Politica interna

Politica Interna

Protestano in 10.000
contro inceneritore a Canton

Protestano in 10.000 <br />contro inceneritore a Canton


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 16 lug. - In diecimila sono scesi per le strade di Huadu, distretto vicino a Guangzhou, nel sud della Cina, per protestare contro la decisione da parte delle autorità locali di costruire un inceneritore di rifiuti in una delle zone a più alta concentrazione di produzione di capi in pelle. La manifestazione era stata approvata dalle autorità di Shiling, centro di trecentomila abitanti nel quale sarebbe sorto l'impianto, dopo che nelle scorse settimane la municipalità di Guangzhou aveva dato l'ok alla costruzione dell'inceneritore.

 

Inizialmente prevista per il fine settimana scorso, la protesta di ieri ha radunato dapprima tremila persone alle quali se ne sono aggiunte altre lungo il tragitto verso gli uffici delle autorità locali. Secondo alcuni testimoni i partecipanti erano compresi tra ottomila e ventimila; diecimila, invece, il numero fissato dagli organizzatori della protesta. Almeno mille, invece, gli uomini delle forze dell'ordine che hanno sorvegliato il regolare svolgimento della manifestazione, avvenuta senza momenti di tensione.

 

Tra le maggiori cause di insoddisfazione tra i manifestanti c'è la paura di un aumento nell'inquinamento e delle malattie ad esso collegate e la mancata consultazione della popolazione che vive nell'area dove dovrebbe sorgere l'impianto. Secondo quanto riportato da un quotidiano locale, il Nanfang Daily, sul suo microblog, il si definitivo dovrebbe arrivare il 30 agosto prossimo, mentre per febbraio è prevista la prima perizia ambientale, e la realizzazione dell'impianto dovrebbe cominciare a giugno 2014.

 

Quella di ieri non è stata la prima protesta a Guangzhou contro la realizzazione di un inceneritore: era già successo la scorsa estate, quando in centinaia si erano radunati per protestare prima ancora che venisse decisa l'area di costruzione dell'impianto. Guangzhou prevede entro il 2015 la costruzione di cinque inceneritori, oltre a quello già esistente che processa mille tonnellate di rifiuti al giorno. Il problema dei rifiuti urbani ha cifre estremamente consistenti nella capitale del Guangdong. Secondo i dati del Southern Metropolis Daily, solo lo scorso anno Guangzhou ha prodotto nelle locali discariche quaranta milioni di tonnellate di rifiuti.

 

ALTRI ARTICOLI

 

GIUSTIZIATO IL MADOFF CINESE, LA FAMIGLIA NON SAPEVA

 

RALLENTA CRESCITA PIL, +7,5% NEL SECONDO TRIMESTRE

 

DETENZIONE CAMPO RIEDUCAZIONE, DONNA RISARCITA

 

RISPONDE ALL'IPHONE5 E MUORE FULMINATA,APPLE APRE INCHIESTA

 

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci