Politica internazionale

Politica internazionale

Cina contro Usa e Ue sul commercio, chiede adesione a regole Wto

Cina contro Usa e Ue sul commercio, chiede adesione a regole Wto


Pechino, 12 ott. - La Cina critica l'Unione Europea e gli Stati Uniti sul commercio. Pechino chiede all'Ue il rispetto dei requisiti dell'Organizzazione Mondiale del Commercio dopo l'accordo anti-dumping raggiunto la settimana scorsa dal parlamento, dal Consiglio europeo e dalla Commissione Europea, e diretto principalmente alla Cina. E' la posizione espressa dal Ministero del Commercio di Pechino, tramite il portavoce Gao Feng, nella prima uscita pubblica dopo l'accordo. Contro le posizioni dell'Ue si era espressa, all'indomani della decisione l'agenzia Xinhua, che aveva definito l'accordo come un sostanziale ritorno al protezionismo commerciale.

Gao ha criticato anche il mancato riconoscimento di Pechino come economia di mercato da parte degli Stati Uniti, come un riflesso di una mentalità "da guerra fredda" e ha sottolineato che questa definizione, quella di economia non di mercato, non esiste per il Wto.
Anche l'Unione Europea non ha riconosciuto la Cina come economia di mercato, nonostante nel dicembre dello scorso anno siano scaduti i quindici anni dall'ingresso di Pechino nel Wto, data entro cui, nell'interpretazione di Pechino, era previsto il riconoscimento dello status. Il dipartimento del Commercio Usa aveva deciso ad agosto scorso l'introduzione di dazi preliminari sui fogli di alluminio provenienti dalla Cina, ma una decisione finale sull'applicazione delle tariffe è attesa per il 30 novembre, data in cui gli Usa decideranno anche la concessione o meno dello status di economia di mercato alla Cina.

@Riproduzione riservata