presa posizione di Londra
" /> agiChina - Hk, attivisti: "vergognosa" <br />presa posizione di Londra <br />

Politica internazionale

Politica internazionale

Hk, attivisti: "vergognosa"
presa posizione di Londra

Hk, attivisti:  vergognosa  <br />presa posizione di Londra <br />


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 5 set. - Gli attivisti pro-democratici di Hong Kong hanno espresso oggi il loro sdegno verso la posizione di Londra di appoggiare nei fatti la limitazione al suffragio universale nell'ex colonia britannica, come voluto da Pechino. Gli attivisti hanno definito "vergognosa" e "vigliacca" la presa di posizione britannica, che ha accolto la posizione cinese per l'elezione dell'amministratore delegato di Hong Kong che è quella del suffragio universale, nonostante il riconoscimento che il modello proposto da Pechino non sia perfetto. Gli ultimi giorni e, prima ancora da luglio scorso, sono stati segnati dalle polemiche tra Pechino e Londra per l'inchiesta aperta dal Comitato per gli Affari Esteri britannico sullo stato della democrazia nell'ex colonia.

Mercoledì erano stati resti pubblici i contenuti delle lettere cinesi alle autorità britanniche in cui il Comitato per gli Affari Esteri dell'Assemblea Nazionale del Popolo cinese protestava contro la decisione di una commissione di inchiesta per i progressi nel sistema legislativo di Hong Kong in senso democratico. Le lettere cinesi usano toni duri: secondo Pechino l'inchiesta "ha mandato un segnale politico sbagliato al mondo e ha interrotto il processo di riforma politica di Hong Kong" scrivono i cinesi, che avvertono Londra di un possibile "impatto negativo nelle relazioni tra i due Paesi".

La polemica tra Pechino e Londra sul futuro di Hong Kong prosegue dal luglio scorso, dopo che un referendum on line nell'ex colonia aveva registrato un forte consenso attorno all'introduzione di norme pienamente democratiche nell'elezione della massima carica dell'isola. Già il 14 luglio scorso, l'ambasciatore cinese a Londra, Liu Xiaoming, aveva avvertito le autorità britanniche di non entrare nella disputa tra Pechino e Hong Kong, che il governo cinese considera come un affare interno, e aveva avvertito Richard Ottoway, il capo della Comitato per gli Affari Esteri britannico che sta conducendo l'inchiesta, di non recarsi a Hong Kong, come inizialmente previsto, perché una sua visita non sarebbe stata di aiuto alla causa dei manifestanti.

Intanto, dopo le proteste dei giorni scorsi contro la decisione di Pechino di non rivedere le modalità di elezione della massima carica di Hong Kong per il 2017, culminate nell'interruzione del discorso dell'inviato cinese Li Fei e nei 22 arresti dei manifestanti, le polemiche serpeggiano tra gli stessi attivisti e i rappresentanti politici più favorevoli alla piena democrazia. L'ultima è quella di Ronnie Tong, deputato del Civic Party, che contesta agli organizzatori delle manifestazioni la modalità con cui sono state condotte le proteste. A suo dire, il movimento pro-democratico non sarebbe stato in grado di produrre una battaglia per il suffragio universale nell'ex colonia britannica in modo "razionale e pragmatico". Nei giorni scorsi, alcune dichiarazioni pessimistiche sul futuro della democrazia a Hong Kong di uno dei leader del movimento, Benny Tai, avevano scioccato una parte dei manifestanti. Tai aveva poi corretto il tiro allineandosi con l'opinione di un altro dei fondatori del movimento, Chan Kin-man, sostenendo che le proteste continueranno a lungo e che il movimento stesso si pone obiettivi di cinque-dieci anni di durata.

05 settembre 2014

 

 

LEGGI ANCHE:

 

HK, MOVIMENTO DEMOCRATICO NON SI FERMERA'

 

HK: ORGANIZZATORI PROTESTE AMMETTONO SCONFITTA, 22 ARRESTI

 

HONG KONG PROTESTA CONTRO ELEZIONI CONTROLLATE DA PECHINO

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

UN MURO RICORDA L'ESODO EBRAICO A SHANGHAI DURANTE IL NAZISMO

 

EXPO, AL VIA PADIGLIONE CINA: 1 MILIONE BIGLIETTI VENDUTI

 

SICUREZZA ALIMENTARE: ARRIVANO LE BACCHETTE SMART

 

HK, MOVIMENTO DEMOCRATICO NON SI FERMERA'

 

HK: ORGANIZZATORI PROTESTE AMMETTONO SCONFITTA, 22 ARRESTI

 

MICROSOFT, 20 GIORNI PER RISPONDERE AD ANTITRUST

 

PUTIN APRE A PARTECIPAZIONE CINESE IN GIACIMENTO RUSSO


NUOVE QUOTE PER BOND DA AMMINISTRAZIONI LOCALI

HONG KONG PROTESTA CONTRO ELEZIONI CONTROLLATE DA PECHINO

 

PMI MANIFATTURIERO IN CALO AD AGOSTO


STRANIERI SPETTATORI AI PROCESSI, VIA LIBERA CORTE SUPREMA

 

IL PCC DIVENTA 'SOCIAL', ACCOUNT SU WECHAT

 

GIUSTIZIATI OTTO UIGHURI PER TERRORISMO

 

AUTO: RENZI, CONTATTI CON CINESI NON SOLO PER TERMINI

 

AMAZON: APRE SEDE ZONA LIBERA DI SHANGHAI

 

PAPA: VORREI ANDARE IN CINA «CON GRANDE RISPETTO»

 

CINA INVIA AIUTI IN AFRICA CONTRO EPIDEMIA EBOLA
Team di esperti e 80 tonnellate di aiuti umanitari

 

TIBET, INCIDENTE BUS 44 MORTI E 11 FERITI

 

TERRE RARE: PECHINO ESPRIME RAMMARICO PER DECISIONE WTO

 

WECHAT, DA OGGI REGISTRAZIONI SOLO CON IL VERO NOME

 

EXPORT DA RECORD, A LUGLIO VOLUMI RADDOPPIATI

 

NDRC: INVESTIMENTI ALL'ESTERO PRESTO APERTI A SINGOLI CITTADINI

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci