Politica internazionale

Politica internazionale

Pechino pensa a ferrovia
alta velocità Cina-Usa

Pechino pensa a ferrovia <br />alta velocità Cina-Usa


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 9 mag. - La Cina sta pensando seriamente alla possibilità di costruire una linea ferroviaria ad alta velocità che arrivi fino negli Stati Uniti. La tratta, secondo quanto scrive il Beijing Times, dovrebbe partire dal nord-est del Paese, attraversare la Siberia e, attraverso un tunnel sottomarino, arrivare in Alaska, una volta superato lo stretto di Bering. Da lì proseguirebbe verso il Canada, prima di arrivare negli Stati Uniti. Il mastodontico progetto da 13mila chilometri (di tremila chilometri più lungo dell'attuale transiberiana) prenderebbe il nome di "China- Russia plus America line" e comporterebbe per i passeggeri due giorni di viaggio da un capolinea all'altro, a una velocità media di 350 chilometri all'ora.

 

Il progetto desta, però, molti dubbi tra gli esperti. Il canale sottomarino sarebbe quattro volte più lungo del tunnel della Manica, che unisce Francia e Gran Bretagna, ma la tecnologia per realizzarlo esiste già, secondo quanto scrive oggi il quotidiano in lingua inglese China Daily, e verrà utilizzata per il tunnel sottomarino della tratta che collegherà la provincia meridionale costiera del Fujian e l'isola di Taiwan. Mancano ancora i dettagli, al progetto, che sarà finanziato e costruito dalla Cina, assicura il quotidiano cinese. Nessuna risposta per ora, da parte dei Paesi che verranno attraversati dalla linea ad alta velocità, ovvero Russia, Stati Uniti e Canada, anche se Mosca sarebbe già da tempo attratta dall'idea, secondo un esperto della Chinese Academy of Engineering, Wang Mengshu, citato dal South China Morning Post di Hong Kong.

 

La tratta Cina - Usa è uno dei quattro progetti ferroviari in corso da parte cinese elencati dal Beijing Times. Il primo riguarda una linea che da Londra attraverserebbe le capitali dell'Europa centrale, tra cui Parigi, Berlino e Varsavia, prima di arrivare a Mosca e dividersi in due tronconi: uno diretto verso la Siberia orientale su territorio russo, e l'altro diretto in Cina attraverso il Kazakistan. Il secondo progetto ferroviario partirebbe invece da Urumqi, capoluogo della regione autonoma nord-occidentale cinese dello Xinjiang, e attraverserebbe i Paesi dell'Asia centrale, fino ad arrivare in Turchia e poi in Germania. L'ultimo progetto invece, sarebbe diretto verso sud e collegherebbe Kunming, capoluogo della provincia meridionale cinese dello Yunnan, a Singapore.

09 maggio 2014

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci