Politica interna

Politica Interna

Xinjiang, processo di massa:
55 condanne

Xinjiang, processo di massa: <br />55 condanne


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 28 mag. - Cinquantacinque persone sono state condannate durante un processo di massa che si è tenuto in uno stadio nella regione autonoma nord-occidentale cinese dello Xinjiang con accuse che comprendono omicidio, separatismo, stupro e associazione terroristica. Ad assistere al processo, che si è tenuto nella prefettura di Ili, nella parte occidentale della regione, erano presenti circa settemila persone e diversi funzionari locali del Partito Comunista Cinese. Dei 55 condannati, tre hanno ricevuto la condanna a morte per la strage di una famiglia di quattro persone lo scorso anno a colpi di ascia. Oltre alle condanne sono stati annunciati, durante il processo, altri 38 arresti e la detenzione di altre 27 persone.

 Nelle foto diffuse dell'evento, si vedono gli agenti di polizia della regione a bordo di camion di colore blu accanto agli imputati, e persone e funzionari sugli spalti dello stadio che assistono al processo. Secondo quanto dichiarato all'agenzia Xinhua da un funzionario presente al processo, l'evento ha lo scopo di "dimostrare la risolutezza nella repressione delle 'tre forze' del terrorismo violento". Nello scorso fine settimana, le autorità dello Xinjiang e il Ministero della Pubblica Sicurezza cinesi avevano indetto una campagna contro il terrorismo della durata di un anno con al centro proprio lo Xinjiang, per sradicare quelli che Pechino definisce i "tre mali" di estremismo religioso, separatismo e terrorismo. La vasta regione a nord-ovest del Paese è oggetto delle attenzione i delle autorità cinesi per la presenza di gruppi separatisti composti da cittadini di etnia uighura, la minoranza etnica della regione, che chiedono l'indipendenza da Pechino e rivendicano il territorio con il nome di Turkestan Orientale.

La campagna contro il terrorismo si è sviluppata dopo l'escalation di attentati nello Xinjiang e in altre località della Cina che sono state colpite da attacchi in luoghi pubblici, come le stazioni. La sola Urumqi, capoluogo regionale dello Xinjiang, è stata colpita due volte: il 30 aprile scorso un attentato alla stazione compiuto con esplosivi e coltelli aveva causato la morte di tre persone, tra cui due attentatori, e 79 feriti. Giovedì scorso, invece, due auto cariche di materiale esplosivo e incendiario hanno fatto irruzione nel mercato all'aperto della città, uccidendo 39 persone e ferendone altre novanta. A marzo scorso, invece, un gruppo di otto persone armate di lunghi coltelli aveva colpito i passeggeri in attesa alla stazione di Kunming nel sud della Cina, uccidendo 29 persone e ferendone 143.

Da giorni, ormai, si susseguono bilanci quasi quotidiani sull'andamento delle indagini e degli arresti nella regione autonoma cinese. Ieri, le autorità locali avevano annunciato l'arresto di cinque persone e il sequestro di 1,8 tonnellate di materiale esplosivo che, secondo quanto riferito dalle fonti ufficiali, doveva servire per altri attentati simili nei metodi a quello di giovedì scorso. Nel solo mese di maggio, infine, le autorità regionali hanno annunciato di avere sgominato 23 gruppi terroristici e di avere compiuto più di 200 arresti, soprattutto nelle aree di Hotan, Kashgar e Aksu, a forte concentrazione di popolazione di etnia uighura.

 

28 maggio 2014

 

LEGGI ANCHE:


XINJIANG: SEQUESTRATE 1,8 TONNELLATE ESPLOSIVI, 5 ARRESTI

 

XINJIANG: IN UN MESE DISCIOLTI 23 GRUPPI TERRORISTICI

 

ATTENTATO DI URUMQI, SOSPETTI SU 5 KAMIKAZE

 

ATTENTATO NELLO XINJIANG, 31 MORTI E 94 FERITI


CRONOLOGIA DEGLI ATTENTATI

 

XINJIANG, 39 ARRESTI PER TERRORISMO

 

PECHINO: ETIM DIETRO ATTACCO URUMQI

 

SEPARATISTI UIGURI RIVENDICANO ATTENTATO A URUMQI

 

XINJIANG: OLTRE 200 ARRESTI IN SEI SETTIMANE

 

XINJIANG, CINQUE CONDANNE PER SEPARATISMO

 

TAGLIA DI 100MILA YUAN SU ATTENTATORI URUMQI

 

PRESIDENTE XI, PUGNO DI FERRO DOPO ATTENTATO URUMQI

 

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

ISOLE CONTESE: NAVE CINESE SPERONA E AFFONDA PESCHERECCIO VIETNAMITA


XINJIANG: SEQUESTRATE 1,8 TONNELLATE ESPLOSIVI, 5 ARRESTI


CNOOC, PIATTAFORMA MAR CINESE TERMINA PRIMA FASE DI LAVORI

 

XINJIANG: IN UN MESE DISCIOLTI 23 GRUPPI TERRORISTICI

 

ADIZ, TORNA LA TENSIONE TRA CINA E GIAPPONE

 

PROTESTE DALL'EGITTO, SFINGE CINESE SARA' DISTRUTTA

 

ONORIFICENZA STELLA D'ITALIA A JENNY GAO (MANDARIN)

 

ATTENTATO DI URUMQI, SOSPETTI SU 5 KAMIKAZE

 

SIRIA: RUSSIA E CINA NO A ONU PER DEFERIMENTO ALL'AJA

 

PENA CAPITALE A GANGSTER ALLEATO DI ZHOU YONGKANG


CLARKE: MODELLO AL QAEDA PER TERRORISMO UIGHURO

 

ATTENTATO NELLO XINJIANG, 31 MORTI E 94 FERITI

 

CRONOLOGIA DEGLI ATTENTATI


HSBC: PMI AI MASSIMI DA CINQUE MESI A MAGGIO

 

CINA A MONACI BUDDHISTI: FIRMATE LEALTA' A PCC

 

PMI IN LIEVE AUMENTO, YUAN AI MINIMI DAL 2012

 

FDI A +5,5% NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2014

 

PIL A +7,4% NEL PRIMO TRIMESTRE 2014, AI MINIMI DA 18 MESI


CINA ESCLUDE RISCHIO HARD LANDING PER L'ECONOMIA

 

INFLAZIONE AL 2,4% A MARZO, PRIORITA' PER LA BANCA CENTRALE

 

BOAO, LI KEQIANG: NO A NUOVI STIMOLI ALL'ECONOMIA

 

AUMENTA L'INDICE PMI, BENE I MERCATI ASIATICI

 

STORICO ACCORDO CINA-RUSSIA SU GAS

 

OBIETTIVI 2014, PIU' REGOLE PER ENTI LOCALI

 

ALTRI 4 CINESI UCCISI IN PROTESTE ANTI-PECHINO

 

XINJIANG, 39 ARRESTI PER TERRORISMO

 

USA-CINA: ACCUSE DI CYBERSPIONAGGIO

 

PRESTO VIA LIBERA DI BOND DALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI

 

MINISTRO ESTERI TELEFONA A OMOLOGO VIETNAMITA,
DURA CONDANNA DI PECHINO ALLE VIOLENZE

 

BAD LOAND AL LIVELLO PIU' ALTO DAL 2015

 

PROTESTE IN VIETNAM, ALMENO 2 MORTI CINESI

Pechino: Hanoi "connivente" con violenze

 

PROTESTE IN VIETNAM, INCENDIATE 15 FABBRICHE CINESI

 


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci