Politica internazionale

Politica internazionale

GENTILONI IN CINA, FIRMATI 4 ACCORDI
SU SCIENZA, CULTURA E SICUREZZA

GENTILONI IN CINA, FIRMATI 4 ACCORDI<br />SU SCIENZA, CULTURA E SICUREZZA


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 27 apr. - Scienza, cultura e sicurezza in primo piano, oggi a Pechino, dove si svolgono i lavori della sesta sessione congiunta del Comitato Governativo Cina-Italia, presieduta dal ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, e dal ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, giunto oggi nella capitale cinese per una missione di tre giorni. Italia e Cina hanno firmato oggi alla Diaoyutai State Guesthouse, nella parte occidentale della capitale cinese, quattro accordi di cooperazione bilaterale, tra cui un memorandum d'intesa per la cooperazione sotto il profilo scientifico e tecnologico per lo sviluppo sostenibile e il programma esecutivo di collaborazione culturale tra Italia e Cina per gli anni 2015-2019. La cooperazione tra Italia e Cina si estende anche al settore dei farmaci, dei dispositivi medici e della cosmetica, oggetto di un altro accordo relativo al piano d'azione per il triennio 2015-2017. Un ultimo memorandum d'intesa, poi, è stato siglato in tema di sicurezza, tra Italia e Cina, per l'esecuzione di pattugliamenti congiunti di polizia nell'ambito della lotta al terrorismo, alla criminalità organizzata internazionale, al traffico di migranti e alla tratta di esseri umani.

Il Comitato Governativo Cina-Italia, che cade nel quarantacinquesimo anniversario dall'inizio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, si compone di tre tavoli suddivisi per macro-aree. Un primo tavolo relativo ai temi economico-finanziari che legano Roma e Pechino; un secondo tavolo dedicato allo sviluppo delle relazioni nel settore della scienza e della tecnologia, e un terzo tavolo di discussione che si occupa degli scambi 'people-to-people' e dei temi della cultura. I due ministri degli Esteri, si legge nel comunicato congiunto emesso all'apertura dei lavori di oggi, si impegnano ad "approfondire la collaborazione tra Italia e Cina in maniera coerente e sinergica con gli obiettivi e i contenuti del partenariato strategico tra Unione Europea e Cina". I due ministri hanno poi espresso la volontà di "accrescere ulteriormente la collaborazione nell'ambito degli organismi internazionali", come il G20 e nella cooperazione riguardo alle aree di crisi.

All'ordine del giorno, l'approfondimento dei rapporti commerciali attraverso il Piano d'Azione triennale per il rafforzamento della cooperazione economica 2014-2016, mentre sul piano scientifico e tecnologico le due parti si sono impegnate a finalizzare il programma esecutivo dell'accordo quadro di settore per il triennio 2016-2018. Cina e Italia saranno poi legate da una "nuova partnership bilaterale" nel settore della protezione ambientale e dal rafforzamento degli scambi nel settore della salute e della ricerca medica. Possibilità di ulteriore collaborazione sono emerse anche nel settore culturale e del turismo. Un ultimo cenno è stato dedicato all'Esposizione Universale di Milano, che si apre ufficialmente venerdì prossimo, "sia come evento internazionale di approfondimento dei temi della nutrizione, sia come occasione di sviluppo della collaborazione bilaterale nel settore dell'agricoltura e della sicurezza alimentare e come piattaforma di ulteriore rafforzamento dei rapporti economici, culturali, accademici e turistici" tra i due Paesi.

 


Gentiloni, investimenti in Italia segnale incoraggiante



L'interesse cinese per l'Italia è il segnale di uno scenario incoraggiante per il nostro Paese, "che merita attenzione e investimenti". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, oggi a Pechino, per una missione di tre giorni, in cui ha incontrato anche il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi. Tra i casi degli ultimi mesi, il ministro degli Esteri ha citato quelli dell'ingresso del gigante della distribuzione di energia elettrica cinese State Grid in CDP Reti, l'ingresso di China National Chemical in Pirelli e gli investimenti del gruppo Shanghai Electric in Ansaldo Energia. Di investimenti, Gentiloni ha poi parlato anche con Wang Shengli, numero due di Huawei, colosso dell'informatica cinese - che a Milano ha l'unico centro di ricerca in Europa - in un incontro avvenuto questo pomeriggio, ora locale.

L'interesse cinese per l'Italia è confermato anche dalla massiccia partecipazione cinese all'Esposizione Universale di Milano, con investimenti per circa settanta milioni di euro nell'operazione. Oltre a diverse delegazioni presenti a Milano durante la manifestazione, l'interesse cinese verso l'Expo di Milano è la dimostrazione che la Cina "considera questa come una grande opportunità di presentare le proprie imprese e i propri territori, e di trovare occasioni di business". Gentiloni ha poi lodato i compromessi raggiunti con l'Unione Europea sul rinvio a ottobre prossimo dell'introduzione di regole più stringenti per il rilascio dei visti ai cittadini extra-Ue, che prevedono l'utilizzo di dati biometrici. Un commento anche alle lamentele delle ultime ore provenienti da Taiwan per l'esclusione da Expo Milano. L'Italia "ha la stessa politica da decenni - ha spiegato Gentiloni in riferimento ai rapporti tra Cina e Taiwan - che riconosce l'idea cinese di un'unica Cina". Il ministro degli Esteri ha poi spiegato che "questo non esclude minimamente la possibilità di mantenere ottimi rapporti sul piano economico e culturale con Taiwan". L'auspicio finale è che "questi rapporti migliorino, come in parte stanno migliorando tra Taiwan e la Cina"

 

Gentiloni su Aiib, si' a standard governance piu' elevati

Pechino, 27 apr. - Standard di governance più elevati e un atteggiamento non ostile nei confronti delle strutture finanziarie esistenti. Sono i due obiettivi verso cui l'Italia sta lavorando per la nuova banca asiatica di investimenti in infrastrutture, la Asian Infrastructure Investment Bank a guida cinese. Lo ha affermato oggi il ministro degli esteri, Paolo Gentiloni, in visita a Pechino. "E' una cosa appena nata e ne vedremo le evoluzioni nei prossimi mesi", ha spiegato. "Partecipiamo a questa iniziativa  e lavoreremo perché la nuova banca adotti standard più elevati a livello finanziario internazionale e perché sia un'iniziativa "complementare" e non "ostile" ad altre iniziative come la Asian Development Bank o la Banca Mondiale".

Gentiloni ha poi parlato della nuova via della Seta, nata da un'iniziativa del presidente cinese, Xi Jinping. "La via della Seta è il collegamento con l'Europa e il suo terminale è certamente l'Italia", ha affermato il ministro degli Esteri, che accenna alle possibilità di cooperazione su questo versante tra Italia e Cina. La Cina, ha spiegato, "sa perfettamente che l'Italia è uno dei Paesi al mondo con la maggiore capacità di realizzazione di infrastrutture. E' un Paese con un know-how formidabile e la collaborazione può andare in entrambe le direzioni". Netto, infine, il giudizio sugli investimenti cinesi in Italia. "E' chiaro che gli investimenti cinesi che ci piacciono di più sono quelli che producono lavoro e non soltanto di carattere finanziario".

 

Gentiloni: relazioni bilaterali "molto dinamiche"


Italia e Cina stanno affrontando una fase di relazioni bilaterali "molto dinamica" ma il rafforzamento delle relazioni bilaterali passa attraverso il riequilibrio della bilancia commerciale e dei flussi di investimento tra i due Paesi. È il messaggio del ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, che ha aggiunto: "A questo fine bisognerà perseguire iniziative concrete di ulteriore potenziamento degli scambi". Tra i settori verso cui rivolgere maggiore attenzione, elenca quelli dell'agricoltura e della sicurezza alimentare, dell'urbanizzazione sostenibile, della salute, dell'aviazione e della tecnologia aerospaziale "in un quadro di pieno accesso al mercato e di adeguata tutela della proprietà intellettuale".


Gentiloni ha poi evidenziato i progressi compiuti sul piano bilaterale tra i due Paesi. Nel suo discorso ha citato l'istituzione del business forum Italia-Cina "come piattaforma di dialogo per i nostri settori imprenditoriali", l'impostazione "su nuove basi della cooperazione in materia di ambiente e sviluppo sostenibile" e il rafforzamento dei rapporti culturali e artistici tra i due Paesi "che hanno il maggiore numero di siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'Umanità". Una particolare attenzione, ha poi aggiunto Gentiloni, "agli investimenti produttivi che possono creare posti di lavoro" per entrambi i Paesi.

Il rapporto tra Italia e Cina, ha poi ricordato Wang Yi, "è entrata in un'età dell'oro", con scambi commerciali che lo scorso anno hanno toccato i 48 miliardi di dollari. Tra i successi della cooperazione, Wang cita il trasferimento di tecnologie, con oltre duemila casi all'attivo, e il settore culturale, con più di cento progetti congiunti avviati. Wang ha poi sottolineato l'importanza del Comitato Governativo come "meccanismo per mantenere unite le parti e come mezzo più importante per promuovere le relazioni e rafforzare il coordinamento" tra i due Paesi.

27 aprile 2015

 

 

LEGGI ANCHE

 


CINA: MINISTRO GENTILONI IN VISITA DAL 27 AL 29 APRILE

 

ALTRI ARTICOLI

 

PREMIER: STRUMENTI DI MACROECONOMIA CONTRO RALLENTAMENTO

 

 CINA-TAIWAN: INCONTRO AL VERTICE PCC-KMT A MAGGIO

 

STORICA SENTENZA, NO PENA MORTE A UXORICIDA PER ABUSI

 

BANCA CENTRALE: OLTRE 300 MLD EURO PER LOTTA A SMOG


CARTE DI CREDITO STRANIERE POTRANNO APRIRE UFFICI CLEARING

 

XI JINPING INCNTRA ROHANI: "ACCORDO GIUSTO SUL NUCLEARE"

 

XI JINPING IN PAKISTAN: PRIMO ACCORDO
DA 2 MILIARDI DI DOLLARI PER GASDOTTO

 

HONG KONG: PROPOSTA NUOVA LEGGE ELETTORALE

 

XI E ABE A COLLOQUIO, SECONDA VOLTA IN 2 ANNI

 

ECONOMIA CINESE RALLENTA, GERACI:"EFFETTI MANOVRE A BREVE TERMINE"

 

CINA: 62 MILIARDI DI DOLLARI PER PROGETTO VIA DELLA SETA

 

XI IN PAKISTAN, DA ICBC 4,3 MLD DLR PER PROGETTI ENERGETICI

 

CINA: MINISTRO GENTILONI IN VISITA DAL 27 AL 29 APRILE

 

BORSE IN CALO DOPO TAGLIO REQUISITI RISERVA BANCHE

 

XI JINPING STRINGE PARTNERSHIP STRATEGICA CON PAKISTAN

 

FTZ, 122 ARTICOLI NELLA "NEGATIVE LIST"

 

ALLO SHANGHAI AUTO SHOW DEBUTTA FERRARI 488 GTB

 

CINA: I TAVIANI INAUGURANO QUINTO PECHINO FILM FESTIVAL

 

YUAN OFFSHORE AI MASSIMI DA UN MESE
DOPO INTERVISTA FT A PREMIER LI KEQIANG

 

TIME: XI JINPING, LEI E CHAI TRA I 100 PIU' INFLUENTI AL MONDO

 

PRESIDENTE XI DA LUNEDI' IN PAKISTAN E INDONESIA

 

SVELO' SEGRETI DI STATO, CONDANNATA A 7 ANNI

 

LI AL FT: "DIFFICILE RAGGIUNGERE IL 7% DI CRESCITA"

 

CIELO GIALLO A PECHINO, SMOG RECORD PER TEMPESTA SABBIA


 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci