Politica internazionale

Politica internazionale

Cina e Taiwan
da domani a colloquio

Cina e Taiwan <br />da domani a colloquio


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest


Pechino, 10 feb. - I rappresentanti di Cina e Taiwan per i rapporti con le rispettive controparti si incontreranno domani a Nanchino in un incontro che gli analisti hanno già definito di portata storica per le relazioni tra Pechino e Taipei. Il meeting, che si concluderà il 14 febbraio prossimo, avrà tra gli obiettivi quello di normalizzare i rapporti di comunicazione tra le due capitali, migliorare i rapporti economici e commerciali, e aumentare la presenza dell'isola nelle sedi internazionali, ma anche quello di preparare il terreno per l'incontro, caldeggiato da Taiwan, tra il presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping, e la controparte di Taiwan, Ma Ying-jeou. Wang Yu-chi, responsabile di Taiwan per i rapporti con la Cina, aveva ventilato l'ipotesi nei giorni scorsi, spiegando che non verrà avanzata una proposta formale di meeting formale tra i due capi di Stato, ma suggerendo, come sede ideale per la possibile riunione, il prossimo meeting del vertice delle economie dell'Asia-Pacifico (APEC) che si terrà a Pechino il prossimo ottobre.

L'incontro di domani fa seguito al colloquio di Xi Jinping con un alto funzionario dell'isola, Vincent Siew, durante lo scorso vertice APEC di Bali. I due si erano incontrati per circa mezz'ora e Xi aveva dichiarato che i due lati dello stretto dovevano lavorare per risolvere in maniera pacifica le loro divergenze. Sempre in quelle ore, da Pechino, Zhang Zhijun, responsabile per la Cina dei rapporti con Taipei, aveva invitato la sua controparte, Wang Yu-chi, a fare visita alla Cina "in un momento opportuno". I colloqui arrivano in un momento di rapporti stagnanti tra i due Paesi, nonostante l'accordo firmato nel 2010 per la cooperazione economica, che ha portato la Cina a diventare il primo partner commerciale di Taiwan. Già allora presidente dell'isola era Ma Ying-jeou, leader del Kuomingtang, partito storicamente avversario del PCC, ma che da anni porta avanti una politica di riconciliazione nello stretto. Dall'ottobre scorso, quando Xi e Siew si sono parlati, Taiwan è in corsa per rinsaldare alcuni legami diplomatici, dopo che a novembre, il Gambia (uno dei quattro Stati africani che appoggiavano Taipei anziché Pechino) aveva improvvisamente ritirato il suo sostegno all'isola e cacciato i diplomatici taiwanesi. Sono, oggi, 22 gli Stati che mantengono rapporti con diplomatici con Taiwan, invece che con Pechino.

L'incontro rivestirà una particolare importanza per le pacifiche relazioni tra lo stretto, ha affermato con toni più cauti di quelli di Taipei, Zhang Zhijun, e avverrà mentre sia la Cina popolare che Taiwan continuano a considerarsi rappresentanti dell'unica Cina, come stabilito nel 1992, ma tra gli argomenti di discussione c'è anche la possibilità di creare uffici di rappresentanza permanenti, mossa che segnerebbe un deciso passo avanti nei colloqui tra i due lati dello stretto. Non si parlerà, invece, di quelle che sono le questioni politiche più delicate, che ancora dividono Pechino da Taipei, come dichiarato in un conferenza stampa negli ultimi giorni di gennaio dallo stesso Wang Yu-chi. Intanto, le polemiche dell'ultima ora vedono al centro, ancora una volta la questione dei visti ai giornalisti. L'associazione dei giornalisti di Taiwan ha protestato ieri per il rifiuto cinese a emettere due visti per altrettanti giornalistici che seguiranno Wang Yu-chi nella sua visita a Nanchino, dove si terranno i colloqui. Lo scorso anno, secondo gli ultimi dati diffusi dal governo cinese, ha segnato un nuovo record nei rapporti sino-taiwanesi: sono stati oltre 2,8 milioni i turisti cinesi che si sono recati in vacanza nell'isola, il record di sempre con un tasso di crescita annuo del 10%.

 

10 febbraio 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 

 

OBAMA: NECESSARIA MAGGIORE LIBERTÀ DI CULTO IN CINA

 

XI E PUTIN A SOCHI

 

MAX BAUCUS, NUOVO AMBASCIATORE USA IN CINA

 

XI A SOCHI PER RINSALDARE PARTNERSHIP CON PUTIN

 

TOKYO NEGA SU MASSACRO NANCHINO, PECHINO S'INFURIA

 

CINA-MYANMAR: MANCATI STANDARD, NUOVI GUAI CONDOTTA

 

FIRENZE, INCENDI: A FUOCO CAPANNONE GESTITO DA CINESI

 

DUBBI SU CRESCITA CINA, BORSE IN PICCHIATA

 

SPESE MILITARI IN CRESCITA, CINA SECONDA DOPO USA

 

ACQUISTO RISO, CINA ANNULLA AFFARE CON THAILANDIA

 

TOCHINA BUSINESS PROGRAM, AL VIA LA SECONDA EDIZIONE

 

PECHINO DURA SU RAPPORTO HUMAN RIGHTS WATCH:
"NEGA PROGRESSI CINA SU RIFORMA GIUSTIZIA

 

FRENANO MANIFATTURIERO E SERVIZI, MA ANCORA IN CRESCITA

 

MISSILE, CINA O NATO: TURCHIA PRENDE TEMPO

 

CINA E INDIA, GARA A CHI HA L'ARIA PEGGIORE

 

RAMZY (NYT) AL DESK DI TAIPEI DOPO IL RIFIUTO DEI VISTO CINESE

 

AVIARIA: PERDITE PER CIRCA 2,5 MILIARDI DI EURO

 

L'ANNO DEL CAVALLO SENZA FUOCHI D'ARTIFICIO


ESPULSO DAL PARTITO L'EX SINDACO DI NANCHINO

 

ECFR: NEL 2013 UE DEBOLE NEL RAPPORTO CON CINA

 

RAMZY (NYT) AL DESK DI TAIPEI DOPO IL RIFIUTO DEL VISTO


OBAMA: CINA SCALZATA DA USA COME DESTINAZIONE PER INVESTIMENTI

 

TENNIS: LA VITTORIA DI LI NA, E' POLEMICA SL DENARO PUBBLICO


ATTIVISTA ANTI-CORRUZIONE CONDANNATO A 18 MESI

 

MOTORI DI RICERCA DI CARNE UMANA, LA PAURA DEL LINCIAGGIO ON LINE

 

SPEDIZIONE ESPLORA FONDALI MAR CINESE MERIDIONALE

 

UNDICI ORE DI TRATTATIVA, EVITATO DEFAULT CHINA CREDIT TRUST

 

BAIDU MAPPA LA MASSICCIA MIGRAZIONE DEL CAPODANNO

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci