Politica internazionale

Politica internazionale

Di Giovanni:agenzie baluardo
"affidabilità" media

Di Giovanni:agenzie baluardo<br />
 affidabilità  media


di Sonia Montrella

Twitter@SoniaMontrella

 


EURASIA: DI GIOVANNI, AGENZIE

BALUARDO "AFFIDABILITA'" DEI MEDIA

 

Roma, 10 giu. - Di fronte alla proliferazione di forme di comunicazione sempre piu' veloci, "le agenzie di stampa hanno un ruolo cruciale e rinnovato: controllare, verificare e valutare l'affidabilita', la correttezza e la rilevanza delle notizie". Lo ha affermato Giovanni Di Giovanni, amministratore delegato dell'AGI, moderatore della terza sessione del Workshop Eurasia a Roma. Il panel, intitolato "Europe and Asia, allies to growth. Media and communication to evolve: Unlocking value in global market", ha visto la partecipazione di esperti di comunicazione ed economia, insieme a rappresentanti dei media di alcuni dei principali Paesi dell'area asiatica, impegnati in un ampio dibattito sulle nuove frontiere dell'informazione. Come ha sottolineato Di Giovanni, diversamente dal passato, quando c'era curiosita' per cio' che era distante, geograficamente e culturalmente, ma scarseggiavano dati e contatti con le diverse realta', oggi, "con l'avvento dei nuovi media e, piu' recentemente, dei social media, la mancanza di informazioni non e' piu' un problema. Al contrario, la questione oggi e' l'eccesso di informazioni, e il problema per i lettori e' giudicare se una determinata informazione e' affidabile e pertinente".

 

Tutto cio' e' ancora piu' indispensabile in un mondo interconnesso, che richiede una profonda conoscenza dei contesti locali. In quest'ottica, risulta fondamentale per i media tradizionali "stringere partnership per superare le barriere e stare al passo con i tempi", ha sostenuto Wang Xingqiao, capo dell'ufficio di Roma dell'agenzia di Stato cinese Xinhua, a cui ha fatto eco Wang Yin, direttore dell'International Communication Research del China Daily, che ha ricordato come "il punto di forza dei nuovi media e' la velocita', ma troppo spesso le informazioni sono errate, confuse e le fonti poco attendibili", con i rischi che ne conseguono. Sull'importanza dello scambio di informazioni per promuovere la comprensione tra i popoli e' intervenuto anche Nguyen Duc Loi, direttore generale della Vietnam News Agency (Vna), convinto che "i media abbiano un ruolo importante nel rimuovere le barriere e favorire la partecipazione". "Tuttavia per ottenere armonizzazione c'e' bisogno di altro, dobbiamo condividere valori comuni rispettando le differenze reciproche, questo e' uno degli obiettivi dei media", ha aggiunto, esortando a una "maggiore cooperazione per servire meglio i nostri popoli".

 

Dello stesso avviso Sokmon Nimul, direttore generale dell'Agence Kampuchea Press (Akp) cambogiana, che ha ribadito il "ruolo chiave dei media", grazie al loro contributo nella formazione e nella crescita culturale. Li Lifan, direttore esecutivo del Centre for Russian and Central Asian Studies e membro del comitato editoriale Oil, ha ricordato i vari temi, dall'energia ai cambiamenti climatici alle nuove tecnologie, sui quali Cina ed Europa hanno molto da lavorare, cercando "un terreno di cooperazione comune, un linguaggio condiviso". E proprio 'Dialogo' si chiama il programma del canale finanziario dell'emittente cinese Cctv condotto da Chen Weihong, che alla platea ha elogiato il titolo "perche' crea un legame tra persone, nazioni, anche quando emergono discussioni". Non e' mancata la riflessione di Alessandro Lanza, membro del comitato editoriale Oil, sui cambiamenti strutturali all'economia, analizzando i cambiamenti delle nazioni per adattarsi al mercato, il cambiamento demografico e la crescita di domanda di energia.

 

Eurasia, Wang (Xinhua): "localizzare il giornalismo"

 

Roma, 10 giu. - In un mondo dell'informazione in cui i social network si impongono per velocita', "localizzare" e' la chiave per un giornalismo di alto livello: ne e' convinto Wang Xingqiao, capo dell'ufficio di Roma dell'agenzia di stato cinese Xinhua, tra i relatori della seconda e ultima giornata del Workshop EurAsia, a Roma.

 

"Il ruolo dei media e' cambiato molto, soprattutto con la nascita di social network e tecnologie digitali che rappresentano una sfida per gli organi d'informazione tradizionali", ha osservato Wang, "il loro punto debole e' l'affidabilita'. Localizzare e siglare partnership rappresentano gli strumenti per i media tradizionali per superare barriere e stare al passo con i tempi". In questo senso Wang ha sottolineato come la cooperazione con Agi abbia un ruolo strategico, al pari della scelta di assumere "dipendenti locali per colmare il divario culturale" con i Paesi in cui e' presente la Xinhua.

 

"Stiamo sviluppando un nuovo modello, non possiamo tradurre articoli presi da siti internet qualunque", ha rimarcato. Anche nel giornalismo, dunque, "e' necessario adattare il prodotto al mercato". "Se noi siamo flessibili anche il mercato lo sara'". Una elasticita' che, osserva Wang, manco' ad esempio alla Fiat quando negli anni 80 fece il suo ingresso nel mercato cinese, "portando modelli obsoleti". Un errore da cui la casa automobilistica "ha imparato" e che "l'ha portata a un grande successo oggi".

 

Gli ha fatto eco Wang Yin, direttore dell'International Communication Reasearch del China Daily, secondo cui il ruolo dei social network e delle aziende che forniscono servizi online rappresentano di certo un'opportunita' da cogliere, ma anche una sfida. "Il punto di forza dei new media e' la velocita', ma troppo spesso le informazioni sono errate, confuse e le fonti poco attendibili". "Il risultato e' un giornalismo non obiettivo e il rischio di ribellione sociale".



Eurasia: energia e ambiente per una partnership Ue-Cina


 

Energia, cambiamenti climatici, nuove tecnologie e tematiche ambientali: su questi punti Cina ed Europa hanno molto su cui lavorare. Ma per farlo occorre "trovare un terreno di cooperazione comune, un linguaggio condiviso". Cosi' Li Lifan, direttore del Centro Ricerca per gli studi sulla Russia e sull'Asia centrale dell'Accademia di Scienze Sociali di Shanghai ed editorialista del magazine Oil, intervenuto al workshop EurAsia. "La Cina sta emergendo e riconquistando un ruolo di primo piano nel mondo. L'Europa e' da sempre tra i partner principali di Pechino, ma serve l'impegno comune per rafforzare i rapporti". Per farlo, Li auspica che Pechino e Bruxelles superino i pregiudizi e adottino provvedimenti a lungo termine per relazioni bilaterali sia economiche che politiche.

 

"La Cina", ha ricordato lo studioso, "sta affrontando un processo di modernizzazione che e' durato piu' di 100 anni in Europa, ma vorremmo evitare i problemi relativi all'inquinamento. E in questo la Cina vuole affidarsi alle tecnologie pulite europee". L'energia sostenibile, insomma, e' uno dei punti su cui basare il dialogo. Dialogo e' anche la parola chiave dell'intervento di Chen Weihong, capo del canale finanziario di CCTV. "Il programma da me condotto si chiama Dialogo: mi piace questo titolo perche' e' crea un legame tra persone, nazioni, anche quando emergono discussioni".

10 giugno 2016

 

LEGGI ANCHE

 

WORKSHOP EURASIA

ITALIA GUARDA A ORIENTE PER IL BUSINESS

 

ALTRI ARTICOLI:

 

PECHINO E VATICANO IN TRATTATIVE PER RIPRESA DIALOGO  

 

CINA-VIETNAM: PECHINO DIFENDE PIATTAFORMA ISOLE CONTESE   

 

WANG YI IN INDIA, FOCUS SU ENERGIA ED ECONOMIA 

 

RENZI: AL VIA MISSIONE IN ASIA, DOMANI IN CINA

 

BANCA MONDIALE CRESCITA CINESE IN REGOLA

Fmi rivede stime al ribasso

 

CINA RESPINGE RAPPORTO SU DIFESA PENTAGONO

 

TIAN'ANMEN: ARTISTA GUO JIAN SARA' ESPULSO IN AUSTRALIA

 

LA CINA E I CULTI VIOLENTI

 

CALCIO: 50% GUANZHOU COMPRATO DA ALIBABA 

 

4 GIUGNO, PECHINO RISPONDE A USA "CRITICHE IMMOTIVATE" 

 

XINJIANG, 29 FERMI OPERAZIONE ANTI-TERRORISMO  

 

TIAN'ANMEN: 25 ANNI FA LA STRAGE, PECHINO BLINDATA

 

DALAI LAMA E USA: CINA FACCIA CONTI CON TIAN'ANMEN


25MO TIAN'ANMEN: SEI SETTIMANE DI REPRESSIONE

 

MASINI: TROPPO PRESTO PER RIVISITAZIONE SUL 4 GIUGNO

 

TIAN'ANMEN 25 ANNI DOPO, BEJA: IL 4 GIUGNO

E LE PAURE DEL PARTITO

 

PROGETTO A.M.I.C.O: IDENTIKIT DEGLI ITALIANI IN CINA 

 

MANIFATTURIERO HSBC AI MASSIMI DA 4 MESI

 

SULLE ORME DI MARCO POLO: ITALIANI IN CINA


BOSIDENG AL "FASHION OF FOOD" DI EXPO MILANO

 

CINA-VIETNAM, HANOI:'NAVI PECHINO MINACCIANO CON ARMI'

 

LUSSO: COMPLEMENTARIETA' TRA CINA E ITALIA

 

DAGONG: EUROPA IN CINA PUNTI SU TELECOMUNICAZIONI, ENERGIA E AUTO

 

INTERVISTA ATTIVISTA, DETENUTA ASSISTENTE DEL NIKKEI

 

MALAYSIA: PREMIER LI CHIEDE CAMBIO STRATEGIA RICERCHE

 

PROCESSO DI MASSA NELLO XINJIANG, 55 CONDANNE

 

PUGNO DI FERRO CONTRO RUMORS SU WECHAT

 

NAVE CINESE AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA

 

TIAN'ANMEN, AMNESTY: CON REPRESSIONE XI GETTA MASCHERA

 

TOGLIETEMI TUTTO, MA NON LA BARA 6 SUICIDI ANTI-CREMAZIONE

 

ISOLE CONTESE: NAVE CINESE SPERONA E AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA


XINJIANG: SEQUESTRATE 1,8 TONNELLATE ESPLOSIVI, 5 ARRESTI


CNOOC, PIATTAFORMA MAR CINESE TERMINA PRIMA FASE DI LAVORI

 

XINJIANG: IN UN MESE DISCIOLTI 23 GRUPPI TERRORISTICI

 

ADIZ, TORNA LA TENSIONE TRA CINA E GIAPPONE

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci