Politica internazionale

Politica internazionale

Lega giovanile Pcc
contro artisti pro-Occupy

Lega giovanile Pcc <br />contro artisti pro-Occupy


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

 

Pechino, 22 ott. - La Lega Giovanile del Partito Comunista Cinese si scaglia contro gli artisti di Hong Kong che hanno sposato la causa pro-democratica di Occupy Central e minaccia il boicottaggio. Il corpo del PCC da cui sono usciti molti dirigenti della passata amministrazione, a cominciare dall'ex presidente, Hu Jintao, ha lanciato l'avvertimento per le celebrità dell'isola, arrivando a ipotizzare anche la censura su internet dei loro lavori. Sul proprio account ufficiale Weibo, la Lega Giovanile del partito chiede il bando ufficiale degli artisti pro-Occupy "dalle esibizioni o dalle trasmissioni nella Cina mainland" e di essere "cancellati da internet". I messaggi della Lega Giovanile non sono passati inosservati: a poche ore dalla pubblicazione on line, il corpo del PCC aveva già ricevuto duecentomila risposte di assenso al bando degli artisti che simpatizzano con le proteste di queste settimane.

Ancora più pensante il giudizio del Globa Times, quotidiano pubblicato in inglese e cinese che spesso fa discutere per la durezza dei suoi editoriali in chiave nazionalista. I manifestanti di Occupy Central, scrive il giornale, rischiano di diventare marionette in mano agli stranieri. "Gli attivisti e i manifestanti di Occupy Central devono svegliarsi. Non dovrebbero agire come marionette di ostili forze esterne" sottolinea in un editoriale il giornale pubblicato dal Quotidiano del Popolo, che paragona il movimento studentesco alla setta del Fa Lun Gong, fuorilegge in Cina, ai gruppi separatisti situati in Tibet, nello Xinjiang e a Taiwan, e agli attivisti per la democrazia che vivono sul suolo cinese. "Se le forze di Occupy Central continuano ad avanzare - continua il Global Times - attrarranno sempre più forze internazionali anti-Cina. Più a lungo durano le proteste, più difficile sarà per Occupy Central ritirarsi".

Il duro editoriale del Global Times e i toni di sfida della Lega Giovanile del PCC arrivano all'indomani del primo round di colloqui tra studenti e governo di Hong Kong, conclusosi con un nulla di fatto, nonostante la timida apertura del governo alla possibilità di modifiche sulla modalità di elezione della massima carica dell'isola, il capo esecutivo. Le sigle studentesche che animano il movimento di Occupy Central si sono dette insoddisfatte dell'esito del primo confronto pubblico, trasmesso in diretta televisiva, e hanno minacciato la possibilità di non prendere parte a ulteriori colloqui, se le autorità non si muoveranno verso offerte significative per gli studenti, che chiedono la nomina popolare dei candidati invece della preselezione operata da un comitato di 1200 membri.

"Se ci sarà un dialogo in futuro è qualcosa che non è stato ancora deciso" ha dichiarato Alex Chow, segretario generale della Federazione degli Studenti, che riunisce gli universitari di Hong Kong. Per scongiurare la fine del dialogo, nelle ultime ore sono intervenuti i dirigenti delle maggiori università della città semi-autonoma cinese, che hanno chiesto agli studenti di continuare il confronto con le autorità. Uno di loro, Peter Mathieson, vice cancelliere dell'Università di Hong Kong ha sottolineato il comportamento buono tenuto sia dagli esponenti del governo che dagli studenti durante il dibattito, nonostante le divergenze. "Penso che ripetere quello che è già stato detto non aiuti - ha spiegato il dirigente universitario - Si sa che il governo ha forti restrizioni su quello che può e quello che non può fare, entrambe le parti devono concentrarsi su quello che è possibile e realistico, piuttosto che su quello che è ideale". A favore del dialogo  si è infine espresso anche il rettore della Lingnan University, Leonard Cheng, il moderatore del dibattito di ieri, che ha poi spiegato di non essere stato mosso da "intenzioni maliziose" quando poneva domande agli studenti durante il confronto.

 

 

22 ottobre 2014


 

 

LEGGI ANCHE:

 

CY LEUNG: "DEMOCRAZIA A HK SAREBBE DOMINATA DAI POVERI"

 

HK: MANIFESTANTI, "ACCUSE DI INFILTRAZIONI RIDICOLE"

 

HONG KONG: ANCORA VIOLENZE NEL FINE SETTIMANA


HK: POLIZIA SGOMBERA AREA DI MONG KOK

 

HONG KONG: CY LEUNG, GOVERNO SI' A DIALOGO

 

HONG KONG: POLIZIA RIMUOVE AGENTI PIU' VIOLENTI

 

HK: POLIZIA SMANTELLA BARRICATE MA PROTESTA CONTINUA

 

TAFFERUGLI A HONG KONG, ANONYMOUS ATTACCA SITI WEB CINESI

 

HONG KONG INIZIA RIMOZIONE BARRICATE DI OCCUPY CENTRAL


HONG KONG, STUDENTI CHIEDONO PARTECIPAZIONE DI MASSA

 

YIN HAOLIN A STUDENTI HK: "NON ABBIATE FRETTA"

 

HK: GOVERNO CANCELLA COLLOQUI CON GLI STUDENTI

 

HONG KONG, AL VIA VENERDI' COLLOQUI CON GOVERNO


IL FUTURO DELLE CONTESTAZIONI A HONG KONG

Intervista a Joshua Wong, leader di Scholarism

 

HK: TUTTE LE RICHIESTE DEGLI STUDENTI DI OCCUPY

 

HONG KONG: 37 ARRESTI DOPO SCONTRI A MONG KOK

 

HK: STUDENTI APRONO AI COLLOQUI CON GOVERNO

 

HK: CY LEUNG NON SI DIMETTE

 

SCONTRI A HONG KONG, STUDENTI "NO DIALOGO"

 

HK: STUDENTI E GOVERNO DOPO LE DECISIONI DI CY LEUNG

 

CY LEUNG: L'UOMO DI PECHINO CHE NESSUNO VUOLE A HONG KONG - La scheda

 

HONG KONG: POLIZIA NON ESCLUDE USO DELLA FORZA

 

HONG KONG, "IMPOSSIBILI DIMISSIONI DI LEUNG"

 

ANONYMUS MINACCIA GOVERNO HONG KONG, SOLIDARIETA' AI MANIFESTANTI


HONG KONG: STUDENTI A CY LEUNG, DIMISSIONI O SARA' ESCALATION

 

OCCUPY CENTRAL CHIEDE COLLOQUIO CON CY LEUNG

 

PROTESTE HONG KONG: PECHINO NON CAMBIERA' IDEA

 

FORCHIELLI: NESSUNA SPERANZA PER HK, POLITICI MARIONETTE

 

WONG: "CONFRONTO CON STUDENTI NOCIVO PER PECHINO"

 

HONG KONG, DECINE DI MIGLIAIA IN PIAZZA
NEL SECONDO GIORNO DI PROTESTE

 

DILAGA LA PROTESTA ANTI-PECHINO A HK, MIGLIAIA DI MANIFESTANTI PER LE STRADE

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

PIL AL 7,3%, BANCA MONDIALE RIFORME NON STIMOLI

 

CY LEUNG: "DEMOCRAZIA A HK SAREBBE DOMINATA DAI POVERI" 

 

EBOLA: CINA PRONTA PER POTENZIALE EMERGENZA

 

HK: MANIFESTANTI, "ACCUSE DI INFILTRAZIONI RIDICOLE"

 

AL VIA QUARTO PLENUM PCC, AL CENTRO LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA

 

SMOG A PECHINO, ATLETI ABBANDONANO LA MARATONA

 

YANG A BOSTON, CON KERRY 'CONFRONTO FRANCO'

 

I GESUITI IN UNA COLLANA DEL SOLE24ORE, INTERVISTA A MICHELA CATTO

 

XINJIANG 22 MORTI E DECINE DI FERITI IN ATTENTATO A KASHGAR

 

HONG KONG: ANCORA VIOLENZE NEL FINE SETTIMANA

 

ASEM: INCONTRO A MARGINE TRA PREMIER CINA E VIETNAM

 

ASEM: ENI CONSOLIDA 'STRATEGIA ASIA' 

 

HK: POLIZIA SGOMBERA AREA DI MONG KOK 

 

CINA E VIETNAM: ACCORDO SU DISPUTE MARITTIME 

 

PREMIER LI INCONTRA RENZI AL POLITECNICO DI MILANO

 

AL VIA VERTICE ASEM, MOGHERINI: ASIA UN'ANCORA PER L'UE

 

HONG KONG: CY LEUNG, GOVERNO SI' A DIALOGO

 

QUARTO PLENUM DECIDERA' SU ZHOU YONGKANG

 

HONG KONG: POLIZIA RIMUOVE AGENTI PIU' VIOLENTI

 

RENZI, IERI ACCORDI PER 8 MLD CON CINA. ITALIA RIPARTE

 

POVERTA': OLTRE 82 MLN DI CINESI CON MENO DI 1 DOLLARO AL GIORNO

 

PREMIER LI RICEVUTO DA RENZI A PALAZZO CHIGI
Alla firma 20 accordi per 8 miliardi

 

CINA SORPASSA USA PER PIL A PARTIA' POTERE D'ACQUISTO  

 

HK: POLIZIA SMANTELLA BARRICATE MA PROTESTA CONTINUA

 

AL VIA IL QUARTO ASIA SHALE GAS FORUM A SHANGHAI

 

RIVOLUZIONE SHALE SEMPRE PIU' IMPORTANTE PER RELAZIONI TRA EUROPA E ASIA

 

TAFFERUGLI A HONG KONG, ANONYMOUS ATTACCA SITI WEB CINESI

 

ATTACCO MC DOLANDS, CONDANNA A MORTE PER 2 ADEPTI SETTA

 

SURPLUS COMMERCIALE A SETTEMBRE DI 31 MLD DI DOLLARI 

 

PREMIER LI: VISITA UN'OPPORTUNITA' PER COLLABORAZIONI

 

PBoC, ALLO STUDIO PROPOSTA

SU INVESTIMENTI INDIVIDUALI ALL'ESTERO

 

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci