Politica internazionale

Politica internazionale

Apec: Xi nelle Filippine,Obama
rinsalda alleanza con Manila

Apec: Xi nelle Filippine,Obama<br />rinsalda alleanza con Manila


Di Eugenio Buzzetti


Twitter@Eastofnowest

 


Pechino, 17 nov. - Le dispute di sovranità nel Mare Cinese Meridionale tra la Cina e gli altri Paesi della regione alimentano le tensioni alla vigilia del vertice Apec, dove sono previste discussioni tra i leader delle economie dell'Asia Pacifico non solo sui temi economici, ma anche sulla minaccia del terrorismo, dopo gli attacchi terroristici a Parigi e il contrasto allo Stato Islamico. Il presidente cinese, Xi Jinping, è arrivato oggi nella capitale delle Filippine per un vertice la cui sicurezza è affidata a uno spiegamento di oltre ventimila tra agenti di polizia e militari, come deciso nei giorni scorsi dal governo di Manila.

Nonostante le raccomandazioni di Pechino di settimana scorsa di evitare riferimenti alle rivendicazioni territoriali nel Mare Cinese Meridionale, il tema è già stato toccato, almeno in parte dal presidente degli Stati Uniti, arrivato oggi a Manila dopo il G20 di Antalya in Turchia. Dopo l'arrivo nel Paese, Barack Obama ha fatto visita alla nave ammiraglia della flotta delle Filippine, riaffermando l'alleanza tra Washington e Manila, che ha definito "un impegno di ferro per la difesa del nostro alleato", annunciando anche l'imminente spostamento di due navi militari statunitensi nelle Filippine per aumentare la sicurezza nella regione. Il mese scorso, la tensione nel Mare Cinese Meridionale aveva toccato uno dei suoi punti più alti dopo l'incursione di un cacciatorpediniere Usa nelle acque territoriali delle isole Spratly, contese tra Pechino e Manila, che ha destato la reazione sdegnata di Pechino. Da Singapore, il 7 novembre scorso, il presidente cinese, Xi Jinping, era invece intervenuto per distendere gli animi, spiegando che la Cina rimane impegnata nel tentativo di risolvere le controversie in atto con mezzi pacifici. Le discussioni sulle rivendicazioni cinesi nei mari riemergeranno domani, a margine del forum, quando Obama incontrerà il presidente delle Filippine, Benigno Aquino, per un colloquio a due.

Pechino aveva chiesto con forza, settimana scorsa, di non usare il vertice per sollevare le questioni relative alle rivendicazioni territoriali nel Mare Cinese Meridionale, con una visita nel Paese del ministro degli Esteri, Wang Yi. Il presidente delle Filippine, Benigno Aquino, aveva promesso in risposta, che sarebbe stato "un perfetto padrone di casa" in occasione dell'arrivo del presidente cinese. Nella giornata di oggi, Xi si è incontrato con Najib Razak, il primo ministro della Malaysia, uno dei Paesi più teneri nella regione rispetto alle rivendicazioni territoriali di Pechino. Le polemiche che accompagnano le dispute di sovranità sono state di scena, invece, a Pechino. A entrare nella disputa è stato il vice ministro degli Esteri, Liu Zhenmin, che ha avvertito i Paesi coinvolti nelle dispute che la Cina ha "il diritto di riprendersi le isole illegalmente occupate dai Paesi vicini", ma che non lo farà perché Pechino intende esercitare "la massima moderazione" nella vicenda.

Sotto il profilo economico, la Cina intende puntare sul consenso raggiunto al vertice dello scorso anno, riprendendo il discorso sull'area di libero scambio dell'Asia-Pacifico, la Ftaap di iniziativa cinese, spesso messa in contrapposizione alla Trans-Pacific Partnership (Tpp) di impronta statunitense, il cui accordo tra dodici Paesi membri dell'Asia Pacifico - ma senza la Cina - è stato firmato ad Atlanta il 5 ottobre scorso. Al vertice di quest'anno, la Cina intende sviluppare anche i temi dell'integrazione economica regionale: nell'agenda di Pechino ci sono tra i temi di discussione il ruolo delle piccole e medie imprese nella regione, la sostenibilità della sviluppo e le liberalizzazioni dei commerci.

 

17 NOVEMBRE 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

XI AL G20 CONDANNA LA STRAGE DI PARIGI
Cina crescerà attorno al 7% nel 2015

 

GIANNINI, ITALIA E CINA INSIEME NELLA SFIDA DELLA SOSTENIBILITA'

 

DAL 9 DICEMBRE VOLO DIRETTO XI'AN E ROMA

 

MINISTRO GIANNINI INCONTRA STUDENTI ITALIANI A SHANGHAI

 

ATTENTATI PARIGI, XI: FORTISSIMA CONDANNA PER ATTI BARBARICI

 

PARIGI:  GIANNINI A SHANGHAI, NO A VIOLENZA, SOSTENIAMO TOLLERANZA E DEMOCRAZIA

 

G20 IN TURCHIA: IL RALLENTAMENTO CINESE
E LE INCERTEZZE SULL' ECONOMIA MONDIALE 

 

AL VIA MISSIONE GIANNINI, A SHANGHAI SI PARLA DI EXPO

 

RECORD ALIBABA NELLA FESTA DEI SINGLE Vendite +14,3 miliardi di dollari

 

PECHINO EMETTE NUOVA BANCONOTA DA 100 YUAN

 

PRODUZIONE INDUSTRIALE +5,6%, MINIMO DA MARZO

 

INDAGATA PER CORRUZIONE VICE CAPO OCC DI PECHINO

 

SMOG RECORD AL NORD, ANDRA' AVANTI PER 5 GIORNI

 

RIFORME ECONOMICHE PER YUAN - Moneta internazionale 2020

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci