ferroviario del Paese, con l'accordo tra China Credit Insurance Corporation e il gruppo statale sudafricano Transnet. Cina e Sudafrica si sono poi accordati per un prestito cinese da cinquecento milioni di dollari per rivitalizzare la rete elettrica sudafricana e per aumentare la cooperazione nel settore dell'energia nucleare. Altri cento milioni saranno destinati alla costruzione di una fabbrica per la produzione di automobili nel Paese africano. Già prima della missione in Sudafrica, diversi gruppi dei due Paesi avevano annunciato la firma di accordi per un valore complessivo di 930 milioni di dollari nei settori farmaceutico, minerario e dell'energia.

Le cifre dell'accordo di oggi nascondono in parte gli ultimi dati pubblicati da Pechino il mese scorso, che vedono gli investimenti cinesi nel continente in diminuzione del 40% nella prima metà del 2015, soprattutto a causa della contrazione nella domanda di materie prime da parte cinese e che Pechino estrae in gran parte dai Paesi africani. Oggi, gli investimenti cinesi diretti in Africa contano per meno dell'1% del totale degli investimenti outbound cinesi, secondo dati delle Nazioni Unite. I rapporti tra i due Paesi ha dichiarato Zuma, sono oggi "al meglio di sempre", e il presidente cinese ha definito le due nazioni "compagne e sorelle". Nel summit di Johannesburg tra Cina e Africa sono attesi ulteriori annunci sulla cooperazione tra la Cina e il continente: il presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, secondo quanto dichiarato nelle scorse ore dal suo portavoce, chiederà a Xi finanziamenti cinesi per la rete ferroviaria e per progetti nel campo del'energia, dopo che il Paese è rimasto colpito dal perdurante  calo dei prezzi del greggio sui mercati.

 

04 DICEMBRE 2015

 

LEGGI ANCHE



SETTORE DEI SERVIZI RALLENTA A NOVEMBRE

 

NUOVE ZONE PILOTA PER LE RIFORME FINANZIARIE

 

FED PRONTA AD ALZARE I TASSI, CINA REAGISCE AL RALLENTAMENTO  

 

ADB RIVEDE AL RIALZO LE STIME SULLA CINA, +6,9% ENTRO FINE 2015

 

CHEN, AIIB OPERATIVA 
DA META' GENNAIO 2015

 

SEMPLIFICATE REGOLE PER I CORPORATE BOND

 

FITCH, INTERNAZIONALIZZAZIONE YUAN POSITIVA PER GRUPPI PAESE   

 

LIPPI, AUTOBIOGRAFIA IN CINESE "ANCORA VOGLIA DI CALCIO"   

 

IL VENTO DA OVEST FERMA L'ONDATA DI SMOG

 

FMI: LO YUAN NEL PANIERE DEI DIRITTI SPECIALI DI PRELIEVO

 

MANIFATTURIERO AI MINIMI DA TRE ANNI A NOVEMBRE

 

FMIPECHINO FESTEGGIA PER LO YUAN, 
PIETRA MILIARE NELLA MARCIA GLOBALE

 

CLIMA: XI A PARIGI PROMETTE PICCO EMISSIONI ENTRO 2030  

 

SMOG OLTRE 20 VOLTE LA SOGLIA A PECHINO

 

CINA E TAIWAN SI RESTITUISCONO LE SPIE, PRIMO RAVVICINAMENTO

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci