per l'agro-alimentare italiano"" /> agiChina - Martina: "forte l'interesse <br />per l'agro-alimentare italiano"

Politica internazionale

Politica Internazionale

Martina: "forte l'interesse
per l'agro-alimentare italiano"

Martina:  forte l interesse <br />per l agro-alimentare italiano


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 29 ott. - Sempre più forte l'interesse cinese per il settore agro-industriale italiano e per il know how del nostro Paese in tema di sicurezza alimentare, controllo della qualità e certificazione dei prodotti. Soprattutto in vista dell'appuntamento di Expo 2015, che ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita", dove la Cina sarà presente con tre padiglioni. Tra le possibilità di collaborazione emerse dalla visita di tre giorni in Cina del sottosegretario al ministero delle Politiche Agricole Maurizio Martina c'è anche la proposta cinese di un forum agro-alimentare italo-cinese che Martina prevede come "un momento strutturato tra i due Paesi durante la programmazione di Expo con la possibilità di perfezionare nello specifico la collaborazione su tutto il fronte agro-alimentare". Al centro dei colloqui con i cinesi ci sono stati i dossier agro-alimentari su specifici prodotti, su cui Italia e Cina "hanno fatto specifici passi in avanti". A colloquio con le autorità cinesi, Martina ha presentato i progressi italiani nella sicurezza alimentare, i processi del controllo del processo di certificazione di qualità, che hanno ricevuto "un interesse assoluto da parte delle autorità cinesi, che pongono il nodo della sicurezza tra le loro priorità".

In Cina, Martina ha partecipato alla Conferenza sul turismo agricolo di Changsha, città della Cina centrale, per promuovere il programma del governo italiano per Expo 2015. Martina ha poi incontrato le massime autorità in tema di sicurezza alimentare: la Food and Drugs Administration cinese, e Aqsiq, l'organo amministrativo di livello ministeriale deputato al controllo di qualità e alla certificazione dei prodotti. "Expo non è più l'esposizione universale novecentesca e non può più essere quel modello di esposizione universale, ma oggi deve essere uno spazio di dialogo globale su un grande tema come la questione alimentare e il fatto che accada nell'anno cruciale che rideterminerà anche gli obiettivi del millennio a livello Onu, consente all'Italia di potere offrire quella piattaforma di discussione anche tra istituzioni".

29 ottobre 2013

 


 

ALTRI ARTICOLI

 

AL VIA IL PROCESSO AI 3 ATTIVISTI ANTI-CORRUZIONE

 

NEW EXPRESS PORGE SCUSE AI LETTORI

 

PECHINO TRACCIA ROADMAP DELLE RIFORME IN 8 AREE

 

LAVORO "ALLA CINESE" NEL CUORE DELL'EUROPA

 

INVESTIMENTI CINESI ALL'ESTERO: CHIP DI GEOPOLITICA ECONOMICA

 

CINA: NUOVO PRIME-RATE SU PRESTITI BANCARI

 

MEDICINA CINESE: PRIMO GLOSSARIO CINESE-ITALIANO

 

ERGASTOLO PER BO XILAI, APPELLO RESPINTO

 


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci