Politica interna

Politica Interna

Licenziato Wang Keqing, firma
del giornalismo d'inchiesta

Licenziato Wang Keqing, firma<br />del giornalismo d inchiesta<br />


di Sonia Montrella

Twitter@SoniaMontrella

Roma, 1 mar.- la firma del giornalismo d'inchiesta cinese Wang Keqing è di nuovo nei guai. Gli editori pressano affinché Wang rassegni le dimissioni dopo che il suo settimanale Economic Observer, è finito sotto l'occhio delle autorità per un pezzo a dir poco scomodo a Pechino. Secondo quanto riportato da China Media Project, le pressioni sarebbero diventate più insistenti negli ultimi mesi, dopo che i funzionari avevano fatto capire di aver poco gradito, il lungo report sulle disastrose conseguenze dell'inondazione che colpì Pechino lo scorso luglio e che uccise 77 persone. Un disastro naturale che i cinesi non perdonarono, inondando le autorità di critiche per non aver saputo evitare la catastrofe e per aver gestito male l'emergenza.


L'Economic Observer si ispira apertamente al britannico Financial Times ed è noto per la sua posizione pro libero mercato e per le sue relativamente aperte critiche alle politiche governative. Aperte si, ma non troppo: secondo quanto riferito da due giornalisti che vogliono restare anonimi, il management ha chiesto a Wang di lasciare il giornale lunedì, e il cronista avrebbe raccolto le sue cose sulla scrivania e lasciato l'edificio. Il settimanale aveva già ricevuto tempo fa la visita di due funzionari di Pechino, un avvertimento seguito alla vicenda dell'inondazione. In un messaggio postato online da una fonte anonima si legge che, "la storia ha quasi fatto chiudere l'Economic Observer, mentre l'unità d'inchiesta di cui è a capo Wang Keqing è stata chiusa due mesi fa, lasciando il giornalista senza una squadra".

Nato nel 1964 nella provincia del Gansu, negli anni '80 Wang abbandona il lavoro dei campi per il giornalismo; guadagna per ogni articolo all'incirca 2,9 yuan, "abbastanza per sei ciotole di noodles" dirà poi. Dagli articoli di Proapganda per i giornali locali, passa presto a quelli di taglio economico che gli spalancano la porta dei quotidiani nazionali: è con un pezzo sulle frodi delle compagnie di sicurezza che entra al China Economic Times. Nel corso degli anni Wang diventa uno dei più importanti nomi del giornalismo d'inchiesta. Nel 2002 denuncia la morsa che le società di taxi attuavano sugli autisti, spingendo il premier Wen Jiabao a dare il via a una 'pulizia' nell'industria dei taxi. Il 30 novembre 2005 il giornalista scoperchia un caso di grave malasanità nella provincia dello Henan dove è scoppiata un'epidemia di AIDS dovuta alla scarsa sterilizzazione delle siringhe usate per raccogliere sangue di donatori. L'8 marzo del 2010, Wang e uno studente sono stati aggrediti fisicamente e verbalmente per  aver cercato di incontrare Yuan Weijing, moglie dell'avvocato per i diritti umani, allora in carcere, Chen Guangcheng. Un incidente sul quale Reporter senza frontiere chiese alle autorità dello Shangdong di far luce in modo che non si ripetesse. E sempre nel 2010 un suo reportage fa luce sullo scandalo di vaccini infetti nella provincia dello Shanxi, una storia che lo vede costretto nel 2011 a lasciare il China Economic Times.

 

ARTICOLI PRECEDENTI

 

 

28 febbraio


Rimpasto ai vertici per contenere Usa e Giappone

 

Sempre più funzionari si suicidano

 

Allo studio misure per tutelare i lavoratori cinesi all'estero


27 febbraio

 

Governo vuole imbrigliare sistema bancario ombra

 

Intellettuali all'ANP: "ratificate trattato ONU su diritti umani"

 

Guerriglia in Myanmar, Cina addestra truppe al confine


 

26 febbraio

 

Elezioni, Pechino scettica: "Italia chiusa in se stessa"

 

Ministero: "segreto di stato" sulle cifre dell'inquinamento

 

Bbc accusa, segnale radio 'silenziato' da Pechino


 

25 Febbraio

 

Principi rossi acclamano Xi Jinping. E a Pechino si discute il rimpasto di governo

 

Abe cerca sostegno su Diaoyu Basso il profilo degli Usa

 

Stime Pmi, stabile a 50,4 a febbraio


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci