Politica internazionale

Politica internazionale

Michelle Obama in Cina
tra due giorni, focus su scuola

Michelle Obama in Cina <br />tra due giorni, focus su scuola


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest




Pechino, 18 mar. - La first lady statunitense Michelle Obama sta per arrivare in Cina in quello che sarà il primo incontro con Peng Liyuan, moglie del presidente cinese Xi Jinping, e volto celebre in tutto il paese come cantante e attrice, indipendentemente dal marito che ha sposato. Michelle Obama si fermerà in Cina dal 20 al 26 marzo: la first lady, assieme alle due figlie Malia e Sasha, di 15 e 12 anni rispettivamente, e alla madre, Marian Robinson, visiterà alcuni dei luoghi più celebri, come la grande Muraglia e l'esercito di Terracotta a Xian, nel cuore della Cina. Ultima tappa del viaggio sarà Chengdu, nella provincia sud-occidentale del Sichuan.

Quasi certamente, concordano gli analisti, la first lady si terrà alla larga dalle questioni che dividono Washington e Pechino nello scacchiere geopolitico. I temi caldi della politica internazionale verranno temporaneamente relegati in un angolo, e quello tra Michelle Obama e Peng Liyuan sarà un incontro informale all'insegna del soft power che vedrà al centro i valori condivisi della famiglia. Niente spunti polemici, come era capitato in passato con Laura Bush, e Hillary Clinton, nelle vesti di first lady, che avevano in diverse occasioni posto l'accento sul rispetto dei diritti umani. La Casa Bianca per questo incontro chiede a Michelle Obama un approccio improntato alla distensione nei rapporti con Zhongnanhai.

Nel ruolo di "mom-in-chief", come la definisce la stampa a stelle e strisce, Michelle Obama si concentrerà su un tema a lei caro e già discusso in passato nei suoi viaggi all'estero, quello dell'educazione per i giovani, in particolare americani e cinesi. L'obiettivo è quello di mettere da parte le polemiche per qualche giorno e concentrarsi, invece, sugli scambi culturali tra Cina e Stati Uniti. L'impegno sociale è importante anche per la sua controparte: Peng Liyuan è dal 2011 ambasciatrice di buona volontà presso l'Organizzazione Mondiale della Sanità per la causa dei bambini malati di HIV. Al contrario delle donne che l'hanno preceduta nelle vesti di mogli dei capi di stato cinesi, Peng non si tira indietro dalla scena pubblica, ma ha fatto parlare di sé già lo scorso anno, fin dai primi giorni in cui il marito si è insediato nella carica di presidente cinese, accompagnandolo in viaggio in Russia prima e in Africa poi, suscitando i commenti della stampa internazionale che la paragonava sia a Carla Bruni che alla stessa Michelle Obama per popolarità.

L'incontro tra Michelle Obama e Peng Liyuan servirà anche da anteprima all'incontro tra i rispettivi mariti che si incontreranno settimana prossima a margine del Nuclear Security Summit che si terrà a L'Aia il 24 e 25 marzo prossimi: tema principale di questa edizione del summit, la terza dopo quella del 2010 a Washington e quella del 2012 a Seul, sarà la minaccia del terrorismo con armi nucleari. Obama e Xi si incontreranno per la prima volta quest'anno, per discutere di relazioni bilaterali tra Washington e Pechino "e altre questioni rilevanti", ha confermato il Ministero degli Esteri cinese. Xi Jinping ha manifestato più volte l'intenzione costruire un nuovo modello di rapporto tra Cina e Stati Uniti e il vertice Xi-Obama viene visto da Pechino come "altamente significativo nello sviluppo delle relazioni tra i due Paesi". Oltre ai Paesi Bassi, dove si terrà il summit sul nucleare, Xi Jinping sarà in Europa per una settimana, durante la quale si recherà in Francia, Germania, Belgio e visiterà il quartier generale dell'UNESCO, prima di fare ritorno in Cina. La visita di Xi Jinping è già stata definita dal ministro degli Esteri, Wang Yi, come un nuovo capitolo nelle relazioni Cina-Ue.

 

18 marzo 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 

MH370, CINA: MALAYSIA ESTENDA RICERCHE
Dai media piogge di critiche al governo malese
 

 

CRIMEA VOTA SECESSIONE, USA E UE: ILLEGALE, CINA NEUTRALE  

 

PBOC RIALZA DA 1% A 2% BANDA OSCILLAZIONE YUAN  

 

TWITTER: AD COSTOLO A SHANGHAI, PRIMA MISSIONE IN CINA 

 

NORD COREA LANCIA 25 MISSILI NEL MARE DEL GIAPPONE 

 

ALIBABA PRONTA PER WALL STREET  

 

MUORE IL VESCOVO DI SHANGHAI  

 

PECHINO: NEL 2020 POPOLAZIONE URBANA AL 60%

 

MH370: SETTE GIORNI DI IPOTESI, TEORIE ED ERRORI

 

CENSURA WECHAT, WEIBO PRONTA PER QUOTAZIONE IN BORSA

 

BANCA CENTRALE BLOCCA PAGAMENTI DA CELLULARI
In allarme i colossi dell'e-commerce Alibaba e Tencent

 

IN MANETTE LEADER DI WUKAN, ATTIVISTA: ARRESTO SOSPETTO

UOMO ACCOLTELLA 5 PERSONE. POLIZIA: "NON E' TERRORISMO"

NECESSARIO AFFRONTARE IL MALCONTENTO
CHE ALIMENTA IL TERRORISMO

 

B-777 VOLO' PER ALTRE CINQUE ORE,
SATELLITI RAFFORZANO TESI

MALAYSIA: ERRORE IN FOTO SATELLITARI
Pechino insiste: "possibili detriti"

 

CHIUSA L'ANP: PREMIER LI OTTIMISMO SU ECONOMIA

 

ANP, PUGNO DI FERRO CONTRO INQUINAMENTO

 

MAXI ESPLOSIONE IN TUNNEL, 31 MORTI E 9 DISPERSI

 

LI HEJUN: IL MISTERIOSO MILIARDARIO DELLE RINNOVABILI

 

CAPO AVIAZIONE NEGA AEREO SEGUITO FINO A MALACCA

 

UE-CINA: PRESIDENTE XI JINPING A BRUXELLES IL 31 MARZO

 

APRE A PECHINO IL PARCO A TEMA DEGLI UNIVERSAL STUDIOS

 

RENZI IN CINA AD APRILE

 

YU'E BAO, FONDO ALIBABA IN 9 MESI VOLA A 81 MLN DI DEPOSITI

 

ANP: A VIA ISTITUZIONE DI CINQUE BANCHE PRIVATE

 

IBM: 20 LICENZIATI, MA SCIOPERO PROSEGUE


FUKUSHIMA: CINA, “GIAPPONE DIA SPIEGAZIONI SULLA VICENDA”


UCRAINA CINA NO A SANZIONI, ESPERTI "PRENDA POSIZIONE"


CHAORI SOLAR IN BANCAROTTA, PRIMO DEFAULT DAL 1997


APRE IL FONDO MASI, 2500 VOLUMI SULLA CINA


LOU JIWEI, CRESCITA PIL AL 7,5% E' FLESSIBILE

 

CNOOC PUNTA ALL'ARTICO, PRIMA LICENZA IN ISLANDA

 

CRISI UCRAINA: CINA INSISTE SU DIALOGO

 

ATTACCO A KUNMING, CONTROLLO SUI MEDIA

 

MERKEL: NO A VISITA DI XI AI SITI DELL'OLOCAUSTO

 

ANP: OBIETTIVO CRESCITA 7,5% PER IL 2014, +12,2% BUDGET DIFESA E GUERRA A INQUINAMENTO

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci