Politica internazionale

Politica internazionale

Da Pechino prove di disgelo
nelle acque contese

Da Pechino prove  di disgelo <br />nelle acque contese


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 19 feb. - L'anno della Capra, che comincia oggi, si apre con alcuni segnali di distensione nelle acque che circondano la Cina. Cina e Giappone, secondo quanto scrive oggi l'agenzia giapponese Kyodo, sono d'accordo per ripristinare il dialogo sulla sicurezza dopo anni di tensioni per la disputa di sovranità sull'arcipelago delle Senkaku/Diaoyu, nel Mare Cinese Orientale.

 

La disputa con il Giappone ha visto di recente progressi, con un primo disgelo nei rapporti diplomatici tra i due Paesi a novembre scorso, anche sul piano delle rivendicazioni, con Pechino che ha allentato la presa con molti meno pattugliamenti nelle acque del Mare Cinese Meridionale. Secondo i calcoli dell'International Crisis Group se ne contano sei a giugno 2014, contro le 28 incursioni nel solo mese di agosto 2013 nelle acque territoriali delle Senkaku/Diaoyu. Anche la conduzione dei pattugliamenti è cambiata, in maniera più prevedibile e meno ostile nello svolgimento, secondo gli esperti.

Anche sul fronte del Mar Cinese Meridionale Pechino sta cercando di ricucire i rapporti con i vicini e le ultime settimane hanno dato alcuni segnali di disgelo. L'11 febbraio scorso, in un messaggio al segretario generale del Partito Comunista Vietnamita, Nguyen Phu Trong, il presidente cinese Xi Jinping, ha manifestato la volontà di rinsaldare i rapporti tra Pechino e Hanoi, evitando di citare le questioni di sovranità in sospeso tra i due Paesi. "Il Partito Comunista e il governo cinese - scriveva Xi Jinping al suo omologo vietnamita - hanno a lungo dato grande spazio alla tradizionale amicizia tra Cina e Vietnam e vogliono promuovere un salutare sviluppo dei legami". I toni concilianti del presidente cinese contrastano con la crisi tra i due Paesi del maggio scorso, con diverse manifestazioni anti-cinesi in Vietnam dopo l'installazione di una piattaforma per l'estrazione del greggio al largo delle coste vietnamite in acque che Hanoi considera parte integrante del proprio territorio nazionale.

Le preoccupazioni per il ruolo crescente della Cina nei mari che bagnano le sue coste riguardano non solo gli avversari di lunga data nei contenziosi di sovranità - Vietnam e Filippine, su tutti - ma anche l'India, che ha mostrato più di una perplessità sullo sviluppo delle infrastrutture della Via della Seta marittima nel recente vertice trilaterale con Russia e Cina a Pechino. New Delhi considera la strategia cinese del "filo di perle" come un tentativo di accerchiamento dell'India per contenerne lo sviluppo economico e teme una eccessiva presenza delle navi della Marina cinese nelle acque dell'Oceano Indiano. Proprio per contrastare l'influenza cinese nella regione, il governo indiano ha dato oggi l'ok alla costruzione di sette navi da guerra, per otto miliardi di dollari di investimenti: le fregate saranno equipaggiate con i sistemi anti-radar più sofisticati, ha fatto sapere il governo indiano, proprio per evitare la localizzazione da parte delle navi nemiche e per intercettare manovre ostili da parte di imbarcazioni di altri Paesi.

Il capitolo aperto più spinoso nelle contese di sovranità è quello che riguarda le Filippine, che dalla metà dello scorso anno lamentano incursioni sempre più frequenti da parte dei mezzi militari cinesi nelle proprie acque e la costruzione di una pista di atterraggio sul Johnson South Reef, che Manila considera parte del proprio territorio. La struttura, secondo alcuni analisti citati oggi dall'agenzia Reuters, potrebbe costituire per Pechino un vantaggio sia sotto il profilo militare, come base per i rifornimenti, che commerciale, per le attività di pesca delle imbarcazioni cinesi che battono quelle acque. A completare il quadro, ci sono poi le operazioni di sfruttamento delle risorse.

Le estrazioni di greggio hanno un ruolo sempre più importante nel Mare Cinese Meridionale. Cnooc (China National Offshore Oil Corporation) è attiva nelle esplorazioni, e negli ultimi mesi del 2014 ha segnato diverse scoperte, aumentando la propria presenza nelle acque del Mare Cinese Meridionale. L'ultimo capitolo di grande rilievo risale alla scorsa settimana, quando il gruppo del greggio offshore cinese ha annunciato la scoperta del Lingshui 17-2, un giacimento di gas al largo delle coste meridionali dell'isola provincia di Hainan, con riserve stimate in oltre cento miliardi di metri cubi e una produzione annua di oltre quattro miliardi di metri cubi, stando alle prime stime del Ministero della Terra e delle Risorse di Pechino, che lo classifica tra i maggiori giacimenti di gas offshore cinesi.

19 febbraio 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

WSJ: ALLO STUDIO FUSIONE TRA I GIGANTI DELL'ENERGIA

 

AL VIA ESERCITAZIONI NAVALI CONGIUNTE CON GRECIA

 

DAL SOCHUAX AL MILANO, LA CINA PUNTA AL CALCIO EUROPEO

 

ANNO DELLA CAPRA, IL PRIMO DELLA "NUOVA NORMALITA'"

MIGLIAIA DI PROFUGHI BIRMANI NELLO YUNNAN, ALLERTA A PECHINO


NDRC CHIEDE CRESCITA AL 6,5% FINO AL 2020

 

RFC: KAMIKAZE NELLO XINJIANG FA 7 MORTI

 

WANG YI IN IRAN, "SPRINT FINALE" SU NUCLEARE

 

MILITARI IN SOVRAPPESO A RISCHIO DEGRADAZIONE


DA PBoC FONDO PER LA VIA DELLA SETA

 

RIFORME: CRESCITA RALLENTATA, MA DI QUALITA'

 

CINA PERDE PRIMATO SU CONSUMO DI ORO, SORPASSO DELL'INDIA

 

CINA VERSO UNA POLITICA MONETARIA ESPANSIVA

 

XI JINPING IN USA A SETTEMBRE
Cybersicurezza e nucleare in cima all'agenda

 

PECHINO SMENTISCE ATENE, NON ABBIAMO OFFERTO AIUTI

 

TAIWAN: SI DIMETTE MINISTRO AFFARI CON CINA

 

BANCA CENTRALE OTTIMISTA SU ECONOMIA PIU' SOSTENIBILE

 


VIA DELLA SETA MARITTIMA: AL VIA VIAGGIO INAUGURALE


CALCIO: DIRITTI SERIE A IN MANO AI CINESI

 

TAIWAN: SI DIMETTE MINISTRO AFFARI CON LA CINA

 

TAIWAN: ALTRI 52 VOLI CANCELLATI
PER ADDESTRAMENTO PILOTI TRANSASIA


ALITALIA: TORNANO I VOLI PER CINA E COREA DEL SUD

 

MENO BARRIERE A INVESTIMENTI STRANIERI
Position paper Camera di Commercio dell'Ue


GIUSTIZIATO GANGSTER AMICO DI ZHOU YONGKANG


BORSE ASIATICHE IN RIBASSO SUI DATI DELL'EXPORT CINESE

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci