Politica interna

Politica Interna

Xinjiang, almeno 5 morti
in attacco a miniera

Xinjiang, almeno 5 morti <br />in attacco a miniera


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 23 set. - Riesplodono le tensioni etniche nello Xinjiang cinese. E' di almeno cinque morti il bilancio di un attacco a colpi di coltello, nel quale sono rimaste coinvolte quaranta persone, in una miniera vicino ad Aksu, località non lontano dal confine con il Kirghizistan. Le vittime dell'attentato, avvenuto il 18 settembre scorso, sono tutte agenti di polizia, e secondo una nota dell'amministrazione locale citata dall'emittente Radio Free Asia, si è trattato di un attacco "pianificato a lungo, ben preparato e su vasta scala" a opera di gruppi separatisti della regione. Lo Xinjiang è abitato da una forte minoranza di etnia uighura i cui gruppi separatisti chiedono l'indipendenza della regione, che chiamano Turkestan Orientale, dal governo centrale di Pechino.

Gli attacchi a colpi di arma da taglio non sono infrequenti nella regione autonoma, che lo scorso anno ha assistito a una serie di attentati anche al di fuori dei confini regionali. Per fermare una possibile escalation, il governo cinese ha dato il via, nel maggio 2014, a una campagna anti-terrorismo nella regione che nel primo anno di attività, secondo le stime ufficiali, ha neutralizzato 181 gang in procinto di compiere attentati. Uno dei punti più alti di tensione etnica in tempi recenti risale al giugno scorso, quando in un attacco con armi da taglio e bombe sono morte 18 persone a Kashgar, nel sud-ovest della regione. Lo scorso anno è stato tra i più sanguinosi, secondo il bilancio delle organizzazioni umanitarie: i morti negli scontri etnici, sono stati stimati in un numero compreso tra i 400 e i 450, il doppio dei circa duecento morti nelle rivolte etniche del 2009.

 

23 settembre 2015

 

ALTRI ARTICOLI


AL VIA VIAGGIO DI XI JINPING NEGLI USA : LE TAPPE, L'INTERVISTA AL WSJ

 

LICENZIATO NUMERO DUE AUTORITA' VIGILANZA MERCATI

 

XI E PAPA FRANCESCO IN USA A DISTANZA DI POCHE ORE


PIU' AFFARI CHE POLITICA NEL VIAGGIO DI XI IN USA

 

MIGRANTI: GLOBAL TIMES ELOGIA GERMANIA, UE IMPREPARATA

 

SETTE INFARTI DURANTE MARATONA PECHINO, ALTI I LIVELLI DI SMOG

 

APP STORE DI APPLE SOTTO ATTACCO IN CINA

 

GRAN BRETAGNA VERSO PRIMO REATTORE MADE IN CHINA 

 

FED SCEGLIE LA CAUTELA, TASSI FERMI TRA 0 E 0,25%
Analisti, rischio frenata Cina dietro decisione su tassi

 

BORSE CHIUDONO IN LIEVE RIALZO DOPO DECISIONE FED

 

PECHINO: CINA NON UNICO MOTIVO PER DECISIONE FED

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci