Politica internazionale

Politica internazionale

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN DA DOMANI IN CINA

IL MINISTRO DELL ECONOMIA PADOAN DA DOMANI IN CINA


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 22 lug. - Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, sarà da domani in Cina per una visita di tre giorni, che lo vedrà a colloquio con i più importanti esponenti del mondo finanziario cinese sia a Pechino, che a Hong Kong, il 25 luglio prossimo. Padoan incontrerà il suo omologo cinese, il ministro delle Finanze di Pechino, Lou Jiwei e, nella giornata di giovedì, il governatore della People's Bank of China, la banca centrale cinese, Zhou Xiaochuan, guardiano della politica monetaria di Pechino. Il ministro dell'Economia parlerà con i presidenti delle quattro grandi banche cinesi: Agricultural Bank of China, Industrial & Commercial Bank of China, Bank of China e China Construction Bank. Gli incontri bilaterali prevedono anche colloqui con Ding Xuedong, presidente della China Investment Corporation (CIC) il fondo sovrano cinese, e con i presidenti di China Development Bank e Export Import Bank of China, le due maggiori banche di investimento cinesi. Il ministro sarà infine a Hong Kong per incontrare le autorità finanziarie dell'isola.

 La Cina sta seguendo da tempo le sorti delle riforme strutturali dell'Italia e il cammino verso la ripresa che lo stesso Padoan ha definito nei giorni scorsi "ancora debole e incerta", ma nella visita dei prossimi giorni ci sarà spazio soprattutto per i temi degli scambi commerciali e della cooperazione economica tra i due Paesi. "L'attenzione nei confronti dell'Italia è focalizzata sul commercio e sull'economia - afferma ad Agi China Jiang Shixue, vice direttore dell'Istituto di Studi Europei dell'Accademia Cinese di Scienze Sociali, il massimo think tank di Pechino - Non ci sono questioni politiche. Abbiamo bisogno di lavorare insieme per promuovere il commercio bilaterale e gli investimenti".

 Lo studioso cinese cita poi tre punti su cui Cina e Italia dovranno lavorare in futuro e che potrebbero essere al centro dei colloqui tra il ministro e i suoi interlocutori cinesi. "I punti di maggiore i interesse sono l'attrazione degli investimenti cinesi nel vostro Paese per creare posti di lavoro, l'internazionalizzazione del renminbi e il miglioramento dell'investment environment per attrarre un numero sempre maggiore di investitori cinesi in Italia". Jiang pensa anche all'apertura di una clearing bank per lo yuan offshore nel nostro Paese. "Penso che la Cina possa fare qualcosa a riguardo" spiega ancora Jiang. "Perché non competere con Londra e Francoforte?" le due piazze europee che hanno sottoscritto nelle scorse settimane accordi con la Cina per l'apertura di due stanze di compensazione per la valuta cinese.

 Il ruolo degli investimenti nel sistema globale è al centro anche del pensiero di Nie Pingxiang, ricercatore presso la Chinese Academy of International Trade and Economic Cooperation di Pechino. "In termini di investimenti globali -scrive il ricercatore sul quotidiano in lingua inglese China Daily - le economie in via di sviluppo sono gradualmente diventate gli investitori principali e importanti Paesi riceventi". L'interesse, sul piano internazionale, va soprattutto verso i grandi trattati regionali sugli investimenti, come il Business Investment Treaty (BIT) in corso tra Cina e Unione Europea. Il ministro Padoan è attualmente presidente di turno dell'Ecofin. "Mentre le economie emergenti acquisiscono sempre più potere e partecipano agli attuali round di investimenti, la Cina deve cercare di diventare uno dei Paesi che detta le regole".

 L'attenzione cinese sugli investimenti è confermata anche dallo studioso della CASS che spiega cosa la Cina si aspetta dal nostro Paese per il futuro dei rapporti tra Roma e Pechino. "La Cina ha adottato da tempo la "Going Global Strategy", ovvero la strategia di incoraggiare gli investitori cinesi a fare investimenti in Europa, in Africa, e ovunque nel mondo - conclude Jiang Shixue -Il lavoro degli altri governi, compreso quello italiano, è quello di attrarre gli investitori migliorando il business environment, spiegando in quale settore è meglio investire, e dove gli investimenti dovrebbero essere diretti".

 

22 luglio 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 

XI JINPING GUARDA AL VENEZUELA PER IL PETROLIO

 

FORBES VENDUTA A GRUPPO DI INVESTITORI DI HONG KONG

 

MC DONALD'S: SCANDALO NELLA FORNITRICE CINESE

 

A SINDACO YANGZHOU PERGAMENA XVI SECOLO MARCO POLO


CINA-BRASILE, ACCORDI PER 8,6 MILIARDI DI DOLLARI

 

PREMIER LI: BENE ANCHE CRESCERE MENO DEL 7,5%

 

IN ARRIVO NUOVO PACCHETTO STIMOLI

 

IN ARRIVO NUOVI PACCHETTI STIMOLI MIRATI ALL'ECONOMIA

 

RINNOVABILI, SEMPRE PIU' PRESENTI PMI ITALIANE


XI JINPING IN BRASILE A CACCIA DI INVESTIMENTI


NASCE LA BANCA DI SVILUPPO DEI BRICS

 

SBARCA A DALIAN VINITALY INTERNATIONAL

 

XI A OBAMA: GESTIONE COSTRUTTIVA DELLE DIFFERENZE

 

DIRITTI UMANI, XI NON CONVINCE PLATEA INTERAZIONALE

 

CNH INDUSTRIAL: NUOVO STABILIMENTO A HARBIN

 

USA: DA INDUSTRIALE CINESE FURTO INFORMATICO


XI IN SUD AMERICA, ALLA CINA 25 AEREI BRASILIANI

 

INDAGATI DUE ALLEATI EX ZAR DELLA SICUREZZA


PASSA DA MALTA VIA DELLA SETA MARITTIMA DI PECHINO


BANCA CENTRALE INDAGA SU BANK OF CHINA PER RICICLAGGIO DOPO INCHIESTA CCTV


CINA-USA, BANCA CENTRALE PROMETTE YUAN PIU' FLESSIBILE

 

COLOSSO JIHUA GUIDERA' COLOSSO PMI ITALIANE IN CINA

 

DAGONG EUROPE: AREE LIBERO SCAMBIO
UN AIUTO PER IMPRESE STRANIERE

 

YUAN E PROPRIETA' INTELLETTUALE NEI COLLOQUI CINA-USA

 

BANK OF CHINA CONTRO CCTV, NO RICICLAGGIO NEI NOSTRI UFFICI

 

BAIDU TRA LA CINA E SILICON VALLEY

 

INFLAZIONE RALLENTA AL 2,3% A GIUGNO

 

TRA CINA E USA PROVE DI NORMALIZZAZIONE

 

FORTUNE: CINESI 100 SU 500 SOCIETA' TOP AL MONDO

 

SACE IN MISSIONE A SUZHOU PER AIUTARE IMPRESE ITALIANE

 

STATE GRID TRA INNOVAZIONE E INDAGINI ANTI-CORRUZIONE

 

SICUREZZA ALIMENTARE, AL VIA FORUM CINA-ITALIA

 

TROPPA BUROCRAZIA PER EXPORT LATTE ITALIANO

 

DIRITTI UMANI, MERKEL A CINA: "DIALOGO SIA LIBERO"

 

MERKEL IN CINA, ACCORDO PER DUE NUOVI IMPIANTI VW

 

PREMIER, ECONOMIA MODESTA MA IN CRESCITA

 

ANNUS HORRIBILIS PER LA STAMPA DI HONG KONG


MERKEL IN CINA DA SABATO PER INVESTIMENTI

 

COMMERCIO: A SEUL XI RINSALDA L'ALLEANZA

 

YUAN CAMBIO CN DOLLARO PIU' FLESSIBILE

 

F.1: FERRARI INAUGURA SITO UFFICIALE IN CINESE

 

NASCE IL TRIBUNALE SPECIALE PER L'AMBIENTE

 

A DALIAN ZONA SPERIMENTAZIONE RIFORME ECONOMICHE

 

HUAWEI ELETTA NEL BOARD UE PER IL 5G

 

XI A SEUL PER COLLOQUI SU NUCLEARE NORD-COREANO


CNPC-GAZPROM: NESSUNA CONSEGUENZA PER EUROPA

 

ITALIA-CINA RATIFICANO TRATTATO DI COOPERAZIONE GIUDIZIARIA


HK: OLTRE 500 ARRESTI DOPO MANIFESTAZIONI ANTI-CINA

 

PYONGYANG LANCIA DUE MISSILI, XI DOMANI A SEUL

 

CINA-SVIZZERA, OPERATIVO ACCORDO ZONA DI LIBERO SCAMBIO

 

WELCOME CHINESE, CERTIFICAZIONE DI ACCOGLIENZA PER IL TURISTA CINESE

 

AMBASCIATA CELEBRA INIZIO SEMESTRE PRESIDENZA ITALIA UE

 

A PECHINO -10% DI TURISTI, COLPA DELLO SMOG


MILITARI SOSTENGONO EPURAZIONE DI XU CAIHOU


ESPULSO DAL PCC EX NUMERO DUE DELL'ESERCITO

 

YUAN: DUE CLEARING BANKS IN FRANCIA E LUSSEMBURGO

 

XI: LA CINA NON FLETTE I MUSCOLI IN MODO AGGRESSIVO


CINA-TAIWAN: DELEGATO CINESE, "CINA RISPETTA SISTEMA SOCIALE DI TAIWAN"

 

SHANGHAI, PBOC LIBERALIZZA TASSI SU DEPOSITI VALUTA ESTERA

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci