Politica internazionale

Politica internazionale

Isole contese: Pechino
convoca ambasciatore Usa

Isole contese: Pechino<br />convoca ambasciatore Usa


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 27 ott. - Il Ministero degli Esteri cinese ha convocato l'ambasciatore statunitense in Cina, Max Baucus, dopo l'incursione della notte scorsa di un cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti nelle acque territoriali delle isole Spratly, nel Mare Cinese Meridionale, che Pechino rivendica come propria esclusiva zona di competenza territoriale. Lo ha annunciato la Cctv, l'emittente televisiva nazionale cinese. Il vice ministro degli Esteri di Pechino, Zhang Yesui, ha definito l'atto "estremamente irresponsabile" e ha chiesto agli Stati Uniti di porre fine a ogni azione che danneggi la sovranità territoriale cinese e la sicurezza regionale.
 
Duri anche i toni utilizzati dal Ministero della Difesa cinese che ha promesso di prendere "tutte le misure necessarie per proteggere la sicurezza del Paese" e ha definito l'incursione della nave militare americana nelle acque territoriali delle Spratly "un tentativo di militarizzare il Mare Cinese Meridionale". Il Ministero della Difesa ha poi chiesto agli Usa di "evitare il ripetersi di incidenti di questo tipo" in futuro, che costituiscono un "abuso della libertà di navigazione". L'incursione statunitense alle Spratly non sarebbe passata inosservata. La nave militare statunitense, ha concluso il Ministero della Difesa di Pechino, era stata avvistata da altre due imbarcazioni della Marina cinese, che hanno lanciato un avvertimento al cacciatorpediniere a stelle e strisce.
 
L'operazione condotta oggi da Washington viene vista dagli Stati Uniti come un'esercitazione per la libertà di navigazione ed era stata preannunciata già nei giorni scorsi provocando la dura reazione da parte di Pechino, che aveva promesso tolleranza zero nel caso di violazioni di un'area che considera come proprio territorio nazionale. L'incursione di oggi rappresenta la sfida più grossa alla Cina sul piano delle dispute di sovranità nazionale che Pechino ha in corso con alcuni Paesi del sud-est asiatico per isole e atolli che sorgono nel Mare Cinese Meridionale e pone un precedente che potrebbe essere visto come l'inizio di una escalation della tensione dagli esperti. Il governo statunitense ha poi confermato che quella di oggi è solo la prima di una serie di esercitazioni dello stesso tipo che verranno condotte in futuro. Nel primo pomeriggio, Pechino aveva già sporto protesta formale contro Washington per l'incursione.

 

27 ottobre 2015

 

LEGGI ANCHE


NAVI DA GUERRA USA NELLE SPRATLY, IRA DI PECHINO

 

ALTRI ARTICOLI

 

AL VIA V PLENUM PCC, DECIDERA' LINEE GUIDA FINO AL 2020

 

CINA, PRIORITA' A TRASMISSIONE ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

 

HK: TRAGHETTO IN COLLISIONE, 124 I FERITI, 87 I DISPERSI

 

PECHINO FA RICHIESTA FORMALE PER ENTRARE NELLA EBRD

 

XI A MANCHESTER, IL NORD A CACCIA DI ACCORDI

ITALIA-CINA, 45 ANNI DI RELAZIONI,UN PONTE EUROPA-ASIA


BANCA CENTRALE TAGLIA TETTO E TASSI RISERVE BANCA


LONDRA APPOGGIA PATTO DI LIBERO SCAMBIO CINA-UE


BCE: DRAGHI, ESPOSIZIONE UE VERSO CINA NON E' SIGNIFICATIVA

 

XI A LONDRA, NUCLEARE IN AGENDA

 

ALIBABA APRE UFFICIO A MILANO, CIPRIANI FORESIO ALLA GUIDA


FILIPPINE: UCCISI DUE DIPLOMATICI CINESI A CEBU

 

ESPLOSIONE IN IMPIANTO CHIMICO, TUTTI MORTI I NOVE DISPERSI


TESORO USA, YUAN NON PIU' SOTTOVALUTATO

 

XI IN GRAN BRETAGNA, ACCORDI PER 46 MILIARDI DI DOLLARI

 

CHINA ENTREPRENEUR CLUB, "L'ITALIA CONOSCE POCO IL MERCATO CINESE"

 

RALLENTA PIL III TRIMESTRE, +6,9%, AL MINIMO DAL 2009

 

ICBC: DOPO MILANO SBARCA ANCHE A ROMA

 

FCA, AL VIA LA PRODUZIONE DI JEEP CHEROKEE A CHANGSHA

 

IMPRENDITORI CINESI, «GOVERNO RENZI CI HA CONVINTI»

 

XI PARTE PER LA GRAN BRETAGNA,
MA (ALIBABA) CONSIGLIERE DI CAMERON

 

PREVISIONI CRESCITA AL RIBASSO


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci