Politica internazionale

Politica Internazionale

La decadenza di Berlusconi
sulla stampa cinese

La decadenza di Berlusconi <br />sulla stampa cinese


di Eugenio Buzzetti

Twitter@eastnowest

 

Pechino, 28 nov. - L'eco della decadenza di Silvio Berlusconi dal senato è arrivata anche in Cina. L'agenzia di stampa Xinhua, la più importante del Paese ha messo in prima pagina la notizia nella giornata di oggi, dedicando al tema articoli che sintetizzano i punti chiave della giornata di ieri: il voto al senato, le incertezze sul futuro del governo Letta, che però ha incassato il sostegno parlamentare sulla legge di stabilità, e l'impegno in politica anche fuori dal palazzo per l'ex presidente del Consiglio. Nell'articolo che dà la notizia alla Cina, la Xinhua ripercorre brevemente i capitoli della vicenda giudiziaria che ha visto Berlusconi condannato per frode fiscale. "La condanna - scrive la Xinhua - è stata la prima sentenza definitiva per Berlusconi in venti anni di battaglie legali. E' troppo vecchio per andare in prigione, in base alla legge italiana, e ha chiesto di essere assegnato a un anno di servizi sociali, piuttosto che agli arresti domiciliari".

 

Ripresa anche dall'ufficialissimo Quotidiano del Popolo e dal Global Times, che ne è diretta emanazione, la notizia è comparsa su tutti i maggiori siti cinesi in lingua inglese, che hanno riportato alcune tra le dichiarazioni più accese dei giorni scorsi dello stesso ex presidente del Consiglio. "Giornata di lutto per la democrazia", "colpo di Stato", e "omicidio politico" - l'accusa di Berlusconi agli esponenti del Partito Democratico che avrebbero votato per la sua decadenza da senatore - sono entrati anche nel vocabolario della stampa cinese, che in un titolo su un articolo di analisi di questo frangente della politica italiana parla di "grande dramma" per definire l'espulsione dalla vita parlamentare di Silvio Berlusconi. Nei commenti alla decisione del Senato c'è posto anche per le schermaglie tra esponenti del PD e di Forza Italia, ma Pechino è lontana dall'enfasi che si respira in Italia sul futuro di Berlusconi.

Più delle posizioni dei vari schieramenti sul futuro dell'ex premier, per la Cina contano i fatti della politica e i conti dell'economia italiana: e sulla versione on line del quotidiano in lingua inglese China Daily, la notizia della decadenza di Berlusconi dal suo seggio al Senato occupa poche righe, che sintetizzano la notizie battute dalle agenzie internazionali. Merita un approfondimento, invece, la fiducia al governo Letta sulla legge di stabilità, su cui la nuova formazione politica dell'ex premier si e schierata contro. Anche in questo caso, ovviamente, Silvio Berlusconi ha avuto un ruolo. E c'è spazio, infine, anche per l'Europa. Il quotidiano cinese ricorda la telefonata del presidente della Commissione Europea, Josè Manuel Barroso all'ex premier, nel tentativo, fallito, di convincerlo in extremis a non fare mancare l'appoggio al governo. Conti in regola e giudizio dell'Europa rappresentano per la Cina i due fattori più importanti di cui tenere conto quando si parla di Italia.


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci