Politica internazionale

Politica internazionale

Cina-Francia: accordo
sui controlli anti-emissioni

Cina-Francia: accordo<br />sui controlli anti-emissioni


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 3 nov. - Cina e Francia hanno raggiunto un accordo sui controlli anti-emissioni per prevenire il surriscaldamento del clima, nella tarda serata di ieri. In un incontro tra il presidente cinese Xi Jinping, e il presidente francese, Francois Hollande, in visita in Cina in questi giorni, i due Paesi si sono detti d'accordo sulla necessità che l'accordo finale che verrà firmato a Parigi durante la Conferenza sui Cambiamenti Climatici delle prossime settimane sia legalmente vincolante e che preveda controlli riguardanti l'attuazione delle norme. Su quest'ultimo punto, Pechino ha chiesto che l'accordo sia "non intrusivo, non punitivo e rispettoso della sovranità nazionale".

Il presidente francese ha definito l'accordo con la Cina uno "storico passo avanti" verso l'intesa finale che verrà firmata a Parigi e che punta a limitare il surriscaldamento del pianeta entro i due gradi rispetto ai livelli precedenti alla Rivoluzione Industriale. L'accordo con la Cina viene visto come "indispensabile" - ha detto Hollande al termine dell'incontro - per la riuscita della Conferenza in Francia, alla quale parteciperà lo stesso presidente cinese, Xi Jinping, che si è detto "fiducioso" riguardo ai progressi dell'intesa. L'accordo tra Cina e Francia, ha spiegato il presidente cinese, "ha iniettato energia positiva al processo multilaterale di affrontare il cambiamento climatico".

Per lungo tempo la Cina ha avuto una posizione critica rispetto ai vincoli dell'accordo, chiedendo ai Paesi industrializzati dell'Occidente un impegno in chiave anti-emissioni maggiore di quello delle economie emergenti e di più recente industrializzazione, tra le quali si inserisce la Cina stessa. L'impegno cinese contro le emissioni inquinanti si è manifestato per la prima volta lo scorso anno, durante il vertice a Pechino tra Xi e il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. La Cina si è impegnata lo scorso anno a toccare il picco delle emissioni inquinanti entro il 2030 per poi scendere, ma secondo alcuni studi, il picco delle emissioni cinesi potrebbe essere anticipato di qualche anno a causa del rallentamento dell'economia, ed essere raggiunto già nel 2025.

 

3 novembre 2015

 

LEGGI ANCHE


CLIMA: HOLLANDE, ESSENZIALE CONTRIBUTO CINESE NELLA LOTTA

 

ALTRI ARTICOLI

 

FINE POLITICA FIGLIO UNICO, CAUTI I MEDIA

 

MANIFATTURIERO ANCORA IN CONTRAZIONE A OTTOBRE

 

CLIMA: HOLLANDE, ESSENZIALE CONTRIBUTO CINESE NELLA LOTTA

 

ISTITUZIONI E IMPRESE ITALIANE INSIEME TRE GIORNI PER NUOVE STRATEGIE

 

YUAN CORRE AL RIALZO, +0,54% SUL DOLLARO, POI CALA

 

FINE POLITICA FIGLIO UNICO, CAUTI I MEDIA


ISOLE CONTESE: CINA CONTRO L'AIA, DECISIONE NULLA

 

IL CHEAP OIL COLPISCE I GIGANTI, GIU' PETROCHINA E SINOPEC


CHIUSO IL PLENUM, FINE POLITICA FIGLIO UNICO

 

MERKEL A PECHINO DIFENDE INTERESSI TEDESCHI

 

FIUMICINO PRIMO SCALO EUROPEO PER CITTA' CINESI RAGGIUNTE

 

ISOLE CONTESE, MEDIA CINESI CONTRO GLI USA
"Provocazioni gravi", prepararsi al peggio
 

 

IL PLENUM DELLA NUOVA NORMALITA', CRESCITA "INTORNO AL 6 VIRGOLA"

 

CINEMA EUROPEO DI SCENA ALL'ISTITUTO ITALIANO

 

AMBASCIATORE LI RUIYU, NUOVO CORSO RELAZIONI ITALIA-CINA


ISOLE CONTESE: PECHINO CONVOCA AMBASCIATORE USA

 

AL VIA V PLENUM PCC, DECIDERA' LINEE GUIDA FINO AL 2020

 

CINA, PRIORITA' A TRASMISSIONE ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

 

HK: TRAGHETTO IN COLLISIONE, 124 I FERITI, 87 I DISPERSI

 

PECHINO FA RICHIESTA FORMALE PER ENTRARE NELLA EBRD

 

XI A MANCHESTER, IL NORD A CACCIA DI ACCORDI

ITALIA-CINA, 45 ANNI DI RELAZIONI,UN PONTE EUROPA-ASIA


BANCA CENTRALE TAGLIA TETTO E TASSI RISERVE BANCA


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci