Politica internazionale

Politica internazionale

CINA E USA, CHIUSO DIALOGO STRATEGICO: ANCORA
DIVERGENZE SU CYBERSICUREZZA  E ISOLE CONTESE

CINA E USA, CHIUSO DIALOGO STRATEGICO: ANCORA <br />DIVERGENZE SU CYBERSICUREZZA  E ISOLE CONTESE


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino 25 giu. - Il ruolo assertivo della Cina nel Mare Cinese Meridionale e le questioni relative alla sicurezza informatica sono i punti che dividono ancora Cina e Stati Uniti alla fine del dialogo economico e strategico che si è tenuto a Washington nei giorni scorsi. Le due sponde del Pacifico non riescono a mettere da parte le differenze sui temi sensibili che nelle ultime settimane hanno alimentato le polemiche tra Pechino e Washington. Va meglio, invece, sotto altri campi, come la cooperazione nei colloqui sul programma nucleare iraniano, e nella gestione del nucleare nord-coreano.

Ai colloqui dei giorni scorsi, gli Stati Uniti, guidati dal segretario di Stato John Kerry e dal segretario al Tesoro, Jacob Lew, hanno sottolineato le preoccupazioni per gli atteggiamenti cinesi: i temi che dividono Cina e Stati Uniti sono stati affrontati anche assieme al presidente, Barack Obama, che ha invitato alla Casa Bianca al termine dei colloqui i vice premier cinesi Wang Yang e Liu Yandong, e il consigliere di Stato, Yang Jiechi, ovvero i funzionari più alto in grado tra i 400 delegati cinesi presenti a Washington. Sullo sfondo, il tema della sicurezza informatica: Obama non ha fatto cenno direttamente alla recente violazione dei dati informatici di quattro milioni di dipendenti federali, da molti attribuita ad hacker cinesi. Ufficialmente, la Casa Bianca non attribuisce la responsabilità dell'attacco ad alcun gruppo di pirati informatici sponsorizzati da enti governativi stranieri, ma la tensione intorno alla sicurezza informatica è stato uno dei temi di discussione più importanti degli scorsi giorni.

Niente accuse dirette né dita puntate contro alcuni, ma gli Stati Uniti "hanno messo in chiaro che queste azioni non sono accettabili e che dobbiamo lavorarci sopra", ha dichiarato Obama. La Cina punta invece alla cautela nel trattamento delle divergenze. Il consigliere di Stato, Yang Jiechi, ha sottolineato come l'approccio cinese sia di "gestire le differenze e le questioni sensibili con attenzione". Il tema della sicurezza informatica è stato preso in considerazione anche a Pechino, nelle scorse ore, quando i membri dell'Assemblea Nazionale del Popolo, il parlamento cinese, hanno proposto una bozza di legge di 68 articoli sulla sicurezza informatica che potrebbe prevedere cambiamenti anche al diritto penale.

I dubbi degli Stati Uniti nel rapporto con la Cina riguardano, poi, il tema dei diritti umani e politici, e la scarsa trasparenza delle regolamentazioni nel campo degli affari lamentate dalle imprese americane nel gigante asiatico, anche se il segretario di Stato Usa si è detto soddisfatto della due giorni di dialogo con i funzionari cinesi, "uno dei più costruttivi e produttivi". Quello che si è tenuto questa settimana è il settimo Economic & Strategic Dialogue tra le due potenze, e rappresenta agli occhi di entrambi i Paesi l'incontro a livello governativo più importante prima dell'arrivo di Xi Jinping negli Stati Uniti a settembre prossimo, quando si incontrerà con Barack Obama alla Casa Bianca.

L'intesa tra Washington e Pechino riguarda anche i temi globali dell'ambiente. Cina e Stati Uniti collaboreranno per la protezione congiunta degli oceani e stanno già lavorando insieme per creare un'area protetta nel mare di Ross da 1,3 milioni di chilometri quadrati, che bagna le coste ghiacciate dell'Antartide. Il punto di collaborazione più importante riguarda, però, i cambiamenti climatici, che saranno al centro della Conferenza di Parigi di fine anno. Gli Stati Uniti sono tra gli undici tra Paesi e regioni che hanno presentato la proposta nazionale per il taglio alle emissioni inquinanti, mentre la Cina rimane più indietro, anche se con un progetto ambizioso, secondo quanto dichiarato da uno dei capi delle negoziazioni in sede Onu, Xie Zhenhua, dirigente della Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme cinese, che prevede un piano anti-emissioni di oltre 6500 miliardi di dollari.

 

25 giugno 2015

 

ALTRI ARTICOLI 

 

 

NUOVO ATTACCO IN XINJIANG, ALMENO 18 MORTI


AUSTRALIA SESTO AZIONISTA AIIB, INVESTE 718 MLD DLR

 

CINA-UE: PREMIER LI IN EUROPA DA DOMENICA A GIOVEDI'

 

AL VIA DIALOGO STRATEGICO: CINA-USA DIVISE
SU SICUREZZA INFORMATICA E ISOLE CONTESE
 

 

GRECIA, CINA OSSERVA CRISI DEBITO MA NESSUN ACCENNO A INTERVENTI 

 

BANK OF CHINA PRONTA A COLLABORARE CON MAGISTRATI

 

EURASIA, ITALIA PRESENTE SUI MERCATI AL DI SOTTO DELLE SUE POTENZIALITA'

 

INFLUENZAVANO PROCESSI INSCENANDO PROTESTE, SGOMINATA BANDA

 

L'EUROPEA EBRD GUARDA A COLLABORAZIONE CON AIIB

 

CINA: ALIBABA PREVEDE ESPANSIONE IN RUSSIA 

 

CINA E USA: PARTE IL DIALOGO STRATEGICO
Cosa divide le due potenze alla vigilia dell'evento
 

 

SPRATLY: LA RIVENDICAZIONE IN UNA PHOTO-GALLERY

 

ALIBABA GUARDA AL CLOUD COMPUTING  

 

HONG KONG:BOCCIATA RIFORMA POLITICA

 

BOCOM: PRIMA BANCA STATALE A PASSARE A STRUTTURA MISTA

 

ATTACCO CON COLTELLO AL MERCATO, QUATTRO FERITI


CAOS FINANZIARIO E "FORZIERI PRIVATI",  SOTTO ACCUSA GIGANTI STATALI CINESI

 

HONG KONG: AL VIA DIBATTITO SU RIFORMA, POLIZIA IN ALLERTA

 

XI'AN: UIGHURO ATTACCA PASSANTI CON MATTONE


FIRMATO ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO CON L'AUSTRALIA

 

ISOLE CONTESE: CINA QUASI FINITI I LAVORI NELLE SPRATLY


PREMIER LI: PUNTARE SUL NUCLEARE IN LARGA SCALA


XINJIANG: SINIZZARE LA RELIGIONE CONTRO RISCHIO INFILTRAZIONI


HONG KONG: IN MIGLIAIA CONTRO RIFORMA POLITICA
Nove arresti per detenzione di esplosivi

 

REUTERS: PRESTO FONDO INFRASTRUTTURE CINA-UE

 

AUNG SAN SUU KYI CONCLUDE IL SUO PRIMO VIAGGIO IN CINA

 

LA CINA SALUTA QIAO SHI, EX PRESIDENTE DELL'ANP


DOPO ZHOU IL FUTURO DELLA LOTTA ALLA CORRUZIONE


INFLAZIONE: STIME PBOC AL RIBASSO, SPETTRO DEFLAZIONE


BP, CONSUMO ENERGETICO AI MINIMI DAGLI ANNI '90


XI JINPING RICEVE AUNG SAN SUU KYI IN VESTE LEADER PCC

 

PREMIER LI, ECONOMIA CINESE SOGGETTA A PRESSIONI AL RIBASSO

 

ZHOU YONGKANG CONDANNATO ALL'ERGASTOLO

 

NUOVA LEGGE LIMITERA' LE ATTIVITA' DELLE NO-PROFIT

 

CINA BATTE GIAPPONE, RECORD NUMERO ATENEI TOP IN ASIA

 

HONG KONG: TRE NUOVI CASI SOSPETTI DI MERS

 

CINA: IMPRESE UE RIVEDONO STRATEGIE PER RALLENTAMENTO

 

PRESIDENTE ANGOLA IN CINA A CACCIA DI FINANZIAMENTI

 

PRIMA VISITA IN CINA PER AUNG SAN SUU KYI

 

 

 

@Riproduzione riservata

 

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci