Politica interna

Politica Interna

Strage Tianjin: arrestati
12 sospetti, 139 morti

Strage Tianjin: arrestati <br />12 sospetti, 139 morti


Pechino, 27 ago. - La polizia cinese ha arrestato 12 persone sospettate di essere responsabili per la serie di devastanti esplosioni, iniziate il 12 agosto nella citta' portuale di Tianjin, che hanno causato 139 morti ed ancora 34 dispersi. Lo riferisce l'agenzia ufficiale Xinhua.


Tra i 12 arrestati il presidente, il vicepresidente e i tre vice direttori generali della societa' di logistica che gestiva l'impianto di stoccaggio delle sostanze chimiche e del carburante saltato in aria, i proprietari della "Rui Hai International Logistics", la societa' di stoccaggio di Tianjin, che gia' la scorsa settimana sono stati mostrati in tv mentre confessavano di aver usato contatti con il governo per ottenere permessi di sicurezza che altrimenti non sarebbero stati loro concessi. Intanto oltre alle vittime ai dispersi oltre 500 persone sono ancora ricoverate in ospedale con ustioni o intossicati dalle sostanze sprigionatesi dai depositi in fiamme.

 

Anche il responsabile della sicurezza sul lavoro di tutta la Cina, Yang Dongliang, ex vice sindaco di Tianin, e' stato licenziato perche' sospettato di essere stato corrotto. Separatamente la Procura Suprema del Popolo, ha annunciato di indagare per "abuso di potere" e "abbandono ingiustificato del servizio" almeno 11 funzionari locali.

 

27 AGOSTO 2015

 

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci