Politica internazionale

Politica internazionale

Cina-Vietnam: Pechino difende
piattaforma isole contese

Cina-Vietnam: Pechino difende <br />piattaforma isole contese


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

 

Pechino, 9 giu. - La Cina difende la piattaforma petrolifera che opera nei pressi delle isole Paracel, contese con il Vietnam, a poco più di cento miglia nautiche dalle coste di Hanoi. Il ministero degli Esteri, nella tarda serata di ieri, ha pubblicato un documento in cinque punti, in cui spiega la posizione del governo cinese nei confronti di quelle che vengono definite "provocazioni" vietnamite. La contesa riguarda la  sovranità di una vasta area del Mare Cinese Meridionale (che Hanoi chiama Mare Orientale) dove sorgono sia le isole Paracel, Xisha per i cinesi, che le Spratly, o Nansha secondo Pechino.

Il Vietnam, secondo quanto scrive il ministero degli Esteri, ha inviato un gran numero di motovedette e altre imbarcazioni nell'area dove sorge la piattaforma operata dal gruppo petrolifero China National Offshore Oil Corporation (CNOOC) e ha cercato di impedire le operazioni di sicurezza dell'impianto da parte delle navi cinesi presenti nei pressi della piattaforma, provocando diversi casi di collisione tra le imbarcazioni dei due Paesi. Secondo i calcoli del ministero cinese ci sarebbero stati finora oltre 1400 tentativi da parte delle imbarcazioni vietnamite di superare i cordoni di sicurezza cinesi a difesa della piattaforma, violando quelle che Pechino considera come proprie acque territoriali.

Nel documento pubblicato dal ministero degli Esteri, la Cina rivendica la sovranità territoriale sulle isole Paracel/Xisha e dichiara la volontà di mantenere aperta la porta del dialogo con Hanoi, pur ribadendo che "ci sono certi principi che la Cina non può abbandonare". Tra questi, il ministero elenca quelli del "rispetto della sovranità cinese, dei diritti di sovranità e della giurisdizione" cinese sui territori che Pechino considera propri. "La Cina - conclude il ministero degli Esteri - continuerà nei suoi sforzi di comunicazione con il Vietnam in modo da gestire in maniera appropriata la situazione attuale".

La presenza della piattaforma cinese al largo delle coste vietnamite ha provocato, il mese scorso, il risentimento tra la popolazione del Paese del sud-est asiatico, scatenando manifestazioni anti-cinesi in circa un terzo del Vietnam, sfociate anche in atti di violenza che hanno portato alla morte di almeno sei cittadini cinesi e a incendi in circa quindici fabbriche straniere presenti nel Paese. Il 26 maggio scorso, il governo di Hanoi aveva annunciato l'affondamento di un peschereccio vietnamita a opera di una nave cinese a sorveglianza della piattaforma. Nella giornata di venerdì scorso, era stato anche pubblicato un video dello speronamento fatale all'imbarcazione. Secondo i calcoli delle autorità vietnamite pubblicati venerdì scorso sui media nazionali, dal 2 maggio scorso, data dell'annuncio cinese delle operazioni della piattaforma, sono state almeno 24 le imbarcazioni vietnamite danneggiate - tra motovedette delle Guardia Costiera e pescherecci - dalle navi di sorveglianza cinese nell'area della piattaforma.

9 giugno 2014

 

LEGGI ANCHE:

 


NAVE CINESE AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA

 

ALTRI 4 CINESI UCCISI IN PROTESTE ANTI-PECHINO

 

MINISTRO ESTERI TELEFONA A OMOLOGO VIETNAMITA,
DURA CONDANNA DI PECHINO ALLE VIOLENZE

 

PROTESTE IN VIETNAM, ALMENO 2 MORTI CINESI

Pechino: Hanoi "connivente" con violenze

 


PROTESTE IN VIETNAM, INCENDIATE 15 FABBRICHE CINESI

 


ALTRI ARTICOLI:

 

BANCA MONDIALE CRESCITA CINESE IN REGOLA

Fmi rivede stime al ribasso

 

CINA RESPINGE RAPPORTO SU DIFESA PENTAGONO

 

TIAN'ANMEN: ARTISTA GUO JIAN SARA' ESPULSO IN AUSTRALIA

 

LA CINA E I CULTI VIOLENTI

 

CALCIO: 50% GUANZHOU COMPRATO DA ALIBABA 

 

4 GIUGNO, PECHINO RISPONDE A USA "CRITICHE IMMOTIVATE" 

 

XINJIANG, 29 FERMI OPERAZIONE ANTI-TERRORISMO  

 

TIAN'ANMEN: 25 ANNI FA LA STRAGE, PECHINO BLINDATA

 

DALAI LAMA E USA: CINA FACCIA CONTI CON TIAN'ANMEN


25MO TIAN'ANMEN: SEI SETTIMANE DI REPRESSIONE

 

MASINI: TROPPO PRESTO PER RIVISITAZIONE SUL 4 GIUGNO

 

TIAN'ANMEN 25 ANNI DOPO, BEJA: IL 4 GIUGNO

E LE PAURE DEL PARTITO

 

PROGETTO A.M.I.C.O: IDENTIKIT DEGLI ITALIANI IN CINA 

 

MANIFATTURIERO HSBC AI MASSIMI DA 4 MESI

 

SULLE ORME DI MARCO POLO: ITALIANI IN CINA


BOSIDENG AL "FASHION OF FOOD" DI EXPO MILANO

 

CINA-VIETNAM, HANOI:'NAVI PECHINO MINACCIANO CON ARMI'

 

LUSSO: COMPLEMENTARIETA' TRA CINA E ITALIA

 

DAGONG: EUROPA IN CINA PUNTI SU TELECOMUNICAZIONI, ENERGIA E AUTO

 

INTERVISTA ATTIVISTA, DETENUTA ASSISTENTE DEL NIKKEI

 

MALAYSIA: PREMIER LI CHIEDE CAMBIO STRATEGIA RICERCHE

 

PROCESSO DI MASSA NELLO XINJIANG, 55 CONDANNE

 

PUGNO DI FERRO CONTRO RUMORS SU WECHAT

 

NAVE CINESE AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA

 

TIAN'ANMEN, AMNESTY: CON REPRESSIONE XI GETTA MASCHERA

 

TOGLIETEMI TUTTO, MA NON LA BARA 6 SUICIDI ANTI-CREMAZIONE

 

ISOLE CONTESE: NAVE CINESE SPERONA E AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA


XINJIANG: SEQUESTRATE 1,8 TONNELLATE ESPLOSIVI, 5 ARRESTI


CNOOC, PIATTAFORMA MAR CINESE TERMINA PRIMA FASE DI LAVORI

 

XINJIANG: IN UN MESE DISCIOLTI 23 GRUPPI TERRORISTICI

 

ADIZ, TORNA LA TENSIONE TRA CINA E GIAPPONE

 

 


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci