Politica interna

Politica Interna

IL PRESIDENTE XI JINPING SBARCA IN RUSSIA

IL PRESIDENTE XI JINPING SBARCA IN RUSSIA <br />


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest


Pechino, 22 mar. - Forniture di petrolio, Brics e cooperazione strategica bilaterale sono i temi del viaggio in Russia di Xi Jinping, la prima meta da capo di Stato del nuovo presidente cinese. "Il fatto che Xi Jinping abbia scelto la Russia come meta del suo primo viaggio -spiega l'ex ambasciatore cinese in Russia Liu Guchang al quotidiano cinese- è un evento estremamente importante per le relazioni russo-cinesi". Durante i tre giorni che trascorrerà in Russia, Xi Jinping incontrerà oltre al presidente Vladimir Putin anche il primo ministro Dmitry Medvedev. Tra gli obiettivi di questo viaggio c'è anche la ricerca di "una strategia per affrontare la questione nord-coreana" secondo l'ex diplomatico di Pechino. La visita di Xi Jinping a Mosca dimostrerà, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Xinhua, che "le due più grandi nazioni del mondo possono creare un legame basato esclusivamente sul buon vicinato, l'uguaglianza e il rispetto reciproco".

L'incontro tra Xi Jinping -arrivato a Mosca con la first lady Peng Liyuan- e Vladimir Putin è stato preceduto dall'annuncio di un accordo da due miliardi di dollari tra gruppi cinesi e russi per lo sfruttamento di miniere di carbone nella Siberia orientale: assieme a questo sono stati firmati altri otto accordi tra il vice primo ministro russo Dmitry Rogozin e il vice premier cinese Wang Yang in altri settori strategici che vanno dalle esplorazioni petrolifere alla collaborazione nel settore bancario, fino all'allevamento di conigli. Tra gli accordi firmati c'è quello di cooperazione tra il gruppo petrolchimico russo Sintez e la compagnia cinese di distribuzione di energia elettrica State Grid; quello tra il gruppo En+ con China Development Bank e un accordo tra la stessa CDB e la Mbc Corporation. Cina e Russia daranno il via a un progetto di produzione congiunta di macchine per l'estrazione. Il buono stato di salute dei rapporti bilaterali è poi testimoniato dai dati sul commercio: nel 2012, gli scambi tra Russia e Cina sono più che raddoppiati rispetto a cinque anni fa, toccando quota 87,5 miliardi di dollari, una cifra comunque inferiore a quelle del commercio tra Cina e Unione Europea e Cina-Stati Uniti.

In particolare, le forniture di petrolio russo alla Cina potrebbero passare dalle attuali 15 milioni di tonnellate all'anno a cinquanta milioni, traguardo non irrealizzabile secondo Igor Sechin, presidente del colosso petrolifero statale russo Rosneft che assieme a Transneft ha firmato nel 2009 un contratto di fornitura ventennale con il colosso cinese CNPC. L'aumento nelle forniture di petrolio è stato più volte al centro delle richieste cinesi alla Russia e aveva incontrato nei mesi scorsi anche l'approvazione di Putin. Il greggio russo dovrebbe entrare in Cina attraverso il ramo Skovorodino-Daqing dell'oleodotto Espo, oppure passando dal Kazakistan. Il viaggio di Xi Jinping a Mosca -che si concluderà il 24 marzo- rappresenta anche un incontro tra il maggiore produttore di risorse energetiche (la Russia) e il suo principale acquirente, la Cina, appunto. L'importanza di Pechino come partner strategico nel settore energetico è stata più volte riconosciuta dalla Russia, e dallo stesso Putin, che nelle ultime ore ha dichiarato di volere "prendere il vento cinese nelle nostre vele economiche", soprattutto, ha precisato, se Pechino supererà Washington come prima potenza economica del pianeta nei dieci anni in cui Xi Jinping sarà presidente.

L'incontro tra i due leader aviene a pochi giorni dal summit annuale del Paesi Brics a Durban nella Repubblica Sudafricana, per il quale Putin spera in un ampliamento dell'agenda, che comprenda anche temi di importanza strategica, come la Siria, l'Afghanistan e il Medio Oriente. Con il termine Brics si intendono i Paesi appartenenti alle economie emergenti: Brasile Russia, India Cina e Sudafrica. L'obiettivo di Putin è quello di creare un "meccanismo che permetta di trovare soluzioni congiunte per questioni chiave della politica mondiale", anche se esclude il leader russo una contrapposizione tra questi Paesi e le organizzazioni occidentali. Allo scorso meeting i Paesi Brics avevano espresso le proprie riserve nei confronti dei grandi istituti occidentali come il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale e avevano lanciato l'idea di una Brics Bank.

Durante i tre giorni di visita, Xi Jinping darà un discorso a un'università di Mosca e sarà presente a una cerimonia che inaugurerà il memoriale del sesto congresso del Partito Comunista Cinese che si era tenuto a Mosca nel 1928. Xi Jinping visiterà anche il ministero della Difesa russo e incontrerà alcuni sinologi e studenti di lingua cinese. L'importanza data alla visita in Russia era stata sottolineata dallo stesso Xi Jinping martedì scorso, durante un incontro con la stampa: "il fatto che visiterò la Russia come prima meta dopo la mia elezione -aveva dichiarato il neo-presidente- testimonia la grande importanza che la Cina dà alla sua relazione con la Russia". 

 

ARTICOLI CORRELATI


RUSSIA-CINA: MOSCA, XI JINPING IN VISITA DAL 22 AL 24 MARZO

 


ARTICOLI PRECEDENTI

 

22 marzo


Crisi di Cipro, la Cina non teme la fragilità dell'Europa.Il Drago è insensibile alla crisi che scuote i paesi dell'Eurozona? C'è qualcosa che non torna. Intervista a Michele Geraci


21 marzo

Mercato interbancario apre a investitori stranieri

Previsione pmi marzo a 51,7 - Cina e Ue sullo sfondo della crisi di Cipro

 

 

20 marzo

Seul sotto attacco hacker, sospetti sul nord -
Cina: "Ciberattacchi, sfida globale"

Xinhua: Suntech dichiara bancarotta

 

19 marzo

 

Presidente di Taiwan tra i big a San Pietro, Pechino furiosa con Vaticano

Xi Jinping incontra Tesoro Usa tra "interessi e divergenze"

Cina-Russia: forniture petrolio in agenda

 

18 marzo

 

Chiusi i lavori dell'Anp, nuovo governo al via
Cina, in 40 anni oltre 330 milioni di aborti

Sipri, Cina quinta esportatrice di armi, scalzata Gran Bretagna

 

15 marzo

 

LI KEQIANG IL NUOVO PRIMO MINISTRO CINESE

PROBLEMA SUINI MORTI A SHANGHAI «ESISTE DA UN DECENNIO»

 

14 marzo


XI JINPING DESIGNATO PRESIDENTE
Il nuovo leader tra riforme e continuità

Cina: Papa sia flessibile e rompa con Taiwan

Spionaggio: Pechino lancia inchiesta contro Coca Cola


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci