Politica interna

Politica Interna

NUOVO ATTACCO IN XINJIANG, ALMENO 18 MORTI

NUOVO ATTACCO IN XINJIANG, ALMENO 18 MORTI


Di Sonia Montrella

Twitter@SoniaMontrella

 

Roma, 24 giu.- Almeno 18 persone sono rimaste uccise in un attacco terroristico con coltelli e bombe nella provincia cinese dello Xinjiang abitata dalla minoranza uighura, turcofona e di fede islamica. Lo riporta oggi Radio Free Asia secondo cui l'incidente sarebbe avvenuto lunedì nella città meridionale di Kashgar dove un gruppo di etnia uighura avrebbe attaccato un'auto della polizia, a seguito delle restrizioni sulle celebrazioni del Ramadan imposte alla popolazione dalle autorità cinesi. I poliziotti armati hanno risposto all'attacco uccidendo 15 "presunti terroristi".

Già l'anno scorso Pechino aveva vietato a funzionari pubblici, studenti e insegnanti della regione autonoma di osservare il Ramadan. Politiche repressive come queste, rafforzate in periodi 'caldi' del calendario musulmano, hanno fatto registrare un incremento di incidenti tra la popolazione uighura e quella han.

Qualche giorno fa un altro attacco da parte di un uomo di etnia uighura che in una stazione e aveva aggredito con un mattone alcuni passeggeri in attesa di comprare il biglietto. Gli attacchi alle stazioni con armi rudimentali, come i coltelli, sono stati tra i più pericolosi atti di violenza verificatisi nel Paese a partire dalla fine del 2013. Il 1 marzo dello scorso anno sono morte 34 persone durante un attacco portato da otto persone armate di lunghi coltelli alla stazione di Kunming, nel sud della Cina, mentre altre 143 sono rimaste ferite. E' stato invece di tre morti e 79 feriti, alcune settimane più tardi, il bilancio di un attacco con materiale esplosivo alla stazione di Urumqi, capoluogo regionale dello Xinjiang, avvenuto mentre il presidente Xi Jinping si trovava in visita di ispezione nella regione autonoma. In entrambi i casi sono stati condannati gruppi separatisti uighuri.


24 giugno 2015

 

Cina: autorita' consigliano a uighuri di non celebrare Ramadan


Roma, 18 giu. - Proibizione totale in alcuni distretti occidentali e per alcune categorie di cittadini: membri del Partito comunista, pubblici dipendenti, insegnanti e studenti. Proibizione consigliata in tutta la provincia. Anche quest'anno, le autorita' cinesi - scrive l'agenzia Misna - hanno limitato le celebrazioni del Ramadan nello Xinjiang, l'immensa provincia al confine occidentale, sede della minoranza uighura, turcofona e di fede islamica. Provvedimenti che per le autorita' cinesi sono necessari per evitare "influenze religiose" sui giovani, tensioni e ridurre il rischio di iniziative terroristiche, ma che per gli attivisti uighuri e' invece una conferma della volonta' di controllo ufficiale sulla fede islamica e sulla popolazione locale,, accentuando in questo modo insofferenza e ostilita'. Come ricorda il leader uighuro Dilxat Raxit, "la fede degli Uighuri e' stata fortemente politicizzata e l'aumento dei controlli potrebbe innescare una forte resistenza" Negli ultimi anni, la situazione locale e' stata segnata da tensioni, duro confronto tra Uighuri e cinesi della maggioranza Han, militarizzazione e repressione. Anche da episodi terroristici al di fuori dello Xinjiang che per Pechino giustificano ulteriori restrizioni. Per Raxit, intervistato da Radio Free Asia, "il governo cinese sta strappando ai genitori la promessa che i figli non digiuneranno in tempo di Ramadan". Per il sito web dl governo provinciale, i ristoranti halal presso la frontiera con il Kazakhistan sono stati incoraggiati all'apertura diurna durante il mese del digiuno islamico, mentre a negozi e ristoranti di proprieta' di musulmani e' stato ordinato di continuare a vendere alcoolici e sigarette, pena la chiusura totale.



Cina: aggredisce passeggeri con mattone, uiguro ucciso da polizia

 

Pechino, 17 giu. - Paura alla stazione di Xi'an, nella Cina centro-occidentale: un uomo di etnia uigura ha cercato di aggredire con un mattone i passeggeri in attesa di comprare il biglietto. L'uomo ei'¨ stato fermato dalle forze dell'ordine che hanno aperto il fuoco. L'uomo e' morto poco dopo in ospedale. Gli uiguri sono l'etnia minoritaria della regione autonoma dello Xinjiang, di lingua turcofona e fede musulmana, i cui gruppi estremisti rivendicano l'indipendenza del territorio dal governo centrale cinese. Gli attacchi alle stazioni con armi rudimentali, come i coltelli, sono stati tra i piu' pericolosi atti di violenza verificatisi nel Paese a partire dalla fine del 2013. Le autorita' dello Xinjiang stanno da tempo cercando di contenere i rischi connessi al separatismo e all'estremismo religioso nella regione: da giorni, alcune amministrazioni locali hanno aumentato i controlli in occasione dell'inizio del Ramadan, che comincia domani, tra cui anche misure per scoraggiare il digiuno e la chiusura diurna dei ristoranti che servono piatti tipici della cucina halal.

 

LEGGI ANCHE



ISIS: IN VIDEO ONLINE TERRORISTA UIGURO INVITA A JIHAD

 

ALTRI ARTICOLI

 

AL VIA DIALOGO STRATEGICO: CINA-USA DIVISE
SU SICUREZZA INFORMATICA E ISOLE CONTESE
 

 

GRECIA, CINA OSSERVA CRISI DEBITO MA NESSUN ACCENNO A INTERVENTI 

 

BANK OF CHINA PRONTA A COLLABORARE CON MAGISTRATI

 

EURASIA, ITALIA PRESENTE SUI MERCATI AL DI SOTTO DELLE SUE POTENZIALITA'

 

INFLUENZAVANO PROCESSI INSCENANDO PROTESTE, SGOMINATA BANDA

 

L'EUROPEA EBRD GUARDA A COLLABORAZIONE CON AIIB

 

CINA: ALIBABA PREVEDE ESPANSIONE IN RUSSIA 

 

CINA E USA: PARTE IL DIALOGO STRATEGICO
Cosa divide le due potenze alla vigilia dell'evento
 

 

SPRATLY: LA RIVENDICAZIONE IN UNA PHOTO-GALLERY

 

ALIBABA GUARDA AL CLOUD COMPUTING  

 

HONG KONG:BOCCIATA RIFORMA POLITICA

 

BOCOM: PRIMA BANCA STATALE A PASSARE A STRUTTURA MISTA

 

ATTACCO CON COLTELLO AL MERCATO, QUATTRO FERITI


CAOS FINANZIARIO E "FORZIERI PRIVATI",  SOTTO ACCUSA GIGANTI STATALI CINESI

 

HONG KONG: AL VIA DIBATTITO SU RIFORMA, POLIZIA IN ALLERTA

 

XI'AN: UIGHURO ATTACCA PASSANTI CON MATTONE


FIRMATO ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO CON L'AUSTRALIA

 

ISOLE CONTESE: CINA QUASI FINITI I LAVORI NELLE SPRATLY


PREMIER LI: PUNTARE SUL NUCLEARE IN LARGA SCALA


XINJIANG: SINIZZARE LA RELIGIONE CONTRO RISCHIO INFILTRAZIONI


HONG KONG: IN MIGLIAIA CONTRO RIFORMA POLITICA
Nove arresti per detenzione di esplosivi

 

REUTERS: PRESTO FONDO INFRASTRUTTURE CINA-UE

 

AUNG SAN SUU KYI CONCLUDE IL SUO PRIMO VIAGGIO IN CINA

 

LA CINA SALUTA QIAO SHI, EX PRESIDENTE DELL'ANP


DOPO ZHOU IL FUTURO DELLA LOTTA ALLA CORRUZIONE


INFLAZIONE: STIME PBOC AL RIBASSO, SPETTRO DEFLAZIONE


BP, CONSUMO ENERGETICO AI MINIMI DAGLI ANNI '90


XI JINPING RICEVE AUNG SAN SUU KYI IN VESTE LEADER PCC

 

PREMIER LI, ECONOMIA CINESE SOGGETTA A PRESSIONI AL RIBASSO

 

ZHOU YONGKANG CONDANNATO ALL'ERGASTOLO

 

NUOVA LEGGE LIMITERA' LE ATTIVITA' DELLE NO-PROFIT

 

CINA BATTE GIAPPONE, RECORD NUMERO ATENEI TOP IN ASIA

 

HONG KONG: TRE NUOVI CASI SOSPETTI DI MERS

 

CINA: IMPRESE UE RIVEDONO STRATEGIE PER RALLENTAMENTO

 

PRESIDENTE ANGOLA IN CINA A CACCIA DI FINANZIAMENTI

 

PRIMA VISITA IN CINA PER AUNG SAN SUU KYI

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci