Politica interna

Politica Interna

Ritirate press card a oltre
14mila falsi giornalisti

Ritirate press card a oltre<br />14mila falsi giornalisti


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 23 apr. - La Cina ha ritirato le press card a 14.455 falsi giornalisti dall'inizio dello  scorso anno, quando era cominciata la campagna contro i falsi giornalisti. Lo riferisce la State Administration of Press, Publication, Radio, Film and Television, l'authority cinese dei media, che rende noto anche di avere messo sotto indagine anche 216 tra giornali e riviste pubblicati illegalmente, di 76 dei quali è stata sospesa la pubblicazione. In totale, le autorità disciplinari hanno sequestrato oltre 1,5 milioni di copie e indagato nei confronti di 258 casi criminali.

La campagna contro i falsi giornalisti era stata lanciata a fine marzo del 2013 e aveva tra i suoi obiettivi principali le indagini nei confronti di persone che, spacciandosi per giornalisti, estorcevano denaro alle imprese o ai singoli, e l'eliminazione dal mercato delle pubblicazioni a carattere pornografico, di recente oggetto anche di una legge apposita per punire più severamente gli editori. Una prima campagna contro i falsi giornalisti, da dicembre 2012 a febbraio 2013, aveva portato alla confisca di 1,34 milioni di copie di giornali e magazine illegali e aveva portato 136 persone in tribunale per rispondere di reati di natura penale, secondo i dati ufficiali. Una delle accuse più comuni nei confronti dei falsi giornalisti era la tentata estorsione nei confronti delle amministrazioni locali per non pubblicare notizie potenzialmente negative di cui i finti cronisti erano venuti a conoscenza.

I reati relativi alla pratica giornalistica hanno colpito di recente anche cronisti e redattori veri, in Cina. Nel settembre scorso era finito sotto accusa Chen Yongzhou, giornalista del quotidiano New Express di Canton, nella provincia sud-orientale del Guangdong. Chen era stato incarcerato con l'accusa di calunnia per avere pubblicato una serie di inchieste contro l'azienda di macchinari per le costruzioni Zoomlion. Il suo caso era arrivato all'attenzione della stampa mondiale e lo stesso New Express aveva chiesto il rilascio del proprio cronista, prima che lo stesso Chen ammettesse, di fronte alle telecamere di CCTV, la tv di Stato cinese, di avere divulgato notizie false o completamente inventate, dietro il pagamento di tangenti da centinaia di migliaia di yuan.


23 aprile 2014

 

ALTRI ARTICOLI

 


IN ARRIVO NUOVE LEGGI PER L'AMBIENTE

 

STUDENTESSI IN TOPLESS CONTRO DISCRIMINAZIONI SU ACCESSO AL LAVORO


AUTOCHINA 2014, FOCUS SU AUTO ELETTRICHE


FIAT: AL VIA PRODUZIONE DI TRE NUOVI SUV PER LA CINA

SCIOPERI A DONGGUAN, DECINE DI MIGLIAIA
CONTRO LA FABBRICA DI SCARPE YUE YUEN

 

BLOGGER CONDANNATO A 3 ANNI PER RUMORS ONLINE


FDI: +5,5% PER IL PRIMO TRIMESTRE DEL 2014

 

PIL A +7,4% NEL PRIMO TRIMESTRE 2014, AI MINIMI DA 18 MESI

 

XI RIUNISCE COMMISSIONE SICUREZZA, "STABILITA'"

 

LAVROV: "PECHINO IMPARZIALE SU UCRAINA"

 

VISTI SEMPLIFICATI PER I CITTADINI CINESI
Intervista all'ambasciatore Bradanini


MEGA SCIOPERO IN FABBRIZA SCARPE, TEMONO I GRANDI MARCHI

SCANDALO NELLA SANITA': 114 ARRESTI E 500 TRUFFATI

 

MEGA SCIOPERO IN FABBRICA SCARPE, TEMONO I GRANDI MARCHI

 

HU YAOBANG A 25 ANNI DALLA MORTE, IL FIGLIO AL SCMP

 

 

ITALIA PREMIATA PER LA FIERA SULLE TECNOLOGIE

 

CINA ESCLUDE RISCHIO HARD LANDING PER L'ECONOMIA


ZHOU YONGKANG, ALTRI DUE ALLEATI INDAGATI PER CORRUZIONE


NUOVE SEMPLIFICAZIONI PER IL RILASCIO DEI VISTI ITALIANI

 

INFLAZIONE AL 2,4% A MARZO, PRIORITA' PER LA BANCA CENTRALE


RESPINTA RICHIESTA DI APPELLO PER ATTIVISTA XU ZHIYONG

 

BENZENE IN ECCESSO NELL'ACQUA POTABILE, PANICO A LANZHOU

 

FUNZIONARI PCC, 54 MORTI INNATURALI DA INIZIO 2013


DAI "TRE NO" AI "TRE LINK" NELLO STRETTO DI TAIWAN

 

BOAO, LI KEQIANG: NO A NUOVI STIMOLI ALL'ECONOMIA

 

TAIWAN: FINE OCCUPAZIONE PARLAMENTO, NON DELLA PROTESTA

 

SEQUESTRO TURISTA CINESE, RISCATTO DA 11 ML DI DOLLARI

 

HAGEL CONCLUDE VISITA IN CINA, XI: 'AMPLIARE COOPERAZIONE'

 

FMI: CRESCITA CINA AL 7,5% PER IL 2014

 

ALLEATO DI ZHOU YONGKANG ESPULSO DAL PCC

 

CINA AMMONISCE USA SU RIARMO TAIWAN

 

HAGEL IN CINA: "MAGGIORE SICUREZZA INFORMATICA"

 

NAPOLITANO CONFERISCE PREMIO AI VERTICI DI MANDARIN CAPITAL

 

EX FEDELISSIMO DI BO XILAI SI SUICIDA A CHONGQING

 

NUOVO ACCORDO AGI-XINHUA SU INFORMAZIONE ECONOMICA

 

SEGRETARIO DIFESA USA IN VISITA ALLA LIAONING

 

RICERCHE AEREO MALAYSIA, SEGNALI "PROMETTENTI"

 

BANCA MONDIALE RIDUCE PREVISIONI DI CRESCITA CINESE

 

AL VIA PARTNERSHIP ITALO-CINESE PER STUDIO TERREMOTI

 

BERTUCCIOLI-MASINI, "ITALIA E CINA"

 

CHIESA A RISCHIO DEMOLIZIONE, I FEDELI LOTTANO PER SALVARLA


AUTHORITY BANCARIA PIANIFICA STRESS TEST

 

USA A CINA:NO AD AZIONI STILE CRIMEA


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci