Politica internazionale

Politica internazionale

Missione Calenda,da Expo
a parco aeronautico

Missione Calenda,da Expo<br />a parco aeronautico


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 19 mar. - Si conclude oggi la visita in Cina del vice ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il 17 e 18 marzo scorsi a Shanghai e oggi a Pechino, con quattro punti fondamentali discussi con i partner cinesi. Al primo posto, in ordine di tempo, il potenziamento della presenza del tessile italiano nel Paese, con la partecipazione combinata di Milano Unica e Micam alla nuova fiera di Shanghai, che diventerà "un appuntamento stabile" anche l'anno prossimo. Al secondo posto ci sono stati gli incontri con i gruppi che faranno parte del terzo padiglione cinese all'Expo di Milano, il China Corporate United Pavillion, e che hanno investimenti in Italia.

Al terzo posto, ci sono stati poi i lavori della Commissione Mista per lo sviluppo delle relazioni economico-commerciali tra Italia e Cina che ha partorito come maggiore risultato la nascita, per la prima volta, di un gruppo di lavoro sulla proprietà intellettuale - che prenderà in esame i casi di contraffazione e i casi di possibile collaborazione tra i due Paesi - e che Calenda conta di riunire "già dal mese prossimo" per cominciare a lavorare "anche in sede bilaterale". Tra i progetti per il futuro, il vice ministro ha poi avanzato con i partner cinesi l'ipotesi di un trattato di libero scambio tra Europa e Cina. L'incontro è stato infine segnato da un aumento di interesse cinese verso i prodotti del settore biomedicale e farmaceutico italiani, che costituiscono un'importante voce di export del nostro Paese verso la Cina.

Durante la missione in Cina, c'è stato poi spazio per gli incontri - circa 150 che hanno coinvolto 17 aziende italiane - sui pacchetti di accordi di cooperazione tra Italia e Cina e che riguardano i settori delle tecnologie verdi e dello sviluppo sostenibile, dell'agricoltura e della sicurezza alimentare, dell'urbanizzazione sostenibile, della sanità e dei servizi sanitari, dell'aviazione e dell'aerospazio. La visita di Calenda è stata poi segnata dalla nascita del primo parco aeronautico sino-italiano che avrà sede a Xi'an, nella Cina centrale, e vedrà la cooperazione dell'Italian Aerospace Network con Xi'an Xixian Airport New City per la realizzazione del "Sino-Italian Aviation Enterprises Valley".

Calenda mantiene aperte, poi, anche le possibilità di cooperazione tra Cina e Italia nel settore delle infrastrutture portuali. "Non c'è dubbio che oggi l'opportunità passi più per l'Italia che per la Grecia sul tema delle infrastrutture - ha dichiarato il vice ministro - C'è uno spazio di cooperazione: l'opportunità c'è, ma dobbiamo presentarla nella concretezza di quello che noi possiamo fare". Calenda ha infine ricordato i temi di negoziazione tra Europa e Cina, a cominciare dal trattato sugli investimenti, giunto al quarto round, e il tema delle indicazioni geografiche. Attualmente, ha spiegato il vice ministro , "l'Italia sta negoziando un accordo su oltre 230 indicazioni geografiche europee, mentre la Cina ne ha più di mille".

 

Calenda, Italia in Aiib non in conflitto con Bretton Woods

L'adesione dell'Italia assieme a Francia e Germania alla Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB) non mette in discussione l'ordine stabilito dagli accordi di Bretton Woods. Lo ha dichiarato oggi il vice ministro allo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, durante un incontro con i giornalisti italiani all'ambasciata d'Italia a Pechino. L'adesione è stata "concertata con Germania e Francia - ha spiegato il vice ministro - L'Inghilterra ha aderito prima. Al momento lo stato dell'arte è essere prospect, cioè candidati per entrare e sapere che, quando entrano, tutti i tre Paesi entrano allo stesso livello".

Quella di Bretton Woods "non è una struttura messa in discussione, ma è ricalibrata dalla Storia - ha continuato Calenda - Le strutture vecchie rimangono e funzionano ma se ne aggiungono altre che sono pezzi importanti e che completano". Calenda ha poi accennato all'iniziativa cinese della via della Seta, proclamata nel 2013 dal presidente cinese, Xi Jinping. "Non è una visione espansionistica - ha aggiunto Calenda - ma una visione molto cooperativa. In questa ottica, ha molto valore l'istituzione di una struttura finanziaria che possa prendere decisioni indipendenti". 

 

19 marzo 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

PECHINO 'IRRIDE' WASHINGTON', "USA BENVENUTI IN AIIB" 

 

AL VIA PRIMO COLLOQUIO SU DIFESA TRA CINA E GIAPPONE DA 4 ANNI  

 

CALENDA: FIRMATO ACCORDO PER PARCO AERONAUTICO SINO-ITALIANO  

 

CALENDA:MADE IN ITALY PROTAGONISTA A SHANGHAI

 

CINA-USA: XI JINPING A COLOQUIO CON KISSINGER

 

TAIWAN: UN VIDEO PER CONVINCERE SU PATTO COMMERCIALE CON CINA

 

FT: ANCHE L'ITALIA "SFIDA GLI USA" ED ENTRA NELLA AIIB

 

SIPRI: PECHINO TERZO PRODUTTORE DI ARMI

 

NUMERO DUE PETROCHINA SOTTO INCHIESTA PER CORRUZIONE

 

PECHINO, SEUL E TOKYO CI RIPROVANO: PRIMO INCONTRO DAL 2012 

 

LI KEQIANG "RIFORME DOLOROSE MA ANDIAMO AVANTI"

 

SIPRI: PECHINO TERZO PRODUTTORE DI ARMI

 

IEA: CALO GREGGIO SERVIRA' PER RISERVE STRATEGICHE CINESI

 

MORTO XU CAIHOU, EX NUMERO DUE DELL'ESERCITO INDAGATO PER CORRUZIONE

 

PBOC, PIU' FLESSIBILITA' CONTRO RISCHIO DEFLAZIONE

 

BACCHETTE INTELLIGENTI PER TENERSI A DIETA E MANGIARE SANO

 

PECHINO PROMETTE PROCESSO "APERTO" PER EX CAPO SICUREZZA

 

LONDRA CHIEDE INGRESSO IN ASIAN INFRASTRUCTURE BANK,USA SECCATI

 

CINA: GOVERNO ESCLUDE IPOTESI QUANTITATIVE EASING

 

APPLE WATCH TAROCCO IN VENDITA SU TAOBAO

 

BRADANINI: ITALIA AIUTERA' CINA SU QUALITA' DELLA VITA

 

CINA-SRI LANKA: SOSPESO PROGETTO NEL PORTO DI COLOMBO

 

PRODUZIONE INDUSTRIALE +6, 8%, MENO DEL PREVISTO

 

CINQUEMILA LAVORATORI SCIOPERANO A DONGUANG

 

PECHINO, DALAI LAMA ABBANDONI METODI MALVAGI E TORNI AL BENE

 

PECHINO SI PREPARA PER ARRIVO DI SOLAR IMPULSE 2

 

XI JINPING E' "PAPA XI", IL PIU' POP DOPO MAO

 

"NUOVA NORMALITÀ" AL 7% DI CRESCITA, ECONOMIA RIPARTE DALLE START-UP

 

AMAZONA APRE PUNTO VENDITA SU ALIBABA

 

ACQUISTANO ONLINE 3 ISOLE IN MENO DI 12 ORE

 

ANP: SFIDE STRAORDINARIE PER L'ECONOMIA
Crescita al 7% nel 2015, ai minimi da 22 anni

 

PECHINO AUMENTA SPESE MILITARI DEL 10,1%

LI KEQIANG: TOLLERANZA ZERO SU INQUINAMENTO E CORRUZIONE

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci